Parcheggiatori abusivi| "È come pagare il pizzo" - Live Sicilia

Parcheggiatori abusivi| “È come pagare il pizzo”

I ragazzi di 'Posteggiamo i posteggiatori'

Un'iniziativa per far prendere coscienza ai palermitani del fatto che pagare "il posteggiatore abusivo per paura" significa pagare "il pizzo". Dieci ragazzi, membri del gruppo Facebook "Posteggiamo i posteggiatori", si sono mossi questa notte per lanciare il loro messaggio e hanno distribuito 5mila volantini in giro per la città. Questa la mappa con le segnalazioni a Livesicilia.

L'INIZIATIVA A PALERMO
di
46 Commenti Condividi

PALERMO – “Buongiorno Palermo, Arruspigghiati! Se paghi il posteggiatore abusivo per paura, paghi il pizzo”. E’ questo il messaggio con cui si sono svegliati questa mattina migliaia di palermitani, prima di inserire la chiave nel cruscotto della macchina. L’iniziativa è stata lanciata da “Posteggiamo i posteggiatori”, gruppo su Facebook ideato circa 8 mesi fa da alcuni giovani palermitani che hanno deciso di combattere quella considerata ormai da tutti una vera piaga per la città. Insieme a loro l’associazione Palermo Indignata.

Cinquemila volantini stampati con i fondi raccolti tra i membri del gruppo e lasciati sulle automobili del salotto della città. Ma anche nei negozi e nei portoni delle abitazioni in un’area compresa tra piazza Croci e la stazione centrale, incluse le piazze S.Oliva, San Domenico, San Francesco di Paola, Sant’Anna e via Bara all’Olivella.

“Eravamo in dieci – fa sapere Marco Romeo, membro del gruppo – e abbiamo girato a piedi per la città dall’1 alle 4.30 di notte. Oggi siamo tutti puntuali al lavoro, in ufficio e all’Università”. “Speriamo che i palermitani si sveglino – commenta Romeo – che si rendano conto che non vi è alcuna differenza tra il pizzo richiesto agli esercizi commerciali e l’estorsione per il posteggio. Quando si paga per paura, si parla di pizzo, e non di offrire un caffè. E pizzo significa mafia”.

Tra le speranze dei giovani membri di “Posteggiamo i posteggiatori” quella che i concittadini “prendano coscienza del fatto che giornalmente alimentiamo, legittimiamo e promuoviamo una cultura mafiosa”. E proprio all’interno del gruppo Facebook (https://www.facebook.com/groups/114470722033242/?fref=ts) i membri invitano coloro che desiderano prendere parte attivamente all’iniziativa a distribuire volantini nella propria zona, scaricando il volantino e seguendo le indicazioni date.

Non si tratta della prima iniziativa promossa dal gruppo per debellare il fenomeno dilagante. Già lo scorso 22 dicembre avevano dato vita ad un flash mob intitolato “Del caffè me ne infischio” per ribellarsi, “infischiandosene” del caffè, alla piaga dell’abusivismo dei custodi delle macchine. In seguito all’evento, i presenti hanno firmato una petizione per richiedere la sottoscrizione di un’ordinanza comunale che riconosca la figura dei posteggiatori, affinché possano essere considerati sanzionabili. “Vorremmo che il Comune si svegli – ha concluso Romeo – e che prenda provvedimenti per reprimere questo fenomeno e promuovere una cultura nuova, quella della legalità”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

46 Commenti Condividi

Commenti

    bella iniziativa per una piaga tutta palermitana

    Ripetere!!!
    Io non pago nessun tipo di pizzo.
    Mi hanno spezzato lo specchietto me me ne frego: la macchina è vecchia.

    occorre maggior controllo e severità da parte delle forze dell’Ordine pubblico.

    Se uno con tanti sacrifici ha la macchina ancora nuova che deve fare?

    Perchè chi è preposto (polizia, vigili e politici) non fanno il proprio dovere e devo essere io a fare la guerra ai poveri?

    Facile fare i finocchi col c…o degli altri.

    Sicuramente e’ un problema ma credo che Palermo debba arruspigghiarsi contro politici corrotti e collusi, contro coloro che ogni giorno determinano una vita insopportabile per la mancanza di lavoro…e quando il lavoro manca, a volte, ci si mette a fare pure il posteggiatore abusivo.

    Oltre a ringraziare la redazione di Live Sicilia per la pubblicazione di questa notizia, la inviterei a non mollare e proseguire come ha fatto per le bancarelle abusive. Complimenti anche ai ragazzi del Gruppo “Posteggiamo i posteggiatori”.

    guarda, lo stavo per scrivere io, mi hai anticipato. Quoto ogni singola parola, compresa la frase finale

    Converrai con me però che ciò non giustifica un atto criminale. Mi dispiace per chi è disoccupato, ma per quale motivo devo essere minacciato in questo modo?

    E QUINDI ? CHE VUOI DIRE CHE CONTINUI A PAGARE PER PAURA ? SE HAI TIMORE CHE TI GRAFFINO LA MACCHINA ALLORA NON ESCI PIU ? PENSI CHE IL POSTEGGIATORE TI GARANTISCA L’INCOLUMITA’ DEL MEZZO ? MA TU LO SAI CHE QUELLI COME TE PAGANO ADDIRITTURA I MENSILI A QUESTA GENTE ? E SI ACCOLLANO ANCHE LA MULTA ,( QUANDO TE LA FANNO TROVARE MESSA) . I VERBALI SI FANNO MA LI RITROVI SEMPRE LI APPENA LA POLIZIA VA VIA PERCHE TANTO SANNO CHE CI SONO I COTARDI CHE SBORSANO SEMPRE . QUANDO SI AVVICINANO E TI SALUTANO RICAMBIA SOLTANTO IL SALUTO E TE NE VAI , SEMPLICEMENTE . SE PRETENDONO ALLORA CHIAMA LA POLIZIA E STAI SICURO CHE DOPO UN PO LA PATTUGLIA ARRIVA . BASTA FARE SOLO QUESTO , NON SI CHIEDE DI FARE GLI EROI . SE POI STASERA ALLO STADIO TI FAI CONVINCERE DI PARCHEGGIARE SOPRA AL MARCIAPIEDI DI PIAZZA DE GASPERI E GLI DAI ANCHE L’EURO , ALLORA SEI UN DEFICENTE E TI SEI CERCATO ANCHE IL VERBALE DI 70 EU. E NON TE LA PRENDERE POI CON LE FORZE DELL’ORDINE SE SEI STATO UN COG……NE !

    Il problema non sono i parcheggiatori abusivi… Il problema sono gli ammistratori che non combattono il fenomeno perchè hanno evidentemente un guadagno nascosto (ma neanche tanto nascosto….)

    Più poteri alle forze dell’ordine! Quando li beccano lì devono fermare per estorsione, non per esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatori!
    Direttamente in carcere, il verbale non serve a niente!

    Putroppo, preferisco pagare perchè nel caso contrario non vorrei che mi allentassero le ruote della macchina facendomi andare ad ammazzare. Una legge, ci vorrebbe una legge ad hoc.

    certo , e magari ti manomettono anche i freni gia’ che ci sono … trova un altra scusa .

    Bella iniziativa…ma servirà a poco. Io stesso mi imbestialisco ogni volta che devo pagare il loro “caffè”…ma che altro posso fare? Non posso pagare per riparare gli eventuali (anzi, certi) danni che farebbero alla mia auto. Non tutti possono infischiarsene poichè non tutti hanno la macchina vecchia…
    Dovremmo essere tutelati da chi di dovere…dovremmo…

    …e se hai 3 picciriddi a casa e tó mugghiere é invalida, allora sei giustificato a puntare un coltello alla gola del signor Pellicale e farti dare il portafogli!
    É inutile, un popolo senza dignitá troverá sempre una giustificazione per l’illegalitá. É piú facile che zappare la terra o raccogliere pomodori in campagna.
    Povera Palermo e poveri palermitani intellettualmente onesti.

    Questo commento é da condividere con forza.
    D’accordo: piú poteri e che non debbano temere il ricatto del delinquentello che minaccia il teatrino di darsi fuoco.

    Mesi fa con amici ad Ottobre andammo nella zona di via Lattarini,posteggiammo a Piazza Marina,a una mia amica(che peraltro pagò il posteggiatore abusivo)le rubarono lo specchietto di sinistra,che schifo di Città incivile da quinto Mondo che è diventata Palermo

    In modo sottile e inequivocabile ti chiedono se gli vuoi offrire un caffè. In quel momento vieni preso da una forma di rabbia e impotenza di fronte a un individuo che non ti chiede i soldi per il caffè, ma ti sta minacciando con lo sguardo facendoti capire che ti conviene pagare se non vuoi subire le conseguenze… E’ una delle forme più ripugnanti di estorsione e ricatto subdolo che una persona possa subire senza potere reagire. E’ in quel momento, che in assenza delle istituzioni che ti difendono, un cittadino comincia a desiderare soluzioni estreme pur di ottenere giustizia. Che rabbia!!!

    L’organizzazione in zone di influenza (neri, orientali, locali, aree di parcheggio di enti, uffici, ospedali, luoghi di spettacolo, ecc…) fa pensare ad una regia malavitosa.
    Forse se qualche magistrato si sveglia dal sonno profondo e comincia a valutare ipotesi di reato “associative” a carico di posteggiatori abusivi e di quanti non li perseguono come per legge (forze dell’ordine e autorità comunali in testa), chissà che magari potrebbe accadere qualcosa di buono…

    Il Comune è perennemente assente….. per questo la delinquenza dilaga !!!

    Magari fosse solo a Palermo! a Catania è pieno, ma tutti se ne infischiano…i primi sono carabinieri, polizia e via discorrendo.. Catania è invasa da posteggiatori abusivi e prostitute ovunque, e la polizia passa davanti senza dir nulla…in questi casi sono indignato di essere Siciliano…

    Concordo: impossibile che dietro alle svariate decine di posteggiatori che si spartiscono la citta’ non ci sia un’organizzazione.

    Comunque io non pago i posteggiatori e non ho mai avuto nessun danno!

    Ormai è’ troppo tardi, sono stati lasciati impuniti per troppi anni. Risultano nullatenenti, nessuno di loro ha mai pagato le multe dei vigili urbani. Senza una legge adatta al fenomeno e senza volontà’ repressiva di chi dovrebbe farsene carico, queste iniziative seppure lodevoli, lasciano il tempo che trovano. Non mi sentirei d’altra parte di suggerire a donne, ragazzi perbene e anziani di non pagare sfidando questi parassiti. Qualche anno fa a Mondello uno di questi signori ha rotto il setto nasale ad un ragazzino che posteggiava il motorino ma non aveva soldi da dargli.
    La sera e la notte c’è’ un estracomunitario ogni tre-quattro macchine in ogni strada del centro e vicino i locali, i cinema, i pub, ecc. Se nessuno glielo vieta, vuol dire che lo possono fare.

    La colpa e’ solo delle forze dell’ordine. Ve lo dico io come si risolve il problema. Il sindaco Orlando, capo della polizia municipale, si presenta per un mese di fila in piazza Marina e eleva le multe a raffica alle bande che l’hanno colonizzata. Allora amici di livesicilia passate questo commento al sindaco. I problemi non si vogliono risolvere. Punto.

    ancora peggio quando i solerti ausiliari del traffico sono in combutta con i parcheggiatori abusivi……. racconto questa e poi giudicate….
    ore 9,30 parcheggio pubblico di via generale di maria, subito vengo invitata dal parcheggiatore abusivo a comprare una sua scheda parcheggio ma, io, rifiuto e ringraziandolo, dico che la vado a comprarla altrove. … al mio ritorno trovo la multa e degli ausiliari neanche l’ombra……

    Questa attività abusiva non potrebbe essere effettuata se ci fosse un controllo reale da parte di chi è preposto a farlo. Tutti sanno chi controlla i posteggiatori abusivi ma tutti fanno finta di non sapere a cominciare, storicamente, dalla amministrazione comunale.La lotta alla mafia ed alla illegalità parte dal controllo del territorio ed a Palermo nessuno controlla il territorio non colpevolmente, ma deolosamente.

    Provate a salutarli con un sorriso ogni qualvolta si avvicineranno con la solita frase dotto’ mu fa’ piagghiare u café ,o qualsiasi altra richiesta accompagnata molte volte dall’ uso di un odioso fischietto, e se dovesse scorgere un fare minaccioso ,senza rivolgergli la parola scattategli una foto con il telefonino li’ vi accorgerete quanto sono codardi

    Altro posteggiatore abusivo, in via Serradifalco al posteggio pubblico accanto la scuola Leonardo Da Vinci

    Chiedigli la ricevuta, e ti faccio vedere come scappano

    @Ahia
    Intanto non so lei dove ha raccattato la sua di dignita’, visto che passa alle offese senza nemmeno conoscermi.
    Come al solito si fa di tutta l’erba un fascio, i posteggiatori abusivi sono tutti delinquenti, farabutti, mafiosi, estortori…a proposito di estorsioni, come’ che non dice nulla sull’estorsione delle strisce blu, forse perche’ sono autorizzate ?

    @Lo Spettro di Ishan
    Chiunque commette un crimine va perseguito che sia posteggiatore abusivo o altro, io credo pero’ che non si puo’ generalizzare, io conosco personalmente un uomo che ha superato i 40 anni, ha moglie e tre figli e nessuno gli da lavoro, lui fa il parcheggiatore abusivo, ti posso garantire perche’ lo visto con i miei occhi che i proprietari delle auto sono ben contenti di dargli quello che hanno, perche’ lui non chiede nulla, e’ apprezzato per la sua educazione e per la sua umilta’, in questo modo riesce a malapena a sfamare la sua famiglia, se gli togliamo pure questa possibilita’ praticamente gli diciamo di andarsene a rubare oppure di suicidarsi.

    I posteggiatori abusivi sono semplicemente abusivi. In lingua italiana, abusano. E l’abuso é una prevaricazione in danno di altre persone. L’amico suo riceve un’elemosina da automobilisti disposti a farla. Altri posteggiatori pretendono e minacciano. E questo é diverso, lo capisce anche lei, senza offesa.
    Quanto alle zone blu, era pleonastico: sono un’estorsione che, peró, non giustifica i posteggiatori abusivi. Quindi il paragone non c’entra niente.

    Bancarelle via Libertá: vengono i Vigili, le bancarelle si smontano e ritornano dopo 5 minuti. Se ne fottono e nessuno gli fa nulla, manco il solletico.

    In piazza Unità d’Italia posteggiatori abusivi che ti danno la scheda e la paghi il doppio. Altre volte ti dicono non c’è bisogno, paghi e non devi fiatare. La città in mano agli abusivi con la collaborazione degli ausiliari. La corruzione come sistema, l’illegalità come regola di vita. Non c’è più speranza per le prossime generazioni.

    ma non rompete a chi ha bisogno di lavorare,cos’e’ meglio rubare

    Non solo palermitana, credimi.

    il palermitano che fa il posteggiatore abusivo e’ perseguibile con una contravvenzione(che non paga) ed in piu’ se l’utente presenta denuncia viene perseguito per estorsione.
    il fatto che cari amici che tanta gente come voi che puntate il dito contro questi poveri cristi ,voi che telefonate alle forze dell’ordine perche’ avete avuto dei contrasti con uno di questi personaggi, appena vi viene chiesto dall’autorita’ di polizia di presentare denuncia vi tirate indietro e a questo punto fate piu’ ski.. di quello che ha dato qualke monetina per aiutarlo a vivere . Questo e’ il cancro di Palermo! l’OMERTA’. Volevo chiedere al sig. AHIA se e’ disposto ora stesso recarsi in una piazza chiamare le forze dell’ordine e denunciare il parcheggiatore! Ma mi faccia il piacere! Altro caso:il parcheggiatore e’ extracomunitario qui’ ne vediamo delle belle,viene accompagnato all’ufficio stranieri ,al 80% e’ rifugiato politico e non puoi fargli nulla ,negli altri casi forse gli fai il decreto di espulsione ma rimarra’ sempre in italia perche’ non ci sono fondi per il rimpatrio,hanno tutti la residenza da Biagio Conte e il giorno successivo te li ritrovi nello stesso posto di prima . Quindi? Ha ragione il Sig. Pellicane quanto dice che la colpa di tutto e’ della cattiva politica negli ultimi 50 anni che ha creato posti di lavoro solo per amici,parenti e picciotti segnalati dalle cosche mafiose.

    No! Rodolfo, già ti rubano i soldi che chiedono come pizzo. Io e mio fratello siamo disoccupati, ma ci vergogniamo di fare un mestiere che non è un mestiere perchè questi non ti guardano una beneamata mazza e vogliono pure i soldi. Forse sarebbe più dignitoso per loro mettersi davanti a una chiesa col piattino in mano e poi lo deciderò io se aiutarlo oppure no.

    Oltre ai palermitani, ora anche gli extracomunitari sono diventati violenti, basta posteggiare ala champagneria o nei dintorni di via roma!

    Ed è per questo che non si denuncia, lo hai appena detto tu; il giorno dopo te lo ritrovi allo stesso posto, e rischi, così anche la tua famiglia. Non è omertà, subentra la paura VISTO CHE SEI LASCIATO TOTALMENTE SOLO.Se dessero 10 anni di galera (a mo’ di dittatura) nesssuno farebbe piùi posteggiatore.

    Gli extracomunitari che ormai lå fanno da padroni a chi pagano la “licenza”?!

    Ciao Toni, ci siamo conosciuti qualche anno fa in occasione di una manifestazione per il diritto alla casa. Ancora una volta ti dimostri una persona che analizza le cose nelle sue varie sfaccettature.
    Ragazzi che leggete posso assicurarvi una cosa: nessuno dice che quello dei posteggiatori abusivi non sia un problema, ma le soluzioni non possono essere la galera a vita per questi signori!
    Bisogna fare delle proposte serie e concrete altrimenti non avremmo risolto nulla.

    Dal Film “Batman Begins” (frase riveduta e corretta)

    “L’abuso non può essere tollerato. I posteggiatori e le bancarelle abusive sguazzano nella comprensiva indulgenza della nostra società.”

    Secondo me pure le zone blu sono un pizzo, da 0,75 a 1 euro l’ ora non lo è ? Un residente di una delle zone blu che è obbligato deve fare il pass non è pizzo ? L’ arroganza di molti ausiliare del traffico non è pizzo ??

    Anchi’io la penso come te!
    Che fai se hai la macchina nuova, te la fai sminchiare da questa massa di fan..o?
    Purtroppo le istituzioni sono assenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *