Riecco il ponte sullo Stretto di Messina e c'è pure una data

Riecco il ponte sullo Stretto di Messina e ora c’è anche una data

L'infrastruttura torna nell'agenda politica del governo nazionale
L'ANNUNCIO
di
5 Commenti Condividi


Riecco il Ponte sullo Stretto di Messina e stavolta c’è pure una data. “Per dar seguito all’impegno del Governo, si dovrebbe procedere con la redazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per le due opzioni
evidenziate”, ha detto il ministro delle infrastrutture e mobilità sostenibili Enrico Giovannini in audizione alle commissioni riunite Ambiente e Trasporti della Camera.

“La prima fase potrebbe concludersi entro la primavera del 2022 – ha aggiunto – per avviare un dibattito pubblico e
pervenire a una scelta condivisa e evidenziare nella legge di bilancio 2023 le risorse”.

Per la prima volta il governo stabilisce un cronoprogramma per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina.

“L’audizione del ministro Enrico Giovannini accende il semaforo verde per il Ponte sullo Stretto, la grande opera che manca al Sud e al Paese, per la quale mi sono personalmente impegnata fin dall’insediamento. Finalmente quel progetto esce dal limbo delle idee da valutare e diventa oggetto di un percorso di pianificazione tecnico-economica che partirà da uno studio di fattibilità già finanziato. Grazie alla rete infrastrutturale programmata con il Pnrr, il Ponte non sarà una cattedrale nel deserto ma il tratto più significativo della nuova rete di collegamenti tra il Mezzogiorno e il resto d’Italia. Ora basta contese ideologiche su un’opera che non ha colore politico: è un servizio alla coesione d’Italia e agli italiani, dobbiamo lavorare tutti per realizzarla e vigilare perché i tempi siano rispettati”. Lo dichiara Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Finalmente!!!! e poi vorrei ricordare a chi non ne fosse informato che il ponte ci era stato solennemente promesso a noi messinesi da Silvio Berlusconi quand’era ancora premier.

    I no al ponte arrivano dalle sinistre radicali da sempre è così, a loro non interessa modernizzare il paese hanno sempre puntato al tanto peggio tanto meglio livellando tutti verso il basso anche con continui ed incontrollati ingressi di clandestini. Il ponte sullo stretto è una grande opera fondamentale per collegare la nostra regione stabilmente con il testo d’Europa in un lungo corridoio che arriva nel cuore dell’Europa. Certo ci saranno sempre altre opere da fare questa è la scusa che avanzano le sinistre ma ragionando in questo modo mai bessuna grande opera vedrebbe la luce. Avanti col ponte sullo stretto e con le altre grandi opere i comunisti appena si vota spariranno politicamente, non possono continuare ad impedire di realizzare una fondamentale opera come questa occasione di emancipazione per la Sicilia.

    @ Angelo Non per fare l’avv. del diavolo ma egr. Sig. Angelo siete stati voi messinesi a fare ferro e fuoco per non farlo .. All’epoca sono stati espropriati terreni a Punta faro e sulla costa calabra per fare i primi piloni.Bisogna scirivere la verità e non cose a vanvera. Adesso a voi messinesi e a tutti i siciliani resterà il ponte di Cetto la qualunque ” il ponte ru pilu”

    LA GRANDE ABBUFFATA…………………………PER NON FAR NULLA

    Il Ponte sullo Stretto si sarebbe dovuto costruire almeno quindici anni fa, votai Berlusconi proprio per questo.
    Tale opera porterebbe tanti benefici non solo al meridione, ma all’intera nazione.
    Cari politici che leggete, sbrigatevi ad attuare le procedure per la costruzione del ponte, la Sicilia ne ha bisogno, passerete alla storia, e la maggior parte degli italiani vi ricorderà con affetto e stima.
    Per la crescita dell’Italia, si al Ponte sullo Stretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.