Lutto nell'avvocatura | È morto Alessandro Bonsignore - Live Sicilia

Lutto nell’avvocatura | È morto Alessandro Bonsignore

Lo scorso ottobre aveva compiuto 84 anni. Cinquantotto dei quali trascorsi indossando la toga.

6 Commenti Condividi

PALERMO – Lo scorso ottobre aveva compiuto 84 anni. Cinquantotto dei quali trascorsi indossando la toga. È morto Alessandro Bonsignore, uno dei più noti avvocati penalisti del foro di Palermo. Si è spento lentamente negli ultimi mesi, dopo una lunga malattia. Personaggio austero e burbero a primo acchito. In realtà la sua era solo schiettezza. Diceva, sempre e comunque, ciò che riteneva necessario sottolineare. Negli anni si ricordano le sue battaglie contro il regime del 41 bis e per l’affermazione del principio dell’uso personale delle droghe, quando ancora per i consumatori erano previste stangate giudiziarie come per gli spacciatori. Bonsignore era uno che non si tirava indietro nemmeno quando c’era vestire gli scomodi panni di avvocato di parte civile per i familiari di Lima al maxiprocesso a Cosa nostra. Fu anche consigliere comunale del Partito socialista a Palermo e si ricorda quando, per protestare contro la città sporca, scese in strada armato di scopa.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    …una persona straordinaria, simpatica come poche. Mi dispiace davvero tanto.

    Un gentiluomo, un grande avvocato, una persona perbene, un coraggioso guerriero della toga. Con fraterna partecipazione, mando un abbraccio a Raffaele, degno erede della tradizione forense della famiglia Bonsignore. Salvo Priola

    Un grande avvocato, un grade padre di famiglia, sempre pronto a dare battaglia nelle aule di giustizia, :).

    Il fratello del mio grande Maestro. Un onore assisterlo. Un piacere apprezzarne l’ironia e la voglia di sdrammatizzare persino le situazioni più difficili. Condoglianze alla famiglia.

    Una bella Persona, un Gentiluomo, un Avvocato vero.

    Se ne va un grande uomo e un grande avvocato. Il ricordo della sua simpatia e della sua innata allegria rimarranno indelebili tra le aule e i corridoi del Palazzo di Giustizia di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.