Alibus, interviene Lungaro: |"Presto soluzione economica" - Live Sicilia

Alibus, interviene Lungaro: |”Presto soluzione economica”

Non si fermano le polemiche sul costo del servizio Amt che collega il centro città con Fontanarossa. Dopo il sopralluogo della commissione e le accuse di "estorsione" interviene il presidente dell'Azienda metropolitana trasporti".

navetta per l'aeroporto
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Continuano le discussioni su Alibus, la navetta dell’Amt che collega il centro città con l’aeroporto di Fontanarossa. Dopo il sopralluogo della commissione consiliare viabilità, che ha giudicato il servizio positivamente, seppur con qualche revisione soprattutto nel percorso, e le polemiche sollevate da alcuni cittadini in merito al costo, 4 euro, ritenuto eccessivo, interviene il presidente dell’Azienda metropolitana trasporti. Carlo Lungaro non solo evidenzia le caratteristiche del servizio, che i dati mostrerebbero in crescita, ma risponde anche a quanti, e tra questi c’è anche l’ex esperto della mobilità dell’amministrazione Stancanelli, Giacomo Guglielmo, per quanto riguarda il rapporto costi/benefici della navetta.

“Nel merito delle critiche mosse al prezzo del servizio Alibus – scrive Lungaro – la linea è configurabile come un servizio navetta Aeroporto-Centro senza fermate intermedie (le fermate servono solo per portare buona parte dei passeggeri a destinazione senza necessità di interscambio). Alibus nasce per questo scopo ed è dunque dedicato ai viaggiatori aeroportuali, anche se chi lavora in Aeroporto può acquistare abbonamenti mensili e annuali agevolati (che equivalgono a pagare la singola corsa poco più di 1 euro). Il prezzo è allineato con quello di servizi analoghi di altre città – continua – anche con aeroporti vicini al centro come il nostro. In alcune si paga più, in altre meno, nella valutazione della cogruità bisognerebbe tenere presente che noi abbiamo numerosissimi canali di vendita oltre a quelli tradizionali (a bordo del bus in contanti e POS, via web, sui voli Ryanair, durante la prenotazione del volo, ecc.). Stiamo comunque per mettere in campo una soluzione più economica per raggiungere l’aeroporto, attraverso lo scambio in corrispondenza del parcheggio Fontanarossa, che a luglio aprirà i battenti”.

Lungaro replica anche a Guglielmo che ha criticato in più occasioni Alibus che, nel Piano generale del traffico urbano predisposto dalla passata amministrazione, era indicato come Brt2. “Mi dispiace che l’ing. Guglielmo continui su una linea di critica ad Alibus, che ritenevo esaurita alla luce dei fatti e dei complimenti ricevuti anche in occasione della Conferenza Nazionale sulla Mobilità Sostenibile della scorsa settimana – afferma ancora il presidente. In particolare, l’assessore Maran del Comune di Milano mi ha voluto incontrare per comunicarmi il suo apprezzamento e chiedermi informazioni su Alibus, BRT e Librincircolo. Io gli ho anche raccontato le iniziative che abbiamo in cantiere, come Librino Express e la linea veloce lungo l’asse dei viali, ossia i BRT 3 e 2. Riguardo ai conti economici su Alibus – aggiunge – che l’ing. Guglielmo ripropone e che sono nel frattempo diventati obsoleti visto che oggi la linea incassa circa 70.000 euro al mese, non voglio tornare, avendo già risposto a mezzo stampa”.

Posizioni alle quali replica Guglielmo. “Mi fa piacere se continuerete e migliorerete il nostro lavoro, perchè al di là della politica, abbiamo entrambi a cuore il servizio – scrive l’ex esperto di Stancanelli. Per me l’Alibus ha viaggiato vuoto per mesi, ho letto la sua risposta, ma, se il rientro dei costi può essere dovuto all’elevato prezzo del biglietto ed alla lunghezza della corsa molto piccola, è sempre poco logico e funzionale fare viaggiare un bus vuoto. Mi compiaccio se i numeri stanno crescendo (forse la stagione estiva aiuta) ma sono comunque troppo bassi, passate da 5 a 10 passeggeri medi per corsa”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *