Palermo, Carolina Varchi si ritira dalla corsa per il sindaco

Palermo, Varchi lascia la corsa per il sindaco: FdI con Lagalla

La decisione della candidata di FdI. E gli sviluppi sulla vertenza del sindaco.
PALERMO 2022
di
5 Commenti Condividi

“Prendo atto delle perduranti divisioni interne al centrodestra che aumentano il rischio di ritrovare di nuovo la sinistra ad amministrare la città. Per tale ragione, ringraziando Giorgia Meloni, il partito e i cittadini tutti che hanno manifestato apprezzamento e fiducia nella mia candidatura, ritengo opportuno eliminare ostacoli che allontanano dal traguardo di una vittoria del centrodestra a Palermo e rimettere la disponibilità nelle mani del partito, certa che sarà l’occasione per trovare convergenze più ampie alle quali stiamo già lavorando”. Così, in una nota, Carolina Varchi, deputato di Fratelli d’Italia e non più candidata alla poltrona maggiore di Palazzo delle Aquile.

Arriva dunque un ‘passo indietro’, o ‘di lato’, secondo definizione più smussata, in cui viene rivendicato soprattutto il senso di una militanza politica. In queste settimane difficili per il centrodestra, che non riesce a trovare il candidato sindaco unitario per Palermo, nella partita di Palazzo delle Aquile, legata a quella di Palazzo d’Orleans, Carolina Varchi è andata in giro, ha incontrato persone, si è soffermata con esponenti di ogni categoria. Ora, le complicazioni le suggeriscono la decisione del ritiro. A favore di chi?

FdI convergerà su Roberto Lagalla, l’ex rettore centrista che alcuni vorrebbero candidato di tutto il centrodestra, secondo una manovra dagli esiti incerti che ha conosciuto un primo stop, però: mai dire mai. E’ un’opzione verosimile? Diciamo che si va rafforzando. A riguardo, ecco le parole di Francesco Cascio, candidato forzista in ticket con la Lega, al nostro giornale: “Io sono in campo, convinto di esserci, e sono già in campagna elettorale. Se Silvio Berlusconi mi chiedesse di fare un passo indietro? Ci rifletterei, ho sempre dimostrato spirito di lealtà con il mio partito. Ma non credo che sia uno scenario possibile. Spero che il centrodestra, nelle prossime ore, trovi l’unità completa sul mio nome e che si vada avanti insieme per vincere e per governare Palermo”.

La nota di FdI

“FdI sosterrà Roberto Lagalla candidato sindaco a Palermo. Giampiero Cannella, coordinatore regionale per la Sicilia occidentale di Fratelli d’Italia, dice: ‘Ringrazio anche a nome dei vertici del partito Carolina Varchi per l’ottimo lavoro svolto sul territorio, in queste settimane, e per la sua decisione presa con grande generosità e senso di responsabilità per evitare una frammentazione del centrodestra che con tre candidati avrebbe favorito la sinistra. E’ fra l’altro sfumata la possibilità di un vertice nazionale richiesto ripetutamente da noi’. “A nome di Fratelli d’Italia – aggiunge – pertanto invitiamo tutti i partiti e le liste di centrodestra alternative alla sinistra a convergere sul nome del professore Roberto Lagalla, con il quale oltre ad un rapporto di grande stima, abbiamo già stabilito una totale convergenza sui temi del centrodestra. Sul nome di Roberto Lagalla è possibile realizzare una grande unità, la stessa che deve confermare Nello Musumeci a presidente della Regione siciliana”‘.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Una scelta generosa per il futuro di Palermo

    Avrei votato con piacere Roberto lagalla ….ma se ciò significa il tandem con musumeci sarò costretta a votare un altro candidato

    Meno uno…..la certezza della politica……ah,ah,ah

    Bravissimi. Forza La Galla.

    io mi sarei disturbato di andare a votare per le comunali solo se la candidata fosse stata Carolina Varchi ma dato che non sarà più così allora il prof. Lagalla se lo votino gli altri…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.