I candidati alle primarie| Non ci sono Adragna e Bianco - Live Sicilia

I candidati alle primarie| Non ci sono Adragna e Bianco

Consistente la presenza femminile, soprattutto a Trapani e Agrigento. Oltre agli uscenti Adragna e Bianco ha ritirato la propria candidatura il coordinatore esecutivo regionale Enzo Napoli: "È un atto di responsabilità politica". A Messina in pole il ticket Genovese-Modica. A Palermo c'è Mattarella.

PD, LA CORSA ALLE POLITICHE
di
16 Commenti Condividi

PALERMO – Prende forma l’organico dei candidati alle primarie del Partito Democratico in Sicilia, con una presenza femminile che dovrebbe attestarsi attorno al 50 per cento. La sorpresa dell’ultimora è la mancata presentazione del senatore Benedetto Adragna. Non sarà al via nemmeno il coordinatore esecutivo regionale Enzo Napoli, che motiva così la sua decisione: “Ho rinunciato, nonostante il sostegno di tanti e amici e compagni che ringrazio, a candidarmi alle primarie. Il senso di responsabilità verso l’area in cui, sino ad oggi, ho compiuto il mio percorso politico, mi ha indotto ad evitare inutili contrapposizioni”.

A ridosso della Valle dei Templi da record la presenza femminile, con ben otto donne in elenco, rispetto agli appena cinque uomini. Ci sono la sambucese Antonella Maggio e la riberese Filippa Garuana, ma anche Maria Iacono, Sabrina Mangione, Tiziana Russo, Giovanna Iacono, Marcella Militello e Angela Galvano. In quota blu invece si presentano l’uscente Angelo Capodicasa, Daniele Camilleri, Tonino Moscatt e Giuseppe Sinesio. Non sarà in corsa, invece, Vincenzo Marinello, che ha ritirato in extremis la candidatura.

A Palermo la novità è l’inserimento della diciottesima candidata, si tratta di Rosa Faragi, docente universitaria nativa di Prizzi, già assessore comunale nella sua città. Ci sarà invece Bernardo Mattarella. “Mi sono state attribuite dichiarazioni non mie riguardanti una nota pubblicata da Tonino Russo” dice Mattarella, che ha comunque confermato che sarà regolarmente in corsa per un posto in parlamento.

A Catania, invece, come preannunciato non c’è Enzo Bianco. Saranno invece in corsa gli uscenti Marilena Samperi, Giovanni Burtone e Giuseppe Berretta. Proverà il salto fra Montecitorio e palazzo Madama l’ex deputato regionale Giovanni Barbagallo, così come Tania Spitaleri, Luisa Amandella e la renziana Amanda Catania. Solo sette dunque i candidati che hanno presentato la propria candidatura.

A Messina il ticket in pole position è quello formato da Francantonio Genovese e Liliana Modica, entrambi dell’area “Innovazioni”. Da Patti si candida Maria Tindara Gullo. In corsa Alessandro Russo, Antonio Saitta, Luciana Intelisano, Giuseppe Occhino e l’insegnante Lucia Tarro. Non c’è invece Maria Flavio Timbro, a favore della cui candidatura si erano esposti diversi giovani della provincia.

A Ragusa saranno dieci le personalità del Pd in lista, a partire dalle ex consiglieri provinciali Angela Barone, Venerina Padua e Maria Licitra. Ci sarà l’ex senatore Gianni Battaglia, oltre a Giorgio Massari. In corsa il presidente del circolo di Vittoria Salvatore Di Falco, il presidente del circolo di Comiso Gigi Bellassai e l’esponente del partito ad Ispica Roberto Roccuzzo. Come annunciato in lista il sindaco di Modica, Antonello Buscema.

Il nome principale nella provincia trapanese è quello di Nino Papania. Oltre a lui si giocheranno un posto in lista per la Camera ed il Senato anche Pamela Orrù, Giuliana Zerilli, Anna Maria Angileri, Rosaria Rallo, Marina Militello, Daniela Toscano, Dario Safina e Ninni Romano.

Sono quattro i nomi inseriti nelle liste per le primarie a Enna. Su tutti l’uscente Vladimiro Crisafulli, alle cui spalle ci sono tre esponenti del partito in provincia: Maria Greco, avvocato di Agira; Fabio Arena, segretario del Pd a Valguarnera; Katia Rapè, segretario del Pd a Villarosa.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

16 Commenti Condividi

Commenti

    Sento puzza di presa in giro. Questi selezionati dalle primarie in che posizione andranno? Aspettiamo di vedere le liste ma comunque voteremo 5 stelle.

    Ma cosa spinge tutti questi volontari del benessere pubblico a candidarsi per un posto politico che se anche di sturalavandini è il benvenuto? Vorrei sapere se al posto dei lauti compensi percepiti Vi fosse semplicemente un ringraziamento per il lavoro da loro fatto in maniera disinteressata a vantaggio dei cittadini, vi fossero tutti questi benefattori.

    Vi consiglio prima di scrivere… di verificare l’attendibilità delle notizie!!! Non risulta, infatti, che Bernardo Mattarella sia in procinto di ritirare la propria candidatura e meno che mai che abbia partecipato alla scorsa direzione provinciale del partito. Al contrario, Mattarella è in piena campagna elettorale !!! Correttezza ie deontologia professionale, tra l’altro, impongono di interpellare il diretto interessato prima di attribuirgli dichiarazioni virgolettate.
    Mi auguro una correzione

    @ caterina
    Presa in giro? E’ la prima volta in Europa che si fà un’operazione di democrazia così trasparente a cui partecipano milioni di persone!
    Pensa piuttosto alle “parlamentarie” di Grillo. Forse non sai che alle primarie dei grillini:
    1. hanno votato solo 20.000 persone (meno di un quartiere di città)
    2. i requisiti sono stati decisi da Grillo d’autorità
    3. il computer centrale è gestito da Casaleggio
    4. il garante delle elezioni era Grillo.
    Insomma, una buffonata vergognosa.
    Tu e i tuoi grillini sì che non vi fate prendere in giro!

    @deprimiti e caterina
    non sono nè di sinistra, e neanche un grillino… ma entrambi siete convinti che le cose cambieranno votando il Pd o il falso moralista grillo? Sveglia…….

    meno male che si parla di ricambio generazionale … riflettete vecchi politici …

    Chi vota PD (in specialmodo per le ridicolissime ed ormai frequentissime primarie) o è stato raccomandato o è in cerca di raccomandazione!!!

    Cioè un parassita!

    Molte donne non sanno nemmeno cos’è la politica . Avremo un Parlamanto peggiore dei Consigli Comunali di Paese. Ridicoli voi tutti del PD. Le Primarie sono una bufala per tutti!!!!!!!!!

    @ manichino
    Certamente, votando Berlusconi, Bossi, Miccichè e Santanchè (rima!) cioè coloro che hanno dominato per 20 anni e ci hanno portato al baratro, è sicuro che le cose possono solo peggiorare.
    Svegliati tu.

    avete sbagliato il nome del cadidato della valle dei templi non è finesio ma SINESIO correggete la notizia almeno per far si che gli elettori sappiano chi è realmnete il cognome del candidato

    In Provincia di Agrigento c’è la possibilità di dire basta a 30 anni di Capodicasa (tra Ars e Camera). Forza Tonino Moscatt!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ..a Caltanissetta ?

    Non si presenta nessuno consapevoli del fatto che la città stà morendo !!

    @deprimiti
    Sono molto d’accordo con manichino, il tuo amico Prodi che è di sinistra ti ricordo che ha rovinato l’Italia, e poi la storia ce l’ho insegna dove c’è comunismo c’è povertà e miseria svegliati tu, noi siamo molto svegli……anzi fai svegliare ad altri pure!

    Si tratta sempre di porcellum trovo indecoroso che si vada a votare col vecchio sistema è una vergogna.

    Si tratta sempre di porcellum trovo indecoroso che la politica non abbia fatto nulla per cambiare le cose, vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.