No Vax in Vaticano: allontanate tre Guardie Svizzere - Live Sicilia

No Vax in Vaticano: allontanate tre Guardie Svizzere

I tre uomini del corpo di guardia del Papa hanno rifiutato il vaccino obbligatorio
COVID
di
0 Commenti Condividi

Pronte a offrire al Papa la propria vita, ma non il braccio per il vaccino: è per questo che tre guardie svizzere no vax hanno rinunciato al proprio servizio in Vaticano. Le tre guardie, precisa il quartier generale dell’esercito più piccolo del mondo, non sono state messe alla porta, ma se ne sono andate “liberamente”.

In tutto le Guardie senza vaccino, diventato obbligatorio per il corpo di guardia del Papa da questo mese di ottobre, erano sei. Ma tre di loro hanno accettato di vaccinarsi e attualmente sono comunque sospese dal servizio in attesa di completare il ciclo vaccinale.

Il Vaticano e il vaccino

Il Vaticano è stato uno dei primi Stati a mettere a disposizione di tutti i residenti e delle persone che lavorano nello Stato, comprese le Guardie svizzere, il vaccino anti-Covid. Ora per le Guardie è stato introdotto l’obbligo ma “è una misura che si adegua a quella di altri corpi d’armata nel mondo”, precisa ai media svizzeri il portavoce dell’esercito del Papa, Urs Breitenmoser.

Dal primo ottobre il green pass è obbligatorio in Vaticano per tutti i dipendenti e per chi semplicemente entra nello Stato per qualsiasi motivo. Nel caso specifico delle Guardie svizzere, che sono sempre a stretto contatto con il Papa e i suoi ospiti, si è ritenuto che il test non bastasse perché potrebbe non rilevare contagi recenti e si è dunque scelta la strada del vaccino obbligatorio. A spingere verso questa soluzione drastica sarebbe stata anche la necessità di tutelare un ambiente in cui si vive in comunità, a stretto contatto gli uni con gli altri. E’ per questo motivo che la caserma delle Guardie svizzere, all’inizio della pandemia Covid, è stato un cluster con diverse guardie contagiate anche se, considerata la giovane età degli alabardieri, nessuno ha registrato i sintomi più gravi della malattia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *