Sprangate al titolare di un bar | Presi 2 rumeni per tentato omicidio - Live Sicilia

Sprangate al titolare di un bar | Presi 2 rumeni per tentato omicidio

Salajan Mircea, 41 anni e Cozma Sibian, 29 anni

Si tratta di Salajan Mircea, 41 anni e Cozma Sibian, 29 anni, zio e nipote, che a novembre avrebbero pestato a sangue Filippo Guardì, 48 anni, titolare del "New Bar" di via Paolo Balsamo e due dipendenti.

Palermo
di
47 Commenti Condividi

PALERMO – Avevano preso a sprangate il titolare di un bar, mandandolo in ospedale per più di un mese in condizioni gravissime. Finiscono oggi in arresto per tentato omicidio due romeni, accusa di tentato triplice omicidio.

Si tratta di Salajan Mircea, 41 anni e Cozma Sibian, 29 anni, zio e nipote, che a novembre avrebbero pestato a sangue Filippo Guardì, 48 anni, titolare del “New Bus Bar” di via Paolo Balsamo e due dipendenti. Una lite violentissima quella che si verificò quel pomeriggio, nata dalla richiesta da parte del titolare, che aveva invitato uno dei due romeni ad uscire fuori dal locale perché stava fumando.

I due si sarebbero così allontanati, per rientrare nel bar subito dopo, e armati fino ai denti. Le vittime riferirono subito che ad aggredirle erano stati due uomini dell’Europa dell’Est e in questi mesi, in base alle descrizioni fornite e agli elementi raccolti, le indagini dei poliziotti del commissariato Brancaccio si sono concentrate sui due.

Quel giorno erano entrati in azione con spranghe, coltelli ed un “tira pugni”, provocando ferite gravissime a Guardì, trasportato d’urgenza al Policlinico e diversi traumi e contusioni ai due dipendenti, le quali testimonianze si sono rivelate fondamentali.

Gli investigatori hanno rintracciato Cozma Sibian nei pressi di uno dei luoghi di culto cristiano-ortodossi della città. Si era recato lì l’11 aprile, in occasione della Pasqua ortodossa. Una intuizione che ha permesso alla polizia di far scattare le manette. Così come per Mircea, che negli ultimi mesi si era allontanato dal capoluogo per i dissidi con il parente e per sfuggire alle indagini: è stato individuato grazie alle intercettazioni telefoniche nei pressi dello svincolo autostradale di Villabate. Entrambi sono stati rinchiusi al Pagliarelli.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

47 Commenti Condividi

Commenti

    ora arriva un giudice parassita che li butta fuori. rimandiamoli al loro paese che di delinquenti locali, a palermo ne abbiamo abbastanza.

    Rimandateli in Romania . Le nostre carceri per gente come questa sono alberghi a 5 stelle e per di più a nostro carico.

    Bella gente, le cose giuste. Importiamone quanti più è possibile perchè questi arricchiscono la nostra cultura e la nostra civiltà.

    Si faranno un pò di galera ma dopo lo stato italiano per premiarli come categoria ex detenuti, gli darà Casa, lavoro e vitto tutto gratis. Che Repubblica delle Banane.

    Dite a Palermo è bella che….

    Perche arrestarli? Premiamoli come solo la giustizia italiana sa fare….famiglia del malcapitato fatevi giustizia da soli se no pazienza diamogli le chiavi della città!…

    menomale che c’è gente come lei che sa come vanno queste cose

    Palermo è bella dove sei?
    Vi dovreste solo vergognare di difendere questi elementi!

    Ve la prendete sempre con i giudici: SONO LE LEGGI IL PROBLEMA, e le leggi le scrivono I POLITICI.

    si avvertono i soliti noti che oggi a paterno’ due italiani sono stati arrestati per avere bruciato vivo un giovane per gelosia; oggi ragazzo e’ stato arrestato per avere ucciso in calabria la madre “rea di avere avuto una relazione con un boss del clan avverso”, oggi un ex poliziotto in piemonte ha fatto fuori la sua compagna cubana e ha bruciato un’amica italiana e poi si è suicidato. ieri invece a verona un italiano ha ucciso la madre e il padre e in un’altra città un italiano ha ucciso la moglie davanti al figlio.

    E’ un classico esempio di perfetta integrazione sociale .I due immigrativi si sono talmente integrati alla nostra cultura che possiamo ormai considerarli dei perfetti panormosauri. Bravo l’assessore all’immigrazione Giusto Catania, ha fatto un ottimo lavoro.

    Buttate la chiave !
    Ancora non si è capito che siamo il Paese dei balocchi!
    Ma poi mai che incocciano quello “giusto” ?

    LE PROSSIME ELEZIONI SO CHI VOTARE……..

    il problema sono le leggi… che sono le stesse che permettono ai delinquenti siciliani di chiedere il pizzo, di rubare , di vendere merce rubata, di menare, e manomettere i contatori…

    come i siciliani arrichiscono la civilta’ delle citta’ in cui vanno…

    basta vedere cosa diamo ai siciliani pregiudicati… assegno , casa,e lavoro come pip….

    se non arrestiamo tutti i delinquenti panormosauri… peche’ arrestare proprio sti due???

    Cari commentatori , non a caso questi due delinquenti non vivono in Romania . Il loro paese è troppo civile e la giustizia è severa ed implacabile per permettere a questi parassiti di commettere simili delitti . Dalla Romania tranne pochissimi casi vengono solo i disperati e i delinquenti che non hanno alcun futuro nel loro paese .
    Questa gente sa perfettamente di come funzionino le cose in Italia e che siamo gli zimbelli d’Europa e proprio per questo ne approfittano . Del resto ci prodighiamo per accogliere i finti perseguitati che arrivano a migliaia , figuriamoci se ci perdiamo l’occasione di accogliere tutti i delinquenti d’Europa . Ormai siamo in un paese dove le regole valgono solo per gli italiani e di questo cari amici ringraziate la Boldrini e tutti i finti buonisti pseudo-intellettuali. Continuiamo così che ben presto tra la delinquenza locale e quella importata non potremo più uscire di casa . Concludo , invece di colpevolizzare stati come la Romania che le leggi le fanno rispettare io consiglierei di fare il Mea culpa e cominciare a cambiare atteggiamento. Saluti

    anche se beppe grillo da come parla fa paura credo che bisogna votarlo ad ogni costo……… quindi alle prossime elezioni ….. movimento 5 stelle……………..

    Sogno…Frega nulla possa passare per “giustizialista”—
    Loro rientrano nel bar per vendicarsi e trovano 7 vichinghi che li aspettano e che sbucano dal bagno..e li calci nel culo a mitraglia….e poi tuffo alla cala!
    Ma purtroppo è andata al contrario…peccato. Con certi subumani il codice civile, penale, amministrativo non funge.

    Palermo è bella è silenzioso, non gli conviene sparare le solite ca@@ate!

    Al loro Paese li “struppiano” per bene!
    Qualche volta andranno a trovare Palermo è bella che così cambierà idea, l”amico!

    Angelino Alfano, ti invito a chiudere le frontiere italiane.

    Già fatto e da rifare…

    @ Palermo è bella – è inutile che rispondi alle provocazioni, l’intolleranza ed il razzismo ormai imperano anche nella nostra città. Sono diventati tutti quanti discepoli di Salvini…..

    in una citta’ dove migliaia di persone sono state uccise dalla mafia, in una citta’ dove politici corrotti e collusi hanno saccheggiato il bene pubblico, nella citta’ del sacco di palermo e del racket, il problema non sono certo i rumeni!
    chi lo sostiene o e’ razzista o e’ in totale malafede oppure vuole coprire le malefatte degli italiani.

    ci sono migliaia di altri casi in cui italiani hanno aggredito altri italiani o stranieri per futili motivi. ma i giornali non ne parlano, preferiscono parlare di un isolato episodio commesso da stranieri, per qualche clic in piu’. sembra proprio che siccome palermo non e’ razzista, anzi e’ antirazzista nell’animo, a certi ambienti politici e giornalistici cio’ da fastidio e tentano in tutti modi di far diventare razzisti i palermitani, amplificando isolati fatti di cronaca commessi da stranieri e nascondendo le iniziative di solidarieta’ dei palermitani nei confronti degli immigrati.
    non capiscono che la gente non abbocca, ha capito (e da tempo) il giochetto! il palermitano e’ furbo, non abbocca ai tranelli e alle trappole.
    fiato sprecato, palermo non sara’ mai razzista, parlate d’altro!

    Appunto palermo è bella, gia ci bastano i nostri delinquenti, altri non ne vogliamo. Se tu li vuoi: “ANNACATILLI”.

    ti informo che oramai sono comunitari per cui liberi di circolare

    hai detto bene; rispetto alle carceri e alle pene romene il nostro Pagliarelli è un hotel “5 stelle lusso”

    Chi Grillo? Quello che fa votare per l’abolizione del reato di immigrazione clandestina? Ancora dietro a sto pacco andate…svegliatevi

    Non importa se italiano o straniero, il rispetto delle regole vale per tutti e chi non le rispetta carcere e non barzellette. Manca questo in Italia che ormai, effettivamente, è diventata davvero una repubblica delle banane che tartassa gli onesti e premia i furbetti. Non capisco a che pro visto che continuando così si arriverà a populisti al potere con conseguente tocco del fondo

    Non hanno diritto di stare in mezzo alle persone visto che persone non sono

    l’unico che puo’ salvare la Sicilia, anche se paradossale e’ Salvini e quindi la Lega…..dobbiamo votare tutti per lui!!!!!!!

    Il partito che prendeva voti dai settentrionali promettendo di togliere i soldi ai meridionali, ora prende voti da loro, facendo leva sul problema degli stranieri…
    INGENUI!

    I veri problemi italiani sono LA CORRUZIONE e LA MALAVITA ORGANIZZATA!

    Anche i problemi creati dagli stranieri nascono da questi due: non vi fate infinocchiare da chi blatera solo sugli extracomunitari per sfruttare la vostra ingenuità, prendere voti e rimborsi elettorali…

    Il reato di immigrazione clandestina è servito solo ad intasare i tribunali, a riempire le carceri di accattoni e lasciare fuori i criminali, senza produrre alcun allontanamento dei clandestini.
    Non è così che si risolve il problema.
    Documentati.

    Signor “Palermo e’ bella” ci sei o ci fai?… Già i nostri ce li abbiamo, ci dobbiamo accollare pure quelli dagli altri paesi?

    @Pier Camillo @Palermo è bella. Salve a entrambi. Come saprete io non parlo mai per partito preso e non sono per niente razzista. Ricordate anni fa quando il campo rom era sul lungo mare a bandita? forse voi siete i tipi che non volete accettare la realtà. La situazione in quei campi rom qual’era? Gente che ti viveva in capanne azzizzate alla meglio ma all’interno di queste baracche vi era la qualsiasi. Tv schermo gigante, condizionatori d’aria computer, loro mischini e poveretti avevano auto di lusso bmw lancia delta ferrari. Per loro filosofia di vita la moglie doveva prostituirsi, i figli fare furti ed il capo famiglia il magnaccio; se proprio voleva occuparsi di qualcosa allora si cimentava nello spaccio di droga. A volte per motivi x mi recavo in quei campi e vedevo che anche i cani portavano i rolex alle zampette. Le collenone d’oro massiccio si tiravano facci facci e con tutto ciò essi andavano arompere le maracas al comune perchè volevano i sussidi. A dar forza al mio discorso credo che avrete visto giorni fa l’intervista a quelle 2 ragazzine rom che a noi Italiani ci prendevano per imbecilli perchè la mattina ci alziamo e andiamo a lavorare. Voi questo lo sapete bene e non potete negarlo, ma continuate ancora a prendere le loro difese. Questo non è razzismo, è solo la cruda realtà dei fatti.

    Diciamo che bisogna fare un doveroso distinguo tra Nomadi, più comunemente chiamati Zingari (Rom o Sinti) e i Rumeni. Rom non vuol dire per forza Rumeno, vuole solamente indicare la cittadinanza da cui provengono…in questo caso proprio dalla Romania ma il più delle volte hanno un’etnia diversa: pensa che i loro “avi” vengono dal nord dell’India…asiatici.

    Ebbene i c.d. nomadi vivono nell’illegalità perchè gli è stata riconosciuta come tradizione. L’errore è ancora una volta nostro: come si fa a riconoscere e ad accettare formalmente il loro stato di indiscussa illegalità come una connotazione di carattere culturale? Vaglielo a spiegare a chi, per regio Decreto nel ’23 li ha tutelati come minoranza etnica senza regolarli dal punto di vista sociale,che ha prodotto una mostruosità enorme.

    Tuttavia, questi due elementi sono dei brutti delinquenti Rumeni che sono scappati dal loro paese d’origine, in quanto ricercati e condannati in contumacia, e sono venuti liberamente in Italia a farsi i fatti propri. Palermo è bella non capisce proprio questo concetto…e visto che già abbiamo i ns. problemi presumo che la gente non ne voglia altri. E’ un nostro diritto. Ma è anche un dovere combattere questo fenomeno senza scadere nell’insano populismo spiccio che Salvini usa per trarne profitto. Anche difenderli a spada tratta per pseudo-ragioni di tolleranza umana è una forma di populismo, sig. Palermo è bella: ci sono persone che hanno costruito la loro carriera politica facendo così.

    Purtroppo è un luogo comune stupido. Non possiamo buttare la chiave…magari potessimo farlo…faremmo questo ed altro a questa feccia umana….altro che rieducazione!!!
    Piuttosto non riusciamo a farlo più il nostro mestiere….metti che questi in galera provano a fare la stessa cosa?….Dio ce ne scansi….ti denunciano per maltrattmenti e trattamento disumano della pena.
    Ci manca poco alla pensione…..vado in sud America con la mia famiglia “è già tutto pronto”….alla faccia dei mafiosi di merda con i quali ho avuto a che fare per 20 anni circa…….E’ finito tutto…..l’Italia va a rotoli

    Ottimo!
    Uno spaccato della situazione ineccepibile. Bravo Luca.
    Concordo pienamente…..anche per questo mollo tutto a 60 anni……penso di dovermi godere la mia pensione dopo più di 40 anni a contatto con i rifiuti della società.
    Priorità assoluta è disintossicazione dall’Italia e delle sue stupide leggi studiate solo per fare stare con due piedi in una scarpa i cittadini onesti.
    Un abbraccio

    palermo non sara’ mai razzista…??? magari… siamo su un isola.. il vero razzismo è qui..

    Caro/a Palermo è bella,
    una volta per tutte, fai uno sforzo mentale e VEDI DI CAPIRE che se gli italiani commettono reati, questo NON GIUSTIFICA assolutamente i reati commessi da stranieri.
    Tutti siamo a conoscenza dei reati commessi dai nostri connazionali, reati che DEVONO ESSERE PUNITI COL MASSIMO RIGORE.
    Ma, SEMPRE COL MEDESIMO RIGORE, devono essere puniti ANCHE GLI STRANIERI e non giustificati solo perché “anche noi lo facciamo”.

    La difesa assoluta e acritica dei signori ” Palermo è bella” e Pier Camillo” è inaccettabile. Nessuno vuole difendere gli italiani e scaricare sui ROM o sugli immigrati in generale le responsabilità del degrado e del illegalità diffusa di questa città. Sappiamo bene che una parte dei nostri “concittadini” vive nell’illegalità e che questi signori si sono perfettamente integrati in questo clima. Quello che si chiede e che a Palermo non ci sia una specie di immunità per gli immigrati. Il fatto di essere ROM non ti autorizza a rubare, a costringere i tuoi figli ad elemosinare e le tue mogli a prostituirsi. Sappiamo bene che ci sono tanti ROM e immigrati che lavorano onestamente, che non rubano fanno andare a scuola i propri figli, che non occupano case sfitte e rispettano le leggi. Spesso si comportano meglio di certi palermitani. Il problema si pone con chi ,non soltanto delinque abitualmente e non rispetta le leggi, ma vuole imporre il suo stile di vita a gli altri. E’ mai possibile che non conosciamo l’identità di molti di loro? Qualcuno propose di obbligare, chi era privo di documenti, di identificarli tramite le impronte digitali. Apriti cielo, tutte le cooperative e le associazioni che lavorano alla loro assistenza, parlarono di metodi razzisti, indegni di un paese civile. Poi scopriamo che dietro alcune associazioni”umanitarie” si nascondono personaggi che lucrano sulla loro pelle e sulla loro disperazione. Ecco perché certi “paladini”dell’immigrazione senza regole e dell’immunità assoluta mi puzzano di bruciato. Spero di sbagliarmi

    Guardi sig. Mauro non condivido la sua ironia.Io rispetto le istituzioni e mi dissocio da termini ingiuriosi contro l’autorità che bisogna rispettare.Ma il problema sono si le leggi ma queste leggi devono essere interpretate correttamente

    Ma poi te lo ricordi che la Lega ha governato per 10 anni insieme al Burlesquoni?
    Ha fatto qualcosa di positivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.