Zamparini entusiasta di Schelotto: | "Sono preoccupato, ma ora ho lui" - Live Sicilia

Zamparini entusiasta di Schelotto: | “Sono preoccupato, ma ora ho lui”

Il tecnico argentino, che a breve disporrà del tesserino per allenare in Europa, ha già conquistato il patron del Palermo, il quale ha fatto luce anche sulla collaborazione con Mijatovic, senza però che avvenga per il momento un suo ingresso in società.

calcio - serie a
di
15 Commenti Condividi

PALERMO – Inizia il lavoro per Guillermo Barros Schelotto, da oggi alle prese con i primi allenamenti sul campo del “Tenente Onorato” di Boccadifalco. La squadra, dopo averlo conosciuto a Genova, si metterà a sua disposizione per preparare la sfida con l’Udinese. Intanto, attorno al nuovo tecnico si è creato un piccolo giallo legato alla sua mancata presentazione ufficiale. Un pro forma, perché ancora si attende il via libera per il suo tesseramento, come confermato quest’oggi dal presidente Maurizio Zamparini: “Per Schelotto siamo alle prese con la burocrazia. Stiamo facendo il tesserino in Uefa e Figc, in più deve essere comunitario”.

Zamparini ha incontrato quest’oggi il suo tecnico insieme al direttore sportivo Manuel Gerolin. Un summit per discutere delle possibili mosse da effettuare in sede di mercato, dove il Palermo è particolarmente attivo in uscita. Il giovane Matheus Cassini è destinato a lasciare l’Italia in prestito, mentre per Manuel Arteaga si attende un ultimo responso da parte di Schelotto prima di dare il via libera: “Cassini andrà all’Inter Zapresic in prestito, dove ci sono già un nostro portiere e un nostro centravanti (Posavec e Nestorovski, ndr). Schelotto vuole vedere Arteaga in questi giorni, se non ci saranno possibilità di giocare andrà all’Hajduk Spalato, un altro club amico”. Sul fronte entrate, invece, smentita l’ipotesi Bruno Fernandes: “I giornali scrivono sciocchezze. Ho detto a Guillermo che se ha bisogno di giocatori li prenderemo, se vuole un difensore lo prenderemo. Lui cerca gente di qualità ed esperienza, ma qui in questo momento ci manca la personalità. Speriamo di trovarla presto”.

Anche perché, classifica alla mano, il Palermo è a soli quattro punti dalla zona retrocessione. Una situazione dura per i rosa, con Zamparini che spera di trovare la giusta svolta grazie a Schelotto: “Il momento è difficile, lui ha parlato con Burdisso e l’ha rassicurato. Gli ha detto che il vero Palermo non è quello che si è visto a Genova. Il Palermo è una squadra diversa e se il Palermo è diverso non ha bisogno di cinque giocatori nuovi sul mercato”. Il tecnico, d’altronde, arriva a Palermo per giocarsi tutte le sue carte e per potersi imporre anche in un calcio diverso come quello europeo: “Lui è entusiasta e deciso – prosegue Zamparini – è qui per iniziare un percorso per diventare un allenatore di qualità, sa quanto sia importante l’assetto mentale”.

Un cambio di mentalità può valere più di cinque nuovi acquisti. Questo è il messaggio che il presidente Zamparini vuol far passare in ottica salvezza ed è questo quel che si auspica con Schelotto in panchina: “Guardate il Bologna com’è cambiato passando da Rossi a Donadoni. Mica ha comprato giocatori, ma nonostante ciò è stato capace di recuperarci dieci punti. Io sono molto preoccupato perché sono retrocesso con Gasperini con una squadra molto più forte di questa, a mio avviso. Ma ora ho Schelotto”. E magari potrebbe avere anche un nuovo attaccante, quel sogno che Zamparini stesso ha ammesso di essere pronto a realizzare, ma il patron preferisce smorzare: “Il colpo è Balogh, voi non capite”.

Il colpo grosso potrebbe però in dirigenza. Gli intermediari slavi con cui è in contatto Zamparini hanno avvicinato Pedrag Mijatovic al club di viale del Fante. L’ex direttore generale del Real Madrid è prossimo a diventare il nuovo vice presidente del Palermo, anche se non a partire da questa stagione: “Non c’è nessuna trattativa per Mijatovic – ammette Zamparini -. Fa parte del mio gruppo di amici e mi ha proposto una collaborazione che ho accettato volentieri. Verrà in questi mesi per vedere com’è organizzato il Palermo a livello dirigenziale e mi auguro che diventi anche lui un nostro dirigente”. Non sarà lui, però, a portare in Sicilia nuovi soci per Zamparini: “I possibili nuovi investitori saranno persone vicine a me, non a lui”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    Zamparini:Un cambio di mentalità può valere più di cinque nuovi acquisti.

    Portateli da un piscologo. forse da scarsi diventeranno bravi, chi lo sa?

    quando parla non collega il cervello alla bocca, il bologna non aveva bisogno giocatori, perchèla rosa, era già di qualità. e tutti giocatori sono di ruolo,

    Beh Schelotto come centrocampista non era male, potrebbe essere la pedina che ci manca a centrocampo.
    Noi non capiamo nulla, il colpo di mercato, il sogno annunciato in avanti è Bologh ! Peccato che lui le partite del Palermo non le vede altrimenti era da consigliargli un buon oculista.
    Intanto due campioni annunciati per rinforzare la squadra, Arteaga e Cassini, vanno in altra nazione a fare minutaggio.
    Ma Zamparini veramente fà o ci prende per i fondelli e pretende di salvarsi con l’allenatore.

    Tranquilli cugini vi salverete dalla retrocessione perchè avete Schelotto, e poi lo ha detto il vostro presidente.

    Parole che non significano un bel niente!

    Calciomercato Palermo: la società ha acquistato una nuova mentalità, quindi il mercato di riparazione è chiuso!

    bla bla bla… ma ancora c’è chi crede a questo fuoriditesta?
    “Io sono molto preoccupato perché sono retrocesso con Gasperini con una squadra molto più forte di questa, a mio avviso…”
    Ma questa estate non era quello attuale il “Palermo più forte di sempre che conquisterà l’Europa?”
    ahahahahah

    Devi dire tra l’altri che Giaccherini (non pincopalla) l’ha avuto a disposizione solo a novembre e Destro si svegliato dopo 10 partite. Poi certo, fare peggio di Delio Rossi (in questo periodo della sua carriera) è veramente difficile. Non è che Donadoni è un allenatore di mentalità, mi pare piuttosto un super tattico. Ma il grande intenditore ha previsto tutto compreso prendere Arteaga “che corre male”. Ha fatto una foto con la maglia 19 ed é andato in Croazia. Balogh andrà sicuramente in doppia cifra e il mercato si è chiuso qui. C’é Schelotto, basta e avanza. Lui è preoccupato ma ora c’è Schelotto. Noi siamo e rimaniamo preoccupati perché c’è lui.

    quesdto beve come un cammello, ma no acqua.

    che patetico. Tranquillo stai tu cabarettista fallito. Ora che avete sempre pulvirenti la serie D non ve la toglie nessuno, salvo nuovi avvulamenti

    Infatti , abbiamo schelotto e le partite ci piace giocarle e soprattutto vincerle sul campo, a comprarle e a prendere il treni del gol ci pensa il cacciogadania…

    Grazie delle rassicurazioni Orazio; male che vada non è che potresti darmi il numero di Ninuzzu, l’amico tuo fedele? Non si sa mai…se dovessimo trovarci in butte acque alla fine del campionato dovremmo quantomeno provare ad avvulare per salvarci, magari facendo 5 vittorie di fila. A noi poi non ci scoprono, mica siamo broccoletti-provoloni come i paesani dell’Etna (senza offesa, non faccio di tutta l’erba un fascio, si vede che tu sei diverso e un duro…da oggi ti chiamerò tigre, si vede che hai grinta).

    C’è sempre almeno un pollice in giù ai commenti che criticano l’operato del friulano. O è il friulano stesso che li mette, o un suo parente o qualche masochista-cerebroleso. Non c’è altra spiegazione

    Porca di una miseria, siamo noi tifosi e i giornalisti che non capiamo niente di calcio. Lui, Zamparini, invece ci sta facendo retrocedere un’altra volta in serie “B” ostinandosi a mantenere una squadra che non so come definirla……….lasciamo stare!!!!

    Questo non spende piu’ soldi come un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *