Posteggiatore violento arrestato due volte | Ma dopo 2 giorni è già tornato in azione - Live Sicilia

Posteggiatore violento arrestato due volte | Ma dopo 2 giorni è già tornato in azione

Ridha Daieb, tunisino di 54 anni, è stato arrestato per la seconda volta appena una settimana fa, quando ha preso a calci e pugni l'auto di una ragazza che si è rifiutata di pagare. "Dopo due giorni è tornato alla carica - dicono i residenti - e non vorremmo si verificassero nuovi episodi di violenza".

Palermo - il caso
di
40 Commenti Condividi

PALERMO – Rifiutare di pagare l’obolo è costato loro minacce, calci e pugni all’auto. Hanno parcheggiato la propria macchina, ma ad osservare i loro movimenti c’era un abusivo che pretendeva di essere pagato. Nella zona compresa tra via Montevergini e piazza Gran Cancelliere, nel cuore del centro storico, dopo il primo arresto un posteggiatore è tornato alla carica, tanto da essere nuovamente denunciato da un automobilista e bloccato dalla polizia dopo soli sei mesi.

Ridha Daieb, tunisino di 54 anni, è stato infatti arrestato per la seconda volta venerdì 18 aprile, appena una settimana fa, dopo avere aggredito una ragazza che aveva ribadito il suo “no” al pagamento di un euro. Aveva parcheggiato nei pressi di piazzetta della Canna, quando le si sono avvicinati due uomini. Quella sera insieme a Daieb ci sarebbe stato, infatti, un altro abusivo. Con aria minacciosa le hanno intimato di pagare, altrimenti le avrebbero danneggiato l’auto. E così hanno fatto. Quando la giovane automobilista stava per allontanarsi, i due hanno cominciato a prendere a calci e pugni il mezzo, forzando anche uno sportello e costringendo la ragazza a tornare indietro e a cercare rifugio al suo interno. Lì è riuscita a lanciare l’allarme alla polizia che una volta giunta sul posto ha individuato Daieb, mentre l’altro posteggiatore è scappato.

Il tunisino, stavolta, è stato fermato immediatamente. A novembre aveva invece tentato di scappare a bordo di una bicicletta. Era riuscito soltanto a percorrere qualche metro, poi era scattato l’arresto. Nella stessa zona aveva minacciato un ragazzo che stava per recarsi in un pub: “Se non mi dai i soldi ti faccio rubare l’auto”, gli aveva detto. Ed è stato il caos. L’automobilista non aveva ceduto. Anzi. Si è fatto coraggio, ha ribadito senza alcuna esitazione che non avrebbe sborsato un centesimo ed ha chiamato il 113.

I poliziotti, dopo la breve fuga di Daieb l’avevano bloccato. In tasca aveva fischietto, blocchetto numerato a doppia matrice parzialmente usato e un po’ di spiccioli. “Ma dopo alcune settimane l’abbiamo rivisto – dice un residente -. Io abito in via Collegio del Giusino e percorro queste stradine a piedi ogni giorno per arrivare in via Maqueda. Lo conosciamo tutti, specie per il suo modo di fare scontroso”. “Urla, va spesso in escandescenza – aggiungono due ragazzi che frequentano la scuola vicina – e a volte chiede anche a noi i soldi, ma ovviamente non possiamo pagare ogni giorno. A volte gli diamo qualche centesimo giusto per non avere problemi, ma non è nuovo a questo tipo di minacce”.

E in questi giorni, dopo l’arresto per estorsione di venerdì scorso che una volta convalidato ha previsto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, il posteggiatore abusivo è rientrato in azione. “Fino a poche settimane fa stazionava qui la sera – dicono i residenti – adesso lo vediamo di mattina. Si sposta tra piazza Gran Cancelliere e le vie limitrofe, poi il pomeriggio va via. Non vorremmo si verificasse un altro episodio spiacevole”. “In generale – dice Giovanni Romeo, presidente della cooperativa che gestisce il pub Malox – sarebbe necessario un maggiore controllo del territorio, ma soprattutto un circuito di videosorveglianza a tappeto in alcuni punti nevralgici della città”.

“Nel centro storico – sottolinea – gli episodi di violenza si verificano con una frequenza preoccupante. Due nostri dipendenti l’anno scorso sono stati aggrediti e derubati, per non parlare dei turisti finiti nel mirino ultimamente e degli automobilisti, come è successo l’altra sera. Queste aree devono essere monitorate con costanza – prosegue – con la consapevolezza che quello dei posteggiatori abusivi è un problema reale, di fronte al quale invito tutti a non abbassare la testa”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

40 Commenti Condividi

Commenti

    Palermo, l’unica citta’ al mondo in cui il centro storico e’ peggio della periferia…ma questo qui non potrebbe accidentalmente cadere dalla finestra della questura???

    E IL SINDACO ( CHE LO SA FARE!! ), cosa dice?.. Si continua a multare gli automobilisti che non possono più pagare bollo e assicurazione,i servizi sono scadenti,
    si pagano 300mila euro al giorno per gli emigrati, mentre i nostri figli diplomati e laureati non hanno più un futuro, quale scenario avremo? la guerra civile? l’abolizione della politica ? sarà l’anarchia totale .. il caos.

    ringraziamo la magistratura che usa il pugno duro contro i mafiosi eccellenti e poi abbandona i cittadini a vedersela da soli con questa gentaglia.

    Ee forze dell’ordine non vengano a dirci che bisogna denunciare, visto che non serve a nulla.
    per carità capisco che anche alla polizia giriino le scatole a vedere in giro le stesse persone che loro arrestano, allora mi domando che soluzione c’e’.? organizziamo delle ronde notturne?

    Se questo galantuomo viene scarcerato dopo due giorni ma quando la finirà’ mai ogni volta che lo arrestano magari si fa’ una bella risata alla nostra faccia che ancora crediamo nelle istituzioni!!!!!!!!!!

    E perchè vi stupite se dopo 2 giorni questo scarto della tunisia è tornato in libertà? mica aveva minacciato la figlia del giudice!!!

    PER QUESTI REATI BISOGNA SOLO PROPORRE L’ALLONTANAMENTO OBBLIGATORIO DAL
    COMUNE OVE è AVVENUTO IL REATO SEMPLICE O NO?

    In Italia la magistratura è dura e spietata solamente con il cittadino Silvio Berlusconi. Questo tunisino ad esempio da chi è protetto ad alto livello tanto da essere sempre rilasciato subito e nemmeno espulso per essere rispedito nel suo paese? Volendo fare le proporzioni allora lui è molto più potente di Silvio Berlusconi in quanto, come dicevo, oltre a non fare galera e non essere espulso non va nemmeno ad accudire anziani in qualche casa di riposo.

    E non ti chiedi per quale motivo Leoluca Orlando, che guarda sempre alle grandi capitali europee, non si è finora degnato di fare, come gli altri sindaci di queste capitali, un ordinanza che vieti l’esercizio del parcheggio abusivo? E poi uno non paga già il Comune?

    Ti ricordo che Palermo è governata da un grande Sindaco. Leoluca Orlando ce lo invidiano in tutto il mondo e penso sempre più che i palermitani non lo meritino affatto.

    Vai piano con lo zibibbo

    E’ una citta’ senza futuro ogni giorno fa un passo indietro, se ci fate caso non funziona nulla fra posteggiatori, ambulanti abusivi ,lavavestri,cani randaggi,traffico, munnizza.Le istituzioni che non sanno fare nulla,non hanno idee, sono passivi ,l’importante per loro e’ arrivare a fine mese.Se fossi piu’ giovane scapperei da questa ” meravigliosa” citta’.

    E informate il comandante Vincenzo Messina che i marciapiedi di via Libertá sono STABILMENTE occupati da carrozzette e bancarelle di cagáte cinesi. Gli ambulanti abusivi sono “trasparenti” oppure i viglili, che regolarmente multano le auto in via Libertá ma non VEDONO altro attorno a loro, hanno ORDINI di lasciarli fumare, bere caffé, sentire radioline con auricolari, vendere senza alcuna ricevuta, rendendo “ELEGANTE” il centro agli occhi dei turisti.
    COMANDANTE MESSINA, RISPONDA, É SUO DOVERE.

    Ma non può semplicemente essere espulso dall’Italia?

    Ma non vi lamentate. Leoluca Orlando il Sindaco lo sa fare è stato impegnato a fare chiudere i locali. Una cosa alla volta. ……e che miseria. ….

    certo…w l’operazione mare nostrum……

    se poi li picchi..ti prendono per razzista…quindi…subire e tacere…la società multietnica che molti sognano..e ben ci sta…godo

    è per personaggi fedelissimi di orlando cascio simili che palermo resterà cosa è! ma come caxxxxxo si fa a dire una cosa simile, che ci invidiano in tutto il mondo uno cosi !!?!?!? o si è proprio fedeli al punto di negare l’evidenza!

    voi di bere non ne avete bisogno, avete perso il lume della ragione già da anni, andate a essere ricevuti a casa del vostro amico leoluca che fate prima

    e basta contro questo posteggiatore abusivo, minaccioso e violento, uno di quei pochi unici casi in cui le forze dell’ordine, al posto di usare i manganelli su ragazzi e giovani manifestanti come amano fare solitamente e in modo vigliacco, dovrebbero pestare solo questi topi di fogna mafiosi e violenti, che siano immigrati o palermitani.

    Forse se prende a calci l auto del giudice che l ha scarcerato subito avremmo un po’ di giustizia….che vergogna ma non lo capiscono i magistrati che questi sono pure mafiosi che di comportano minacciano e creano paura come i mafiosi!!! Devono stare in galera!!! Ma poi questo stronzo ha pure il permesso di soggiorno?????

    Semplicemente avvilente. Come è avvilente assistere all’accanimento contro i fatevi abusivi in tempi come questo di crisi nera con i conseguenti licenziamenti. Ma idem per le ragazzine e le signore per bene fermate ai posti di blocco per il “controllo” del territorio. Ci metto anche la contravvenzione dei solerte vigili urbani di palermo qualche anno fa a me. Ero col cane e raccolgo sempre la vacca con sacchetti o fogli grandi di giornale. É piú comodo. Ma no… la paletta ci voleva…quella é obbligatoria…w palermo e santa rosaria!

    Vabbé se continuiamo ad andarli a pretendere posto casa con la marina militare……,VIVA LA LEGA!!!!!!

    Eh cara Avvilita, proprio non vuoi dirmelo come la pensi sulla mafia siciliana. poichè in tutti i tuoi post sui blog di Live Sicilia non perdi mai occasione di difenderla a spada tratta dovresti anche avere l’onestà di dire per quale motivo lo fai (parentela, amore, ecc.)

    E vai viva l’Italia e le sue leggi pronte ad accanirsi verso gli onesti cittadini e accondiscendenti con queste fogne w l’operazione marenostrum w i nostri politiciucci ricordate cosa disse la boldrini … L’Italia sara’ un paese civile quando ogni immigrato avrà’ una casa(popolare si intende) ed un lavoro E GLI ITALIANI CHE C…. FANNO????MANGIANO E DORMONO A CASA DELLA BOLDRINI??? ma poi basta guardare questo individuo in faccia per capire che deve marcire in galera .Evidentemente al giudice che lo ha liberato non ha fatto la stessa impressione.

    CHE SCHIFO. VIVIAMO IN UNA NAZIONE A PERDERE-

    Povero Silviuccio. Te l’hanno condannato. Incredibile, uno stinco di santo come lui.

    Consiglierei di usare lo stesso mezzo usato contro i bar, i ristoranti ed i benzinai di questa città: i vigili urbani gli impongano la sospensione dell’attività di posteggiatore per 5 giorni. Così la vediamo se non si mette a posto. W Palermo e la sua Amministrazione (tutta, non solo il Sindaco).

    E certo, perché il problema è che è tunisino, non che la giustizia italiana è ridicola.
    I posteggiatori palermitani infatti sono tutta gente perbene. Aristocratici direi.

    Comunque sì, viva la Lega, quella stessa Lega che smerda i siciliani quotidianamente. Ma tant’è, evidentemente a te piace.

    Pagare il parcheggiatori abusivo, include più fattispecie negative,infatti,Accondiscendendo a qualsiasi richiesta avanzata dai molteplici parcheggiatori, alla fine del mese la tua tasca ne risentirà parecchio,inoltre, contribuiamo ad alimentare la criminalità organizzata.
    Per tale ragione, non ho mai è sottolineo e metto in evidenza MAI, pagato un parcheggiatore abusivo, un lavavetri e qualsiasi alto parassita.In questo modo, contribuisco alla loro estinzione, difatti l’unico modo per eliminarli è quello di non pagare !

    Loro esistono, perché e solo perché voi li volete in quanto contribuenti.
    Non pagate !!!

    Viva le idee della lega contro gli immigrati clandestini!!!!

    scommetto che era pure senza permesso di soggiorno …
    rimandarlo a casa come persona indesiderata ???
    perchè se noi andiamo a casa loro dobbiamo stare attenti anche a come ci vestiamo???
    bho

    Ormai gli unici tartassati sono le persone per bene. Le forze dell’ordine fermano solo chi ha la faccia pulita. Zingari, delinquenti, scippatori, posteggiatori violenti godono di immunità.

    Ma di preciso… con la videosorveglianza che si dovrebbe fare? mi pare che per due volte il tipo sia uscito illeso da una denuncia con testimoni oculari e tentativi di fuga.

    Ci vogliono gli strumenti legali per arrestare la gente, non quelli per vederli e poi non poter fare lo stesso nulla.

    ma come si fa siamo invasi da queste orde di nullatenenti che stanno a bivaccare in ogni angolo della città e nessuno fa niente, i vigili multano solo per un centimetro fuori dalle striscie o perché il bollino orario è scaduto da pochi minuti ma non fanno niente per evitare che i lavavetri e i posteggiatori e i venditori di niente girano indisturbati per la città creando disagi ai cittadini. Orlando Cascio svegliati fai pulire la città non cercare poltrone

    Vorrei capire che c’entra silviuccio tuo con il tunisino ??? A già sono tutti e due pregiudicati !!

    La storia si ripete. Uno stato debole anche contro la delinquenza spicciola.

    che la polizia usi il pugno duro contro i mafiosi eccellenti va benissimo, cara avvilita.. Sicuramente, nella nostra regione non c’è nulla di peggio della mafia, per combattere la quale si fa ancora troppo poco. Poi, che anche i posteggiatori dovrebbero essere denunciati e arestati sono d’accordo con te

    guarda che tanti posteggiatori sono italiani

    In Italia la legge è dalla parte di chi delinque. Quando i cittadini non denciano gli illeciti non è per omertà ma perché non serve a nulla. Serve solo a rovinarsi la vita perché lo stato abbandona i cittadini onesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *