L'inchiesta sulla Tav, parla Bellomo: | "Non ho redatto alcun atto" - Live Sicilia

L’inchiesta sulla Tav, parla Bellomo: | “Non ho redatto alcun atto”

"Non ho redatto per questo progetto alcuna perizia geologica o ambientale", dice attraverso il suo legale.

Il geologo ai domiciliari
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Il geologo Walter Bellomo, da ieri agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta di Firenze per i lavori del sottopasso ferroviario, in relazione alle notizie di stampa che lo riguardano, precisa attraverso il suo legale, Enrico Sorgi, che ”l’unica accusa che sostanzialmente mi viene mossa, nella mia qualità di componente della Commissione ministeriale Via, attiene alla redazione di pareri di favore sulla questione dello smaltimento delle terre provenienti dallo scavo della galleria, resi collegialmente dalla stessa Commissione, composta da cinquanta componenti”.

”Si tratta di atti – aggiunge – che io non ho redatto né come referente del progetto, né come membro del gruppo istruttore. Non ho redatto per questo progetto alcuna perizia geologica o ambientale, non ho nessun ruolo nella direzione e nel collaudo dei lavori, non ho avuto alcun incarico che riguardasse tale infrastruttura, né ho mai avuto in tutta la mia vita professionale alcun incarico dalla Coopsette, appaltatrice dei lavori, né in questo né in altri lavori”.

”Secondo l’accusa – continua – i pareri favorevoli resi dalla Commissione Via sarebbero stati ricompensati in mio favore da parte della Lorenzetti con utilità varie e in particolare sponsorizzandomi per incarichi di prestigio. E’ appena il caso di precisare che questa impostazione accusatoria è incentrata sulla pretesa illiceità dei pareri – in realtà del tutto corretti – resi dalla Commissione ma non è dato comprendere perché mai tutti i cinquanta componenti di quell’organo collegiale avrebbero dovuto piegarsi a commettere un illecito solo per le mie presunte interferenze indebite”. Quanto ai rapporti con la senatrice Anna Finocchiaro, ”desidero precisare – dice Bellomo – che non ha mai interferito con la mia attività professionale, né tantomeno mi ha mai sollecitato alcun indebito intervento. Sono assolutamente sereno e certo di dimostrare l’insussistenza degli illeciti che mi vengono contestati”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Eppure me lo ricordo quando “pontificava” a Palermo nelle vesti di Segretario del PDS!

    Chissà se il geologo Bellomo fosse stato un dipendente dell’amministrazione regionale siciliana quale putiferio di commenti malevoli e inossidabili certezze sulla sua rete di “rapporti professionali” si sarebbe scatenato!

    È si sarebbe vantato LUI della scoperta della maciugghia!

    Vergogna, questo signore, autentico portaborse, senza l’appoggio del partito ( ma come lui tanti), starebbe ancora cercando un lavoro. Aspirava pure a diventare deputato, come se non bastassero quelli mandati al parlamento ( li vediamo solo lì) per fare numero.Pubblichiamo tutte le intercettazioni, complete, l’elettorato deve sapere chi ti cerca il voto ( ma i politici interessati ormai mandano solo i galoppini a cercare voti tra la gente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.