Chi sarà il premier? | Ecco Giorgetti - Live Sicilia

Chi sarà il premier? | Ecco Giorgetti

Il politico del Carroccio avrebbe messo d'accordo Salvini e Di Maio per guidare il governo.

Il 'papabile'
di
1 Commenti Condividi

Quello di Giancarlo Giorgetti, cinquantuno anni, lombardo, è il nome che circola in queste ore come probabile nuovo Presidente del Consiglio. Il nome del politico leghista sembra essere il compromesso trovato fra Matteo Salvini e Luigi Di Maio,  per la tenuta di una maggioranza “giallo-verde”, con il placet di Silvio Berlusconi.

Per oltre dieci anni (2002-2012), è stato segretario nazionale della Lega Lombarda (costola del partito oggi guidato da Matteo Salvini) e capogruppo del Carroccio alla Camera nella scorsa e nell’attuale legislatura.

Laureato in Economia alla Bocconi, commercialista e revisore contabile, Giorgetti è esponente della Lega dalla prima ora. È approdato alla Camera dei Deputati nel 1996, dove è stato riconfermato quattro volte, fino allo scorso 4 marzo. Fra i suoi incarichi istituzionali anche quello di sindaco di Cazzago Brabbia (Varese) fino al 2004.

Tra il 2001 e il 2006 ha guidato la Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione a Montecitorio. Sotto il IV governo Berlusconi, nel 2011, è stato il relatore della Manovra economica correttiva, approvata nel luglio da entrambi i rami del Parlamento.

Giorgetti ha sempre goduto di grande fiducia da gran parte delle forze politiche, avversari compresi. Nel 2013, infatti, l’allora Capo dello Stato Giorgio Napolitano, riconoscendo in lui delle capacità in campo economico, lo chiama a far parte del ristretto “Gruppo dei saggi”, convocati al Quirinale per lavorare ad iniziative legislative di emergenza, durante l’impasse governativa post voto.

Se il suo nome venisse confermato, sarebbe il primo leghista a guidare un governo italiano.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Giorgio Napolitano, riconoscendo in lui delle capacità in campo economico, lo chiama a far parte del ristretto “Gruppo dei saggi”, convocati al Quirinale per lavorare ad iniziative legislative di emergenza, durante l’impasse governativa post voto.

    sì dovevano lavorare gratis ma dopo l’incarico gli affidarono poltrone pubbliche strapagate:come antitrust,etc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *