Arriva un altro Sturzo: | "In campo non per il nome" - Live Sicilia

Arriva un altro Sturzo: | “In campo non per il nome”

Regionali, si candida il pronipote di don Luigi Sturzo. "Non lo faccio per il nome - spiega - ma per il bene della Sicilia".

La candidatura
di
18 Commenti Condividi

“Questa scelta non è per il nome, o il cognome, ma è impegno per il contributo al bene dell’Italia, a partire dalla Sicilia”. Così Gaspare Sturzo, pronipote di Luigi, che ieri a Palermo ha annunciato la candidatura per le prossime elezioni regionali, ha replicato ad alcun esponenti del centrodestra. Lo ha fatto da Caltagirone, il paese di Luigi Sturzo, dove oggi il pronipote del fondatore del Partito Popolare ha presentato il suo partito “Italiani Liberi e Forti” nel corso di un incontro dal titolo “Una nuova proposta politica per la trasformazione morale e culturale dell’Italia”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    Egregio signor Sturzo, Lasci stare le denominazioni privi di contenuto come: “Italiani liberi e forti”
    “Movimento per l’ autonomia” etc etc… tutti slogan che hanno come scopo fottere il cittadino, ritorniamo ai valori delle ideologie, dividete gli italiani in conservatori,e progressisti.
    Nuovo partito social democratico. fronte nazionale.
    mi auguro per la Sicilia che Lei non sia stato corrotto dai politicanti che governano la Sicilia, e la sua sia una una sincera volonta per liberare la Sicilia da questi mafiosi.

    Wow… Che proposta innovativa! Questi “liberi e forti” – pensate un po’ – sono contro lo statalismo… E che mettiamo al posto dello Stato?

    Qual’era il nome dello shampoo, “LIBERA E BELLA”?

    mizzica, si ripromettono “la trasformazione morale e culturale dell’Italia”!
    Chi non coglie il ridicolo di tale slogan, vuol dire che ha messo la testa sotto la sabbia. E questo si chiama tattica dello sturzo, pardon struzzo.

    “Italiani Liberi e Forti”

    Ma come si fa a proporre un nome del genere proprio sotto il Governo Monti !

    Se è per il bene della Sicilia benvenuto Signor Sturzo, ma deve fare una cortesia ai siciliani: deve presentarsi in una lista civica indipendente!

    Il bene della Sicilia ….. e’ qualcuno che conosco?

    In che cosa si è distinto , prima di ora, il sig. Sturzo, che si degna di candidarsi per il nostro bene?

    @:Oxford: magistrato.

    Grazie i siciliani ti dicono non ti candidare, ne abbiamo tanti che fanno gli interessi……..!

    Un magistrato bravo che sa fare il suo mestiere, continua ha svolgere dignitosamente ed in silenzio il suo grande lavoro sociale, per il futuro delle nostre generazioni.
    Il MAGISTRATO è il ruolo sociale per eccellanza, certo, molto più importante socialmente, rispetto al politico siciliano (inciuci, mafia, malaffare, parrucciani, ecc., ecc., ecc.).
    In sicilia siamo stanchi di magistrati che non sanno fare i magistrati (ultimo RUSSO alla sanità) e per scelta si buttano in politica, perchè forseun ruolo vale l’altro.
    In sicilia servono menti evolute che vivono nel popolo per il popolo, tutto il resto e noia, ogni scusa è buona per fare confusione.

    “Italiani liberi e forti”…. Vado a bere. Voglio ubriacarmi e stordirmi come non mai.

    E’ quello che ripeterò sempre! Alle prossime elezioni bisogna votare gente trasparente che npon abbia legami con i vecchi politicanti!Il Signor Sturzo è portato da qualche partito ladrone? Io non lo so.

    Un altro “illuminato” che a quarantanove anni decide di fare “il bene della Sicilia”.
    Si metta pure in coda, insieme agli altri. Detto fra noi, mi pare una boutade, una delle tante frasi fatte che gli aspiranti politici distribuiscono ai giornalisti, prima di scegliere la “luce” della politica in prima persona. Personalmente questa notizia mi dà un senso di stucchevolezza, sarà per il cognome altisonante, o per la retorica dell’affermazione sul bene della Sicilia, ma, come direbbe Andy Luotto: “No buono”.
    Continuare a fare il magistrato per il bene del Paese, no vero?

    Lo zio si rivolta nella tomba

    Ma perchè mai un figlio di questa terra, che decide di scendere in campo per tentare dove tutti hanno fallito, ottiene un così lusinghiero giudizio negativo prima ancora di averlo sentito parlare o almeno di averlo visto all’opera? Caro dott. Sturzo per caso qualcuno le ha già chiesto soldi per fare la campagna elettorale e lei ha negato loro il contributo? oppure ancora qualcuno le ha chiesto di “impostare” il proprio figliolo (bravo quanto uno scienziato ma sfortunato) e lei ha negato loro il suo interessamento? o ancora le hanno chiesto intercessioni per appalti, impianti eolici, termovalorizzatori, presidenze di enti e consigli di amministrazione e lei ha risposto picche? La prego mi risponda dalle righe di questo giornale perchè se a quello che ho elencato lei ha risposto NO allora avrà il mio voto, altrimenti credo che otterrà il voto dei precedenti commentatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *