Varianti inglese e brasiliana nelle acque di scarico in Italia

Varianti inglese e brasiliana nelle acque di scarico in Italia

La ricerca dell'Istituto superiore di sanità
CORONAVIRUS
di
2 Commenti Condividi

ROMA – Le varianti del virus SARS-CoV-2 inglese e brasiliana sono state individuate per la prima volta nelle acque di scarico italiane. La ricerca, prima in assoluto sulle varianti in reflui urbani in Italia e tra le prime al mondo, è stata condotta dal gruppo di lavoro coordinato da Giuseppina La Rosa e da Elisabetta Suffredini dell’Itituto superiore di Sanità (Iss), in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico della Puglia e della Basilicata. I risultati dello studio dimostrano che le acque di scarico posso essere un utile strumento per valutare la circolazione delle varianti di SARS-CoV-2 nei centri urbani.
(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Ma la variante brasiliana sviluppatasi nella foresta amazzonica come può essere arrivata in Italia? Negli aeroporti non vengono effettuati i controlli su tutti i passeggeri in arrivo dal Brasile?

    E’ un virus altamente diffusibile e riscontrabile nei luoghi piu’ disparati. In Cina hanno sperimentato il tampone anale per il covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.