Aps, proroga fino al 31 marzo - Live Sicilia

Aps, proroga fino al 31 marzo

Amap e curatela hanno raggiunto l'accordo con la firma dei sindacati, a eccezione della Cisl.

Palermo
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – Amap continuerà a gestire il servizio idrico nei comuni ex Aps almeno fino al 31 marzo. Ieri sera l’azienda e la curatela fallimentare hanno firmato davanti al notaio con l’assenso di tutti i sindacati, ad eccezione della Cisl. La precedente proroga di trasferimento del ramo d’azienda scadeva infatti domani.

Ad oggi sono 19 i comuni che hanno deliberato l’ingresso in Amap e l’affidamento del servizio. Molti altri dovrebbero aggiungersi entro la prossima settimana. La Cisl ha fatto mettere a verbale di non aver firmato per il “perdurare delle criticità” che potrebbero portare a “un ulteriore fallimento”.

LE REAZIONI
“La mancata sottoscrizione dell’accordo sindacale per la proroga della prosecuzione occupazionale dei lavoratori ex Aps in Amap rischia di aprire una falla nel percorso di stabilizzazione dei lavoratori che si occupano del Servizio Idrico nell’Ato di Palermo, oggi riconfermato dal decreto Assessoriale Regionale e che consente di poter determinare l’affidamento del servizio nell’Ato di Palermo in capo ad Amap SpA. Qualora necessario, la Cisal Federenergia è disponibile ad assistere i lavoratori alla firma della prosecuzione del Contratto di lavoro in Amap”. Lo dice Raffaele Loddo della Cisal.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    E sono già 3 le proroghe! Boh!

    Ancora all’alba siamo.

    Loddo è bravo, ha sempre dimostrato la sua bravura.

    Se era bravo avrebbe fatto commissariare i comuni che non hanno ceduto il servizio ad APS quando lui era assessore e comandava l’ATO. È talmente bravo che la colpa di tutto questo è la sua.

    Ma chi è loddo?

    Qualcuno capisce perché quando quello che sta accadendo in amap accadeva in aps si dice che aps è fallita per incompetenza mentre ora si dice che amap si sta adoperando per salvare il servizio? Bho. Valle a capire certe cose. Questa azienda da carrozzone si sta trasformando in carrozza megacarrozzone. In assessorato parlano di bacini idrografici mentre nella realtà vogliono gestire il servizio dei comuni indipendente da una reale convenienza economica e gestionale. Nessuno si è mai chiesto se amap con il suo bilancio disastroso ha i requisiti economici per acquisire una gestione del servizio idrico di così ampia portata e se il tutto non sia solo una mossa del caro sindaco per infilarci gli esuberi gesip.

    Ma se la CISL non ha firmato la proroga, mi volete spiegare come mai stamattina sono in Amap, per fare firmare i contratti ai lavoratori ex APS iscritti , ma questi lavoratori non hanno capito che la mancanza della firma poteva portarli al licenziamento? Alla faccia della coerenza e dell’intelligenza!! Qualcuno spieghi a questi poveretti che sono messi proprio male ! Ma qualcuno spieghi alla CISL come si fa sindacato!

    Forse la Cisl ha qualche ripicca per qualche mancata promozione ?

    Visto che i contratti sono stati firmati ugualmente allora immagino che sono gli altri sindacati che non hanno capito nulla. Oppure, logica conseguenza ne è che la loro firma non serve proprio a nulla perché è quella del dipendente che conta veramente.

    la cosa grave è che anno firmato gli altri sindacati.

    Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.