Akragas, Rigoli non fa drammi: | "Foggia squadra molto forte" - Live Sicilia

Akragas, Rigoli non fa drammi: | “Foggia squadra molto forte”

Le parole del tecnico biancazzurro. Ora testa al derby con il Messina.

calcio - lega pro
di
0 Commenti Condividi

AGRIGENTO – La sconfitta contro il Foggia non è un dramma per Pino Rigoli, allenatore che alla vigilia della gara conosceva bene della forza dei pugliesi e la carica di uno “Zaccheria” con circa 13mila tifosi. “Il Foggia, dal mio punto di vista, con questo gioco e questo pubblico, è decisamente la miglior squadra non solo del girone ma di tutta la Lega Pro – commenta il tecnico a fine gara – Sapevamo che il Foggia aveva cambiato pelle in questa seconda fase del campionato. Dal nostro punto di vista noi siamo contenti per aver fatto bene in casa dei rossoneri, abbiamo avuto 2-3 occasioni importanti oltre al rigore, è stato bravissimo Micale”.

Il tecnico parla delle occasioni capitate sui piedi di Di Piazza nel primo tempo e di Salandria nel secondo, entrambi da soli davanti a Micale, portiere rossonero, hanno sprecato la più ghiotta delle occasioni anche per la bravura del numero uno del Foggia, rimasto in piedi fino all’ultimo a tu per tu con i giocatori biancazzurri. Rigoli non si sofferma sugli episodi che hanno condizionato la gara, decisi dall’arbitro e contestati dalle squadre in campo, come il primo gol foggiano di Sainz-Maza (traversa e gol) e il contatto sul rigore che ha portato al pareggio dell’Akragas nel primo tempo con Beppe Madonia: “Non parlo delle decisioni dell’arbitro – spiega Pino Rigoli – né sul calcio di rigore che sul gol di Maza, non è compito mio. Le partite ce le giocheremo tutte, così come abbiamo fatto contro il Foggia”.

Adesso per il mister biancazzurro si torna ad Agrigento per la sfida che può essere decisiva in chiave salvezza, il derby contro il Messina già salvo, previsto per domenica. A tre partite dalla fine i biancazzurri sono 5 punti sopra le posizioni di rischio. La salvezza è a un passo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *