Cosmi fa la conta degli assenti: | "Ma voglio un Trapani spensierato" - Live Sicilia

Cosmi fa la conta degli assenti: | “Ma voglio un Trapani spensierato”

Alla vigilia della trasferta di Livorno, il tecnico granata fa capire in conferenza stampa di aspettarsi una inversione di tendenza rispetto alle ultime tre gare perse in malo modo. C'è emergenza, soprattutto in attacco, ma il mister non vuole sentire scuse.

calcio - serie b
di
0 Commenti Condividi

TRAPANI – Dalla serie da sogno alla striscia da incubo. Il Trapani non riesce più a fare punti ed è chiamato ad invertire il trend in quel di Livorno. Campo difficile per i granata, ma Serse Cosmi non vuole sentire scuse, al di là delle assenze che gli stanno decimando la rosa a disposizione: “Dobbiamo analizzare con molta attenzione gli errori commessi in questo periodo e fare la conta degli assenti. Scozzarella è squalificato, Barillà e Nadarevic sono infortunati, inoltre a fine partita avevo già intuito la gravità dell’infortunio di Basso, voglio solo fargli un in bocca al lupo. Lo ritroveremo il prossimo anno, gli auguro di tornare il prima possibile. In più Sparacello è a casa con la febbre e Montalto ha il 20% di probabilità di farcela. Se non dovesse farcela, Citro sarebbe l’unico attaccante di ruolo”.

Le defezioni non devono essere un alibi. Questo Serse Cosmi lo sa bene, però spera di poter ritrovare qualche elemento importante da qui alla prossima sfida di campionato: “I quindici che mi serviranno per andare i campo ci sono. Terlizzi ha completato la fase di recupero, Sodinha spero inizi a lavorare col gruppo dalla prossima settimana, così come Barillà. Qualcuno lo recupereremo, speriamo di non perderne altri”. Anche perché, da quando il Trapani ha iniziato a perdere pezzi, s’è notato un calo preoccupante: “Quando ci sono mancati certi giocatori abbiamo sofferto, questo è evidente. Non pensavo che l’assenza di due-tre giocatori potesse creare questi problemi, magari se le avversarie delle ultime tre giornate le avessimo incontrate all’inizio non avrebbero avuto vita così semplice”.

Il momento è difficile, inutile negarlo. Il tecnico sa però come uscirne, sperando che tutta la squadra riesca a fare gruppo proprio adesso che ce n’è più di bisogno: “Certi momenti li passano tutte le squadre e l’unica maniera per uscirne è restare coesi e non abbandonarsi al disfattismo. Magari giocando al massimo delle nostre forze. Non è la prima volta che una squadra in emergenza fa risultato, speriamo che ci dia più forza”. Ricetta semplice, ma con un ingrediente in più da trovare in quel di Livorno: “A questa squadra serve un pizzico di incoscienza. Siamo troppo pensierosi”. E al di là dello stato mentale, anche qualche aggiustamento difensivo potrebbe invertire la rotta dei granata: “Abbiamo sempre subito il secondo gol cinque minuti dopo il primo. Questa per me è una costante fastidiosa”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *