"Per Lucia mi farei tagliare la testa" | Tutino nega la frase choc - Live Sicilia

“Per Lucia mi farei tagliare la testa” | Tutino nega la frase choc

Lucia Borsellino e Matteo Tutino

Secondo il chirurgo plastico l'intercettazione di cui scrive l'Espresso "è un'invenzione". Nella foto l'ex assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino e il medico indagato, sullo sfondo l'ospedale Villa Sofia di Palermo

il giallo della telefonata con crocetta
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – “Mai. Lo giuro. Mi sarei fatto tagliare la testa per Lucia”. Lo afferma al Fatto quotidiano Matteo Tutino, negando di aver mai pronunciato la frase secondo cui voleva “far fuori” Lucia Borsellino, oggetto dell’articolo dell’Espresso sul quale è in corso un’indagine della magistratura. Alla domanda se abbia mai fatto riferimento alla necessità che la Borsellino dovesse essere “fatta fuori”, sia pure solo politicamente, Tutino aggiunge: “No, assolutamente. A febbraio, quando è scoppiato il caso della neonata morta a Catania, le ho anche inviato degli sms per chiederle di non dimettersi. Li conservo ancora”. L’intercettazione di cui scrive l’Espresso, sostiene, “è un’invenzione. Del resto, le procure siciliane ne hanno negato decisamente l’esistenza e i cronisti sono attualmente sotto inchiesta per il reato di calunnia. Qualcuno ha voluto distruggermi. Hanno distrutto me e i miei figli, che hanno conosciuto l’isolamento sociale”.

(ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    e chissà come mai la Borsellino è voluta andare via dalla palude del governo Crocetta….

    Sì, certo. “Mi sarei fatto tagliare la testa per Lucia”, non ne sentivo una così da secoli. Solo per questa affermazione non ha un minimo di credibilità.

    Un occasione persa per tacere.

    Certe volte è meglio tacere. Si da due volte la notizia e in più non ti crede nessuno. In questi casi l unica cura è il tempo.

    Chi di spada ferisce….

    Ma non è la frase il problema …il resto se lo scorda?

    Non sei per niente convincente!

    Sembra di sentire parlare il presidente…solita ridicola ipocrisia e atteggiamento teatrale. Si farebbe tagliare la testa, pensa!
    Per il resto non si comprende pèerchè si continua a parlare di questa fantomatica intercettazione, che c’è o non c’è, sinceramente non cambia le cose.
    Lui è indagato per una serie di abusi, irregolarità e situazioni criminali rispetto alle quali questa intercettazione è inutile!

    E’ proprio un grande uomo. Povera Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.