Furbetti del reddito di cittadinanza: 17 denunciati nel Palermitano - Live Sicilia

Furbetti del reddito di cittadinanza: 17 denunciati nel Palermitano

L'operazione della guardia di finanza di Partinico. Le somme indebitamente percepite ammontano a 310.048 euro
PALERMO
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – La Guardia di finanza di Partinico ha individuato in città, e nei comuni di Terrasini, Cinisi, San Giuseppe Jato, Borgetto e Palermo, diciassette persone (denunciate) che percepivano illecitamente il reddito di cittadinanza; in gran parte hanno omesso di comunicare dati e informazioni riguardanti il proprio patrimonio immobiliare, le vincite al gioco per importi consistenti e trattamenti assistenziali aggiuntivi percepiti dall’INps. In taluni casi, i beneficiari hanno anche fornito informazioni mendaci. Sequestrate tredici “card reddito di cittadinanza”. Le somme indebitamente percepite ammontano a 310.048 euro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Questi soldi fateveli dare dal Mov. delle stalle perchè l’Inps non li incasserà mai.

    La vera beffa, a parte quella economica per il bilancio dello Stato, è in realtà politica per il M5S. Infatti se i pochi percettori onesti nonchè i tantissimi che lo hanno impropriamente ottenuto più i loro familiari ed amici votassero tutti quanti per il Movimento 5 Stelle questo sarebbe di gran lunga il primo partito in Italia. Evidentemente Grillo, Conte e Di Maio non hanno fatto i conti con quello che è il sentimento prevalente negli italiani ovvero l’irriconoscenza……

    quello che mi lascia perplesso son le continue e cospicue vincite al gioco da parte di questi percettori del reddito di cittadinanza, ma come fanno vincono sempre loro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *