Minacce ad Alfano - Live Sicilia

Minacce ad Alfano

Busta con proiettili anche per vice capo gabinetto
di
1 Commenti Condividi

Due lettere minatorie con bossoli sono state indirizzate al ministero della Giustizia: una al Guardasigilli, Angelino Alfano, un’altra al suo vice capo di gabinetto, Roberto Piscitello. La notizia giunge direttamente dal dicastero del ministro siciliano. Ma, mentre ad Alfano è giunta solo una busta col bossolo, in quella indirizzata al suo vice era contenuto un messaggio con minacce di carattere personale e la richiesta di agire sul ministro ”perché non metta i vetri divisori nelle carceri”. Un riferimento, seppur velato, alla stretta decisa dal governo sul regime del 41-bis, il carcere duro per i mafiosi. Il testo di legge, il ddl sicurezza, deve ancora approdare in Senato e fra i suoi provvedimenti proprio l’obbligatorietà del vetro divisorio nei colloqui in carcere.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Esprimo tutta la mia solidarietà al Ministro Alfano e a tutto il suo staff. Sono sicuro che l’impegno profuso e tutto il lavoro prodotto in questi mesi cominciano a infastidire, quella feccia di società che con il suo agire ha incancrenito la terra di Sicilia. Sono altrettanto sicuro che il Ministro continuerà ad occuparsi di Mafia fintanto questa non sarà completamente debellata. Vogliamo assicurare ai nostri figli un futuro libero dalle tenebre che quotidianamente attanagliano la vita delle persone perbene. Mi fa piacere che ha contrastare questo cancro sia un siciliano, che con l’aiuto di tutti noi e delle istituzioni sono certo riuscirà a debellare per sempre la Mafia. La terapia va intensificata e somministrata senza indugio poichè è l’unica che provoca effetti tangibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *