Tangente in diretta: "Li vuole contare?" - Live Sicilia

Tangente in diretta: “Li vuole contare?”

"…Se non era per te questo lavoro non l’avrebbero mai preso”, diceva l'11 marzo scorso l'ingegnere Piergiorgio Ingrassia sulle scale dell'azienda sanitaria provinciale di Palermo. Lo ripeteva all'imprenditore costretto, secondo l'accusa, a pagare una mazzetta per lavorare nei sub appalti del fotovoltaico. Una mazzetta finita nelle tasche del deputato regionale del Pd, Gaspare Vitrano. E Vitrano rispondeva: “Sì, infatti”. Una frase che per gli inquirenti rappresenta la confessione, in diretta, del reato. Il dialogo a tre è stato registrato dalle microspie dei poliziotti della sezione reati contro il patrimonio della Squadra mobile di Palermo a cui si è rivolto l'imprenditore stanco, ha raccontato, delle vessazioni del politico. “S” e LiveSicilia sono in grado di farvi ascoltare, in esclusiva, le voci di quell'intercettazione. (ENTRA NELL'ARTICOLO E ASCOLTA)
Vitrano-Ingrassia, esclusiva S in edicola
di
17 Commenti Condividi

“…Se non era per te questo lavoro non l’avrebbero mai preso”, diceva l’11 marzo scorso l’ingegnere Piergiorgio Ingrassia sulle scale dell’azienda sanitaria provinciale di Palermo. Lo ripeteva all’imprenditore costretto, secondo l’accusa, a pagare una mazzetta per lavorare nei sub appalti del fotovoltaico. Una mazzetta finita nelle tasche del deputato regionale del Pd, Gaspare Vitrano. E Vitrano rispondeva: “Sì, infatti”. Una frase che per gli inquirenti rappresenta la confessione, in diretta, del reato. Il dialogo a tre è stato registrato dalle microspie dei poliziotti della sezione reati contro il patrimonio della Squadra mobile di Palermo a cui si è rivolto l’imprenditore stanco, ha raccontato, delle vessazioni del politico. “S” e LiveSicilia sono in grado di farvi ascoltare, in esclusiva, le voci di quell’intercettazione. (ASCOLTA)

Un’intercettazione che ha rappresentato per i magistrati della procura di Palermo il punto di partenza di un’inchiesta sul lato oscuro degli affari dell’energia alternativa. Un groviglio di società e conti correnti esteri. I soldi delle tangenti sarebbero finiti in Svizzera. Il mensile “S”, in edicola da oggi, ha seguito le tracce del denaro grazie alle ricostruzioni dei protagonisti dell’affaire fotovoltaico. A partire da un elemento che Vitrano ha fornito agli inquirenti: “Io, Ingrassia, Bonomo e Marco Sammatrice siamo andati a Lugano… chiediamo di aprire un conto a nome di Sammatrice e uno a nome mio… torniamo da Lugano, dove abbiamo prelevato 50 mila euro, e ventimila euro li ho presi io, 20 mila Bonomo e 10 mila euro Ingrassia…”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Entrambi di sinistra ed entrambi agli arresti domiciliari, nonostante quello che abbiamo sentito e poi non esiste la maggistratura politicizzata, verrebbe da dire “Menomale che Silvio C’E'”

    Aloisio per una poltrona si fa tutto. Meno male che Silvio C’E’

    Minkia ke skifo!!

    Adesso qualcuno continuerà a scrivere che è tutto un “equivoco” … 🙂

    @Aloisio , informati , per reati di questo tipo è prevista dalla legge la misura cautelare degli arresti domiciliari; la destra e la sinistra non c’entra nulla.

    Vedete, alcuni di voi, davanti ad un reato di questo tipo, si limitano a parlare di destra e sinistra.
    Cosa c’entra qui la destra o la sinistra?
    Sarebbe opportuno condannare e basta, senza se e senza ma.
    Penso che la nostra condanna ad essere mediocri sia dovuta proprio a questo ateggiamento davanti a fatti come questo.

    Bisognerebbe adottare lo stesso sistema dell’Arabia Saudita. Il taglio della mano!

    Politici tutti merdosi e corrotti e scilipoti.

    I ladri sono ladri, sia che rubano con la destra sia che rubano con la sinistra. Non ho capito cosa c’entra Silvio se qualcuno me lo spiega?

    Silvio si è fatto così tanto odiare che la colpa per ogni illecito è sempre sua!
    Bando alle ciance, certa gente dovrebbe marcire in carcere, per rispetto della gento onesta che si rompe il c— per guadagnare “il giusto” per campare la famiglia!
    VERGOGNA VITRANO!

    Complimenti a Riccardo Lo Verso. Dico una cosa semplice: in televisione vorrei vedere questi servizi non i telegiornali soporiferi di rai tre, antenna sicilia, video regione…telecolor
    Passate in televisione con tutti i video che fate gli altri possono andare a raccogliere cicoria

    Vitrano si dovrebbe vergognare di esistere…e ancora c’è chi a misilmeri crede in lui….

    Sono già dei privilegiati ad avere un lavoro ben retribuito e rubano pure……
    Altro che domiciliari, in galera e buttare le chiavi!!!
    Saluti.

    @Giovanni. Ma che fine hai fatto?… Non lo difendi più il tuo caro ing. Ingrassia?

    Ma con quale faccia andrete in giro? Io cambierei citta’. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.