Insulti alla figlia di Antoci |"Amareggiato e frastornato" - Live Sicilia

Insulti alla figlia di Antoci |”Amareggiato e frastornato”

L'episodio in una pizzeria di Acquedolci

Messina
di
5 Commenti Condividi

ACQUEDOLCI (MESSINA) – “Ho presentato una denuncia contro quello che è accaduto ieri a mia figlia che mentre era a mangiare una pizza con le amiche ad Acquedolci è stata insultata da un giovane che ha poi pronunciato insulti che riguardavano me. La ragazza spaventata si è allontanata dal locale”. Lo dice l’ex presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, cui è stata assegnata una scorta per le minacce ricevute e l’attentato di cui è stato vittima. “Sono molto amareggiato e frastornato non è giusto che una famiglia passi quello che sta passando la mia. Spero che gli inquirenti rintraccino subito il colpevole che non sembra essere del luogo”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Purtroppo il virus della Stupidità è sempre diffuso e contagioso

    Purtroppo gentmo dott Antoci quello che si passa in questi certi momenti è impensabile ed inimmaginabile il maschiaramento per depistare il favoreggiamento il muro di gomma che favorisce la mafia ed i mafiosi è molto difficile abbatterlo. La comprendo per quanto mi hanno fatto solo per essere stato fedele alle leggi dello stato Lei forse potrà capirmi. Bisogna tenere duro la mafiosita di certa gente siciliana andrebbe studiata bene bene.

    Diano la scorta anche alla figlia.

    Al di la’ dell’episodio assolutamente condannabile , invero non condivido questo metodico risvolto mediatico che di volta in volta promana al verificarsi di ogni seppur esecrabile accadimento……. comprendo l’eventuale stato d’animo ma sarebbe piu’ apprezzabile limitarsi a coinvolgere (e giustamente) esclusivamente le forze dell’ordine, evitando questi ultronei risvolti mediatici……Le battaglie si possono fare anche in modo piu’ silente….

    in ogni caso questo signore cerca sempre un minimo di visibilita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *