Indisciplinati al volante| Le infrazioni dei palermitani - Live Sicilia

Indisciplinati al volante| Le infrazioni dei palermitani

Nel 2014 le multe per eccesso di velocità sono state ben 90.786, a cui si aggiungono le 17.590 dei primi 4 mesi del 2015; solo in via delle Libertà, le patenti ritirate sono state 135 nel 2014 e 47 nel 2015. Ecco tutti i numeri.

i dati della polizia municipale
di
17 Commenti Condividi

PALERMO – Assomiglia a un bollettino di guerra e invece è solo l’elenco (piuttosto lungo, per la verità) delle infrazioni al Codice della Strada sanzionate a Palermo dalla Polizia municipale dal 2014 a oggi. Una sfilza interminabile, i cui numeri sono oggettivamente impressionanti e la dicono lunga su quanto siano indisciplinati gli autisti in città, con risultati a volte tragici come dimostra la morte di Tania Valguarnera.

Nel 2014 le multe per eccesso di velocità sono state ben 90.786, a cui si aggiungono le 17.590 dei primi 4 mesi del 2015; solo in via delle Libertà, le patenti ritirate sono state 135 nel 2014 e 47 nel 2015, sempre per lo sforamento dei limiti orari, mentre le infrazioni per eccesso di velocità 262 nel 2014 e 90 nel 2015.

In totale lo scorso anno sono stati 1.215 i punti decurtati dalle patenti, contro i 431 di quest’anno; la mancata precedenza ai pedoni ha comportato 193 verbali nel 2014 e 62 nel 2015; a passare con il rosso sono stati in 321 nel 2014 e 129 nel 2015; hanno sostato sulle strisce pedonali in 12.568 nel 2014 e in 4.878 nel 2015. E ancora, dal 2014 a oggi, 80 sono stati fermati in stato di ebbrezza, 19 macchine si sono date alla fuga e 405 pedoni sono rimasti coinvolti in incidenti, di cui 13 hanno perso la vita.

LE REAZIONI
“Il 50% dei proventi delle multe dovrebbe essere investito per la sicurezza stradale, ma a Palermo l’asfalto è ovunque un colabrodo nonostante i 140 milioni di euro dati ogni anno a Rap a spese dei contribuenti e la sicurezza di pedoni e automobilisti è in pericolo. Pensare di risolvere ogni problema con gli autovelox è da incompetenti, servono più controlli anche per chi guida parlando al cellulare, multe salate che oggi sono troppo poche e una regolamentazione degli impianti pubblicitari che spesso distraggono alla guida perché posizionati nei luoghi più assurdi. L’amministrazione Orlando intervenga, da tre anni non ha fatto nulla per migliorare le strade e la sicurezza. L’impressione è che il sindaco faccia seguire alla città il passo del gambero, andando sempre più indietro”. Lo dice il consigliere comunale del Pd Sandro Leonardi.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    senza voler mancare di rispetto alla polizia municipale, ma i 321 che sono passati con il rosso nel 2014 sono quelli cui ho assistito io, tutti gli altri l’hanno fatta franca.

    la nostra città e’ sempre più una giungla.

    e chiunque cammina con un passeggino si rende conto di cosa parlo.

    basta poi guardare lo sguardo dei turisti quando attraversano le nostre strade, hanno lo sgomento dipinto in viso, tra motorini che non rispettano i semafori per essere in prima fila alla ripartenza con il rosso, quelli che usano i marciapiedi come scorciatoie per evitare di girare gli isolati e, fenomeno nuovo da qualche hanno, un esercito di extracomunitari in bicicletta che percorrono le strade in contromano o nelle corsie preferenziali.

    Io mi chiedo come sia possibile che nessuno “noti” i ciclisti sulla corsia centrale di viale Regione, prima o poi ci scappa il morto…..

    Basta scendere in strada per notare gente che manda messaggi mentre guida, che corre, che mette lo stereo a palla cosi che mi si crepano i vetri di casa, che getta le cose dal finestrino, che parcheggia sulle strisce pedonali, alle fermate dei pullman, sui parcheggi dei disabili, e sui marciapiedi costringendo i pedoni a camminare per strada, che non si ferma per farti passare sulle strisce ma si ferma se attraversi fuori dalle strisce, che si infervola al volante anche se ha torto e magari ti stava mettendo sotto.
    Ci sono mille situazioni cosi e se voi mi mostrate questi numeri vantandovi , didico CHE NON BASTANO!!!!!
    Ci sono tanti incoscienti come quello di domenica mattina che ha ucciso Tania, tanti possibili omicida che potrebbero cambiare la nostra vita in peggio per non aver rispettato le regole.
    Chiedete uno stato di emergenza e 2000 vigili urbani in più solo cosi possiamo ritornare ad una normalità che ci spetta di diritto!!
    Tutte le persone, le istituzioni, che non faranno nulla per questo problema si porteranno sulla coscienza i morti di Palermo per incidente stradale!
    Per strada non esiste la legge!

    Per capire meglio i dati, bisognerebbe pubblicare, però, anche quante di tutte le multe sono state pagate. Perché sono convinto che, esista una categoria,numerosa, di “violatori” che abitualmente non pagano le multe …. tanto, nullatenenti sono!
    Allora perché non instaurare una norma, che preveda che in caso di infrazioni che potenzialmente potrebbero causare incidenti gravi, venga sequestrato il mezzo mediante applicazione di ganasce con l’auto parcheggiata nella via di residenza.
    Primo, sicuramente si eviterebbero vittime umane, secondo si individuerebbero i “violatori abituali”, terzo si eviterebbe di sperperare denaro pubblico per ufficiali e depositi giudiziari, quarto si ridurrebbe drasticamente il numero di mezzi sulle strade e non ultimo invece l’incremento all’uso dei mezzi pubblici….e se tolgono abusivamente le ganasce allora l’arresto!…. A mali estremi, estremi rimedi ….

    Salve a tutti, solo un osservazione, a prescindere dai tanti automobilisti incivili e che non rispettano il codice della strada noto molto spesso giovani anche studenti che parlano radunati quasi in mezzo alle strade fregandosene di intralciare le auto neanche le guardano…. spesso rimango allibito bisogna fare la gimcana non si spostano e ti guardano pure male…. secondo me si dovrebbe ripartire dai più giovani.

    Quello che non mettono mai le frecce!!!!!! Li odiooooo

    Migliaia e migliaia di multe per eccesso di velocità, ossia autovelox. Giusto, anzi sacrosanto, ma…
    Per mancata precedenza ai pedoni, 193 IN UN ANNO. Una ogni due giorni.
    Per il passaggio con il rosso, 321 IN UN ANNO. Meno di una al giorno.
    Il tutto con 520 agenti (dati ufficiali Polizia Municipale) ogni giorno impegnati nel settore Mobilità.
    Poi quando si dice che interessa solo fare cassa e che la PM lavora poco e male, piuttosto che regolamentare veramente il caos di Palermo, si viene tacciati per “panormosauri” o altro.

    C’è il fermo amministrativo per chi non paga le multe.
    Sulle ganasce sono d’accordo con te, ma è utopia. Come non vanno a fare multe nei quartieri più degradati e allo stesso modo gli ufficiali giudiziari non mettono piede, pensi che qualcuno andrebbe a mettere le ganasce ad un auto? Impossibile purtroppo.

    Capisco che la norma dovrebbe essere conosciuta a tutti,ma in via libertà è cosi difficile mettere la segnaletica che indichi che non si devono superare i 30 o al massimo i cinquanta chilometri orari ogni 20 metri visti i continui incidenti e i vigili palermitani tradizionalmente imboscati negli uffici?

    Consapevolmente d’accordo, però è pure vero che se VV.UU., Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza si chiamano “Forse dell’ordine” un motivo dovrebbe esserci!…
    Consapevolmente sconfortato…

    Segnaletica e controllo della velocità via satellite e multe salate per chi non rispetta le regole con ritiro della patente nei casi più gravi,a volte vedo sfrecciare motori in via libertà che sicuramente superano i cento chilometri all’ora.Mancano i vigili ma gli autovelox li hanno inventati,non abbiamo neanche i soldi per comprarli?O come al solito chi ci deve pensare se ne frega?

    e quelli che percorrono in bici contromano la corsia, mentre tre metri più in là c’è la corsia normale nelle strada normale.

    Ma secondo voi in via libertà lo sanno i palermitani che esiste il cartello che impone di disporsi su file parallele ( è quello con le frecce parallele).
    in forza di quel cartello si può superare anche da destra ( uno dei casi previsti dal codice della strada) perchè non si ci dovrebbe spostare dalla propria corsia, ma nella relatà si assistono a vere e proprie gimcane per evitare i pedoni, per superare le moto ( o le auto) che viaggiano al centro della strada.

    Non parliamo della freccia, come fai a mettere la freccia per svoltare quando stai parlando al telefonino, fumando un sigaretta ed hai il volante in mano, e pure la freccia dovresti mettere? ma no a che serve, si consumano le lampadine.

    Da ULTIMO, VORREI CHE FOSSERO MULTATI TUTTI COLORO CHE USANO LO SPECCHIETTO RETROVISORE CHIUSO ( SI ROVINA O ME LO ROMPONO SE LO TENGO APERTO, TANTO HO QUELLO INTERNO CHE è LO STESSO, O NO?).

    iNSOMMA CHIUNQUE RIPENDE CON UNA TELECAMERA 10 MINUTI DI GUIDA DEL PALERMITANO TIPO SI RENDE CONTO CHE E’ UN VERO MIRACOLO NON AVERE UN INCIDENTE AL GIORNO

    METTETE LE PATTUGLIE CIVETTA – QUANDO VEDONO I VIGILI I SOLITI FURBI SI “CACANO” DOPO 5 MINUTI SONO PIU’ DELINQUENTI DI PRIMA !! AUTO CIVETTA COME NELLE ALTRE CITTA’. PERCHE’ QUI CI ARRIVIAMO SEMPRE DOPO A FARE LE COSE..??? PERCHE’..?? SIAMO INDISCIPLINATI..!! ORMAI DOVE SONO GLI AUTOVELOX MOBILI LO SANNO TUTTI….

    quoto, quelli che non mettono le frecce sono arroganti

    321 passati con il rosso?????? Ma se vi mettete ammucciati un giorno ad un qualsiasi semaforo ne conterete molti di più. Dai dati pubblicati nel 2015 sembriamo più disciplinati, o forse i vigili hanno lavorato di meno?

    Per ultimo stasera a strisciala notizia hanno fatto vedere un servizio di Stefania Petix che riprende in piazza san Domenico (zona pedonale) una persona sullo scooter che passa senza casco e in una zona riservata ai pedoni, il tutto davanti ad un vigile che neanche riconosce l’infrazione!
    Sono talmente assuefatti e poco propensi a far rispettare la legge che ormai si sono dimenticati perché li paghiamo.
    Buttate fuori chi non fa il proprio dovere…
    Purtroppo ci vogliono i controllori dei controllori…che livello frizzante abbiamo raggiunto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *