Il treno per l'aeroporto è ripartito | Due corse all'ora, 61 ogni giorno - Live Sicilia

Il treno per l’aeroporto è ripartito | Due corse all’ora, 61 ogni giorno

Arrivata ieri pomeriggio l'autorizzazione alla messa in servizio.

PALERMO
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Da questa mattina, dopo circa tre anni di lavori terminati lo scorso luglio sul Passante ferroviario di Palermo, è tornato il collegamento ferroviario sulla tratta da Palermo all’aeroporto ”Falcone – Borsellino” di Punta Raisi. Arrivata ieri pomeriggio l’autorizzazione alla messa in servizio da parte dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, al Gruppo FS Italiane, tramite la controllata RFI, Trenitalia ha immediatamente attivato il servizio commerciale agli utenti, attivando anche le due nuove fermate La Malfa e Sferracavallo.

La tratta sarà assicurata con 61 corse al giorno con treni Jazz e Minuetto che dalla stazione di Palermo partiranno nei feriali già alle 5 del mattino e poi all’ora 05 (fermate in tutte le stazioni e durata 75 minuti) e all’ora e 35 (servizio veloce con tutte le fermate fino a Palermo San Lorenzo e Carini, durata 56 minuti). Dall’aeroporto ultima partenza alle 21,52.

“Abbiamo fatto una serie di lavori che hanno riguardato anche la stazione Francia che prima era in superficie con un binario e ora è interrata con due binari anche se attualmente uno solo è operativo fino a San Lorenzo, da San Lorenzo a Punta Raisi abbiamo l’opera completa con due binari – spiega il responsabile delle opere del Passante ferroviario di Palermo, Filippo Palazzo, ingegnere di Rfi – Abbiamo finito di scavare l’ultimo tratto di galleria fino a Belgio con la cosiddetta “Talpa” lo scorso 19 settembre. Dal punto di vista infrastrutturale l’opera è quasi completa, abbiamo bisogno di attrezzare tecnologicamente con binari, linea di contatto e sistemi di sicurezza necessari. I lavori saranno completati a fine 2019 e avremo anche il doppio binario da Notarbartolo a Francia e poi si dovranno attendere i tempi delle autorizzazioni”, conclude Palazzo. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Bravi, Palermo entra nel 21 secolo

    INSOMMA 56 MINUTI!!! PER UNA DISTANZA SIMILE MI SEMBRA RIDICOLO

    Con un binario solo possiamo entrare solo nel 1800 ! Per chi non lo ricordasse i lavori iniziati nel 2006 erano per il RADDOPPIO del binario ferroviario !!! C è un contenzioso in corso con la ditta ed intanto a noi Siciliani che manca la memoria, ci fanno credere quello che vogliono. Si chiama controinformazione
    Povera Sicilia

    Quando il doppio binario sarà disponibile nel resto d’Italia avranno il teletrasporto

    La durata del servizio “veloce” è di 56 minuti!!??

    5 commenti, 4 di critica… come al solito, palermitani sciarriati ca cuntintizza. Se è rosso, perché è rosso, se è bianco perché è bianco. Ma non v’abbutta?

    A dorso di mulo si fa prima! Ma hanno messo i treni o le vecchie littorine dismesse??? Siamo sempre gli ultimi in tutto

    In 56 minuti si arriva a Roma con l’aereo!

    Quattordici anni di lavori, quasi un miliardo di euro spesi, per un progetto che si chiama “Raddoppio” e …. si festeggia a suon di propaganda mediatica, per la riattivazione ad un solo binario e nessuno evidenzia che se non si risolve il contenzioso con l’impresa e non si supera il problema di vicolo Bernava (60 mt. di galleria), si raddoppia una beata M….! Si tratterà solo di un ammodernamento e di qualche fermata in più, alla modica cifra di unmiliardodieuro!

    Brescia e’ una paese a confronto a Palermo ha una metropolitana che passa ogni 10 minuti…ah questi TOGLODITI LEGHISTI…

    Per la serie, fare le cose per forza non badando all’effettiva efficacia.

    La corsa veloce impiega UN’ORA, velocità del carretto.

    Ma è mai possibile???????

    Facciano due treni scaglionati, uno diretto per l’aeroporto (giustamente più caro) ed uno che fa tutte le fermate.

    Ci vuole il genio per capirlo??????

    CARO PINUZZU VEDRA` CHE SERVIRA` UN CONSULENTE CHE COSTA 150,000 EURO L`ANNO CHE DIRA` LORO LE STESSE CONSIDERAZIONI CHE LEI FA ADESSO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.