"Formazione, turismo e burocrazia | Puntare su questi tre settori" - Live Sicilia

“Formazione, turismo e burocrazia | Puntare su questi tre settori”

Il capogruppo di Italia Viva, Nicola D'Agostino: "Ecco le nostre proposte". Emendamenti approvati

FINANZIARIA
di
3 Commenti Condividi

“In un momento così drammatico, come quello legato all’emergenza coronavirus abbiamo lavorato sulla Finanziaria in Parlamento con spirito di collaborazione con tutte le forze politiche portando avanti le nostre proposte per migliorarla e sostenere settori che sono stati colpiti più duramente”.

Lo afferma il capogruppo di Italia Viva all’ARS Nicola D’Agostino. Tutti gli emendamenti proposti dai parlamentari di Italia Viva, Luca Sammartino, Edy Tamajo e Giovanni Cafeo sono stati approvati.

“Sono tre gli asset portanti sui cui abbiamo focalizzato la nostra azione – prosegue il capogruppo -. Abbiamo adottato misure per il diritto alla studio e la tutela della formazione professionale programmando una ripartenza in sicurezza. Abbiamo garantito un sostegno economico per i lavoratori non tutelati da ammortizzatori sociali di ogni comparto, dal turismo allo spettacolo alla formazione professionale. Un nostro emendamento stabilisce che il 50% dei 100 milioni che il governo prevedeva per la ristrutturazione degli immobili regionali sia destinato all’edilizia scolastica.

Sul turismo, settore fortemente penalizzato – continua D’Agostino – abbiamo previsto un sostegno al reddito per lavoratori discontinui e stagionali; l’esenzione canoni demaniali marittimi per il 2020. Per i commercianti e le attività turistiche previsti contributi a copertura del 50% degli oneri per affitti ed utenze per il trimestre marzo/maggio 2020 per tutte le attività economiche sospese e gli sgravi dei tributi locali per attività turistiche ed esenzione dei tributi locali (IMU).

Sulla sburocratizzazione – conclude il capogruppo Iv – è prevista la riduzione dei termini dei procedimenti, l’utilizzo di autocertificazioni, le procedure speciali commissariali per la definizione di opere pubbliche sul modello “Expo””.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    io non credo che per sburocratizzare basta un autodichiarazione, perchè se è stata fatta una burocrazia è per colpa di tanti furbetti che si sono messe regole sempre piu’ stringenti… ci sono cose paradossali e allucinanti, perchè invece non provare a fare dei testi unici, stringendo e compattando le leggi forse non ci si riesce, ma almeno provateci, comè che negli altri paesi hanno meno leggi direi che probabilmente funzionano meglio e noi che abbiamo tante funzioniamo cosi’ male? non è che forse sia questo il problema? il troppo stroppia??

    Demagogia e populismo allo stato puro… Fortunatamente ci pensera’ l’Aula a bloccare tutto…

    Pure u’ sali fa i vermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *