Furto di carburante dai mezzi | Arrestati due dipendenti Coinres - Live Sicilia

Furto di carburante dai mezzi | Arrestati due dipendenti Coinres

Benito Morsicato, 35 anni, e Antonino Ribaudo, 46 anni, sono stati sorpresi nei pressi della discarica di contrada Volpe, a Catania, mentre tentavano di travasare gasolio dai serbatoi dei mezzi del Coinres in alcune taniche.

Operazione dei carabinieri
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – I carabinieri hanno arrestato due autisti del Coinres (il consorzio che si occupa della raccolta dei rifiuti in 21 comuni della provincia di Palermo) per furto di carburante dagli autocompattatori. Benito Morsicato, 35 anni, e Antonino Ribaudo, 46 anni, sono stati sorpresi nei pressi della discarica di contrada Volpe, a Catania, mentre tentavano di travasare gasolio dai serbatoi dei mezzi del Coinres in alcune taniche. L’operazione è stata condotta dai militari di Bagheria e Catania. L’indagine sui due è scattata dopo diverse segnalazioni fatte dall’amministrazione comunale di Bagheria che aveva notato ammanchi o consumi ingiustificati di carburante. Si ipotizza che il danno prodotto sia di circa 70 mila euro in un solo anno. L’amministrazione ha già dichiarato che si costituirà parte civile nell’eventuale procedimento giudiziario contro i due dipendenti.

Aggiornamento. Il Liquidatore e Rappresentante legale del Co.In.R.E.S. Roberto Celico ha disposto l’immediata sospensione dal lavoro dei due dipendenti che lo scorso 24 gennaio sono stati arrestati in provincia di Catania per il tentativo di furto di carburante dagli autocompattatori loro affidati. “Un provvedimento doveroso – afferma Celico – in presenza di una grave azione perpetrata contro la pubblica amministrazione. Si rimane in attesa di notizie ufficiali in merito all’esito della vicenda giudiziaria e non si escludono ulteriori drastici provvedimenti”. Inoltre Celico dichiara che “il Co.In.R.E.S. si costituirà parte civile contro chiunque abbia leso i diritti soggettivi e gli interessi legittimi del Consorzio ivi compreso il danno d’immagine”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Che schifo!!! E poi ci chiedono di pagare la munizza già che si paga tanto!!!! Vorrei dire che per evitare questo schifo!!!e meglio che ritorniamo agli anni 90 dove gli spazini camminavano a piedi e pulivano le strade!!! Così è bello con le auto api non solo non lavorano, ma pure rubano gasolio!! Mandateli a casa l’icenziamento a tronco!!!

    Fategli usare gli asini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *