Russo: "Stato in debito" | Armao: "Nessun rischio" - Live Sicilia

Russo: “Stato in debito” | Armao: “Nessun rischio”

Conferenza stampa dei due assessori: "Conti in regola".

30 Commenti Condividi

Mentre le agenzie battono la notizia della richiesta di conferme del premier Monti sulle effettive dimissioni del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, Massimo Russo, vice presidente della Regione e assessore alla Sanità, e Gaetano Armao, assessore all’Economia, stanno per cominciare una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans per spiegare, per fare chiarezza, per tranquillizzare tutti: “La Sicilia non è assolutamente a rischio default”. Entrambi, quasi all’unisono, lanciano questo messaggio. Domani, intanto, si riunirà un tavolo tecnico con il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca per discutere della situazione e poi il 24 luglio Lombardo incontrerà Monti. “Almeno chiarirà da dove provengono tutte queste preoccupazioni – ironizza Massimo Russo -. Per una volta, stranamente, sono d’accordo con Francesco Cascio. Perchè questa richiesta di rassicurazione è davvero inusuale”.

Dati alla mano,  Massimo Russo difende il suo operato e quello del governo che rappresenta dagli attacchi della stampa nazionale, e che a quanto pare hanno avuto l’effetto di attirare l’attenzione anche del professor Monti: “Non è ammissibile essere considerati un’isola canaglia, governata da pirati che rubano e depredano. I bilanci falsati sono storia che non appartiene a questo governo ma ad altri. La Corte dei conti ha approvato il bilancio presentato nel giudizio di parifica. Ci sono documenti che lo attestano. Vogliamo mettere in dubbio anche quelli?”. “I numeri non si prestano alle beghe politiche” parola di Gaetano Armao.

Su un bilancio di 27 miliardi di euro, hanno dichiarato Russo e Armao, l’indebitamento della Regione raggiungerebbe i 5 miliardi e mezzo, una cifra valutata più che accettabile e sostenibile: “L’ipotesi di commissariamento paventata da alcuni politicanti è solo una strumentalizzazione politica. Qualcuno evidentemente lavora sottobanco per votare ad aprile – tuona Massimo Russo -. Vorrei ricordare che siamo noi quelli che sono riusciti ad evitare il commissariamento del sistema sanitario nel 2008”.

Per i due assessori il vero problema sarebbero i crediti che la Regione vanta nei confronti dello Stato, gli ormai famosi residui attivi, somme iscritte come entrate in bilancio, ma non ancora effettivamente riscosse dalla Regione, che ammontano a 15,73 miliardi di euro, di cui 10 miliardi non riscosse dall’Unione Europea e dallo Stato. “Le risorse per gestire la Regione le dovremmo ricevere dallo Stato e dall’Unione Europea -ha dichiarato Gaetano Armao – ma solo nel 2011 lo Stato ha trattenuto risorse per quasi 2 miliardi di euro”, “Siamo noi a dover batter cassa” incalza poi Massimo Russo.

Insomma, se da un lato si cerca di tranquillizzare e abbassare i toni che negli ultimi giorni avevano posto la Sicilia sempre più vicina alla Grecia, dall’altro il vicepresidente della Regione nella sua lunga relazione, che ha toccato gli argomenti più disparati, dai forestali, alla questione dei camminatori (l’assessore tiene a precisare che si è trattato di un bando interno e che materialmente è necessario qualcuno che porti le altissime pile di pratiche e affini), al numero dei dipendenti regionali, che in base ai dati forniti nel corso della conferenza stampa sono diminuiti per effetto del blocco delle assunzioni attuato già nel 2008, il ricorso da parte degli assessori ai consulenti esterni, fa spesso riferimento allo statuto della Regione. Lo difende da chi in questi giorni ne aveva chiesto l’abolizione: “La Sicilia ha le sue criticità e le sue peculiarità. In Sicilia la regione opera in molti ambiti al posto dello Stato. E questo aspetto non va dimenticato”. A questo proposito lo stesso Armao tiene a riportare le parole di Rita Arrigoni, che ha presieduto la sezione di controllo per la regione siciliana della Corte dei Conti: “Va bene il patto di stabilità, ma i tagli che devono essere effettuati dalla regione non possono essere un mero calcolo aritmetico. Questo penalizzerà soprattutto la Sicilia, la renderebbe un vero e proprio macello sociale”.

 

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

30 Commenti Condividi

Commenti

    Ma questi due….. chi li ha votati?…….. Beh! signori fatevi da parte……. e specialmente Armao…… sta Presidenza dell’irfis (tutta meritata) diamogliela e ce lo leviamo dalle palle!!

    Movimento 5 stelle…….. arriva!!!

    Armao ex console onorario e consulente del Belize in Sicilia. Sai ci sono tanti malpensanti che dicono che tu abbia investito soldi per ARRAFFAELE, ma io non ci credo non puo essere nooo dai…

    Se lo stato deve alla Sicilia 11 miliardi che li mandino e subito!!!!
    In caso contrario marcia su Roma

    E allora, se avete le p***e, urlatelo, fatevi intervistare a Radio24, al tg di Sky, spiegate le ragioni della Sicilia, perchè ci sta massacrando tutta l’Italia per colpa vostra.
    I giornali internazionali citano la Regione Siciliana e i suoi politici come una delle vergogne italiane.
    Fatevi sentire invece che lodarvi guardandovi allo specchio, razza d’incompetenti!

    parole parole parole

    allora se tutto è a posto perche si paventa il rischio di non pagare gli stipendi? armao hai toppato vatinni!!!!!!!!!!!!!!!!

    Art. 97 della Costituzione: “I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione”.
    Russo lo conosci?!

    ormai siamo abituati a certi politici che si dimettono dicendo:
    mi dimetto con la consapevolezza di aver lasciato i conti a posto:
    si quelli del salumiere !

    Russo e Armao andate a zappare. Il terreno di Lombardo. A seguire siesta niente male…

    Risposta a Giaguaro.
    NESSUNO, in Italia come ben si sa, gli amministratori e i politicanti di tutte le razze non vengono eletti ma sono unti dai loro dante causa per compiere le nefandezze che noi cittadini paghiamo.
    E poi smettiamola col prendercela con i siciliani.
    Noi siamo quasi 7 milioni in ostaggio di quasi 10.000 tra politici e mafiosi (dov’è la differenza ?) quindi le principali vittime di questo stato di cose.
    La nostra grande colpa è di non aver avuto il coraggio di appenderli ad un palo a tutti .

    Solo con Russo la Sicilia si può risollevare!

    Russo prendi le distanze da Armao, la tua è una altra storia, finisci per essere accomunato. Ma chi ti capisce? o siete invece della stessa specie?

    ma Armalo dopo questa lettera non dovrebbe dimettersi ?

    Io trovo semplicemente ABERRANTE che un rappresentante istituzionale affermi con vanto di aver indebitato una regione SOLTANTO per 1,5 miliardi di euro. 1,5 MILIARDI DI EURO. 1500 milioni di euro, non faccio neanche il conto in lire…
    Solo per questo meriterebbe l’interdizione dai pubblici uffici a vita, lui e tutta l’assemblea.

    Sig. Gullotta,un amministratore come Russo rappresenta l’eccellenza per l’apparato amministrativo siciliano.
    1,100,1000 politici stile Russo
    inoltre deve dare la giusta e corretta interpretazione all’articolo,senza omettere il credito vantato dalla Sicilia nei confronti dello Stato

    Salve sig. Lucio, a me viene l’angoscia a credere che l’eccellenza per la nostra regione sia rappresentata da una persona che ammette con orgoglio di aver indebitato una regione di 1,5 miliardi di euro. mi farebbe rabbrividire anche se fosse l’eccellenza per l’Italia, o per il mondo. Mi fa rabbrividire che a gestire il potere siano persone che ritengano normale indebitare in una legislatura (neanche completa) per 1,5 miliardi di euro. Con o senza “la giusta e corretta interpretazione all’articolo”. Non so quali siano le sue abitudini, ma io se aspetto 10.000 euro non mi vado a comprare l’auto. Lo faccio solo con i soldi in tasca. La politica è un’altra cosa, è ovvio. Ma se mi dice che questo atteggiamento la soddisfa, beh, non so che dirle. Solo che finché saremo convinti che questo è il meglio per la nostra regione non andremo da nessuna parte.

    Salve Sig Gullotta
    Ha mai sentito parlare dei fondi Fas?
    Penso di si.
    Sono arrivati in Sicilia con gravissimo ritardo e con un importo nettamente inferiore rispetto a quello previsto e stiamo parlando di milioni e milioni di euro.
    Ma la politica amministra anche in virtù delle previsioni.
    Ora a mio modesto parere,meglio Russo che ha amministrato in modo da non affossare la sanità Siciliana.
    Che Cuffaro che ha portato la sanità a quasi mille mil di euro di deficit e a un commissariamento quasi sicuro,anzi OGGI stiamo pagando i prezzo di quella politica scellerata.
    Quella di ieri, invece era una politica che non solo non aspettava le 10 mila euro,spendeva pur sapendo che le 10 mila euro non sarebbero mai arrivate,GLI EFFETTI si sono visti,IL BARATRO PIU’ TOTALE.

    Qualcuno dovrebbe rabbrividire al ricordo di cio’ che era la Sicilia ai tempi dei politici che brigavano con i rappresentanti del potere mafioso-sanitario che e’ stato messo in ginocchio da Massimo Russo con la sua competenza ed onesta’.
    La Sicilia e’ grata a Lombardo per avere nominato Russo Assessore in un ramo nevralgico dell’Amministrazione Regionale ed i Siciliani onesti credono che Massimo Russo possa essere il Presidente ideale dei Siciliani .
    Da parte mia mi augurerei inoltre che anche Orlando si possa convincere di ciò che io mi auspico: proporre Massimo Russo Presidente della Regione.
    1 100 1000 Russo per questa Terra.

    Questa e’ la classe politica che ci rappresenta,una massa di malfattori ed incompetenti…W il duce…RIVOLUZIONE!!!

    Armao,e Russo,due grandi Assessori affossa Sicilia,siete degli indegni,ma come vi permettete di prendere ancora in giro la Sicilia e i Siciliani,ci state dando in pasto al grande affossaItalia Monti,che in un sol boccone completera la vostra opera disintegrarci definitivamente.Armao credimi staresti meglio con una tonica in un convento,e manco la saresti credibile,Biosphera ti dice nulla,direi molto,visto che ne hai farto parte e che oggi assieme a multiservizi,il personale aspetta ancora delle risposte sul proprio futuro,ma in fondo a te che importa,diamo proroghe su proroghe,MAGARI CI FOSSE UNA GIUSTIZIA DIVINA e quello che state facendo passare alla povera gente lo passaste voi.vi auguro tutto il male possibile compreso il grande don Raffae,che di grande a solo le cazzate che combina.

    livesicilia ma che vuoi moderare,in un mondo dove tutti moderano lascia un po’ di spazio al pensiero delle persone GRZ

    Ci deve soldi lo Stato? per fare che? creare foreste di basilico? Rifare la sanità? Quale sanità? Sicilia Orientale o Sicilia Occidentale?

    x i sig. LUCIO E GULLOTTA
    Ma dico io, perchè l’eccellenza managierale dell’ass. Russo, non ha preso in esame di acquisire Villa S. Teresa di Bagheria.
    Questo polo ONCOLOGICO, di importanza per altri non lo è per noi .
    Mi chiedo, perchè dare tantissimi euro al RIZZOLI, e non fare in modo che il quadagno ottenuto per le prestazionbi sanitarie, rimanga nel nostro territorio. Si preferisce demandare sempre tuttto il più lontano, si dà meno nell’occhio.
    Dott. RUSSO ………………………………………….

    Ma Russo ha ancora il coraggio di parlare ? Visiti i pronto soccorso della Sicilia e si renda conto dello sfacelo a cui ha portato la sanità siciliana ! Facile ridurre e tagliare senza programmare una reale assistenza sanitaria. Vada a casa e ritorni a fare il magistrato, che forse è il suo vero mestiere.

    Dicono che non ci dobbiamo preoccupare ma il problema è che le agenzie ci reating ci declassano da Roma arrivano lettere che chiedono le conferme delle dimissioni del presidente e fissano appuntamenti per incontri. Da roma si dice che siamo in debito con lo stato da qui dicono che lo stato è in debito con noi… Forse sarebbe meglio che arrivi il commissari per ripianare questi cinnquemiliardi e quattrocentomilioni di euro di debito cosi che si possa andre ad elezioni anticipate a Novembre

    Russo è una delle poche persone oneste di questa terra disgraziata!

    Il problema degli operai forestali va affrontato una volta per tutte. Dobbiamo evitare la guerra tra poveri, ma dobbiamo pur evitare le malversazioni e gli spreghi. E’ incomprensibile riconoscere l’indennità di disoccupazione pari quasi quanto al costo dell’utilizzo, tanto vale utilizzare gli operai anche nei giardini pubblici, come stradini per togliere le erbacce che invadono le carregiate per vigilare sulle disacariche abusive. I soldi o dell’Inps o della Regione sono sempre soldi pubbici, ma è così difficile fare una legge di riordino seria e coerente.

    solo il govenro centrale può liberanrci da queste piattole sanguisughe!!!!
    lo statuto speciale è servito, e serve solo ai questi porci che chiamiamo politici siciliani!!

    Sig. Lucio, so dei fas e delle difficoltà che Russo ha dovuto incontrare, e non metto in discussione le qualità di Russo anche perché non ne so abbastanza da potermi esprimere. Ritengo solo uno scandalo che un politico, qualsiasi politico, di destra, di sinistra o di centro (e grazie a Dio, questo governo regionale li ha uniti tutti!!!) parli con tranquillità di debiti miliardari in un periodo storico in cui tutti siamo schiacciati da tasse fatte per tappare i buchi della cattiva gestione delle finanze statali (e regionali). Se lei nonostante tutto è contento di ciò, me ne rallegro. Io mi rallegrerei di più nel vedere una regione governata con rigore e con l’utilizzo decente dei soldi pubblici, regionali, statali ed europei – e qui neanche apro la questione sui 600 milioni di euro buttati via. Le ripeto: rispetto la sua opinione, ma io sono convinto che se Russo davvero dovesse rappresentare il meglio della classe politica siciliana, allora vuol dire che siamo proprio in alto mare… Saluti

    Cari Armao e Russo…
    vi presenterete ancora alle Regionali per una ulteriore figura da tre soldi ?
    Misuratevi con la gente, solo dopo avrete il diritto di parlare a nome dei Siciliani !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *