Di Paola: "Fughe sulla stampa, il tavolo rischia di naufragare" - Live Sicilia

Di Paola: “Fughe sulla stampa, il tavolo rischia di naufragare”

Il deputato pentastellato mette in guardia gli alleati.
CENTROSINISTRA
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Acque agitate nel centrosinistra. “Leggo sulla stampa di date, metodi e perfino della decisione di fornire un nome per partito per celebrare le primarie del campo progressista, che, tra l’altro, non sono nemmeno certe. Alla riunione di mercoledì scorso tra i gruppi presenti non s’è detto nulla del genere, se le premesse sono queste posso solo dire che il tavolo costituito rischia di naufragare in partenza”. Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars, Nuccio Di Paola.

“Quello di mercoledì – dice Di Paola – è stato un incontro per cercare di trovare la convergenza verso un metodo di scelta dei temi, della squadra e del candidato per le prossime elezioni regionali che passerà dalla costituzione di un comitato tecnico che dovrà occuparsi di fare delle proposte. E non è nemmeno detto che questo metodo preveda le primarie. Non capisco, quindi, da dove saltino fuori presunte date e metodologie di cui non si è minimamente discusso. Il metodo va trovato senza fusioni a freddo, ma coinvolgendo ed infiammando i territori. Finora non c’è assolutamente nulla di deciso. Il M5S garantisce il rispetto, ma pretende lo stesso dagli altri. Con queste premesse non si va da nessuna parte”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Il tavolo del centrosinistra è durato da Natale a Santo Stefano.
    Ma è naturale che sia così. Le primarie sono una moda Usa importata in Italia dal PD (il glorioso PCI non avrebbe mai usato tale strumento). È uno strumento che favorisce partiti come il pd che mobilitano sezioni di partito, militanti…e danneggia chi come i cinquestelle è abituato alle consultazioni on line o chi come la sinistra non ha le strutture di partito e i fondi che ha il pd.
    Peraltro le primarie di palermo sono state un disastro 10 anni fa, con annullamento parziale ad opera dei garanti della sinistra e con intervento addirittura della procura della Repubblica.

    Le primarie poi già con i problemi di per sé diventerebbe incandescenti se fosse confermata indiscrezione su antoci candidato del Pd alle primarie. A quel punto ci sarebbe una sfida all’ok corral tra Antoci e Claudio Fava, due personalità (perbene e oneste) che però si sono scontrate duramente per anni sulla vicenda del fallito attentato ad antoci. Fava con la commissione antimafia infatti ha demolito la versione ufficiale sul fallito attentato ad antoci, mentre antoci l’ha confermata criticando duramente le conclusioni di Fava e della commissione antimafia regionale siciliana. Immaginate riprodurre nelle primarie quello scontro durissimo avuto sui giornali e nelle sedi istituzionali?

    Questi pseudo personaggi non hanno capito che il TRADIMENTO AGLI ELETTORI li ricaccerà nel NULLA TOTALE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.