Salta il confronto, Micari e Fava: | "Musumeci e Cancelleri scappano" - Live Sicilia

Salta il confronto, Micari e Fava: | “Musumeci e Cancelleri scappano”

I candidati grillino e di centrodestra non si presentano a un incontro con i medici.

La polemica
di
33 Commenti Condividi

PALERMO – “Cancelleri dovrebbe mettersi d’accordo con se stesso: dice che i suoi avversari ‘scappano dal confronto’ quando è lui a non essersi presentato. Musumeci fa sapere di non volere partecipare perché ha ‘poco tempo per la sua campagna elettorale’, ma in realtà è in campagna elettorale da cinque anni. Oggi c’era un’importante iniziativa sulla sanità: sarebbe stato utile confrontare le diverse proposte per rafforzare il ruolo dei medici di base. Chi ha snobbato questo appuntamento ha avuto una mancanza di rispetto per gli operatori della sanità e per i siciliani, che vogliono conoscere i programmi dei candidati e non si accontentano di semplici slogan”. L’ha detto Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana, a margine del confronto organizzato stamattina a Palermo dalla Fimmg (Federazione italiana medici medicina generale) al quale gli altri due candidati alla presidenza non si sono presentati.

Micari ha illustrato le sue “quattro proposte” in questo ambito sanitario: più medici di famiglia; meno poltrone nella sanità; un solo centro prenotazioni regionale; più risorse dall’Europa. “I medici di famiglia sono fondamentali, in Sicilia ne servono più – ha detto – aumenterò le risorse che dipendono dalla Regione per formare medici di famiglia”. “Oggi abbiamo nove Asp e otto Aziende ospedaliere: in tutto 17 strutture che moltiplicano gli incarichi ma spesso non sono in grado di rendere più funzionali i servizi. Sono convinto – ha proseguito – che una rete più leggera, magari con cinque o sei centri direzionali nell’isola, snellirebbe una serie di passaggi e produrrebbe risparmi e un maggiore coordinamento fra le strutture sul territorio”.

“C’è poi un altro tema centrale – ha proseguito – bisogna superare una volta per tutte le lunghezze delle liste d’attesa: ogni azienda ha un suo centro di prenotazione, e troppe volte i diversi centri ‘non si parlano’ fra di loro. Una follia! Serve un centro unico di prenotazione regionale. Chiederò al governo nazionale di avere più risorse, anche in relazione ad un aspetto spesso sottovalutato: siamo terra di frontiera, curiamo ogni anno un numero altissimo di immigrati. Presto il presidente del Consiglio Gentiloni sarà in Sicilia, gli chiederò di continuare questa battaglia in Europa e contestualmente di fare arrivare più risorse per il sistema sanitario siciliano”.

A puntare il dito contro la mancata presenza al confronto dei rivali anche l’altro candidato governatore Claudio Fava:Musumeci e Cancelleri – dice – erano assenti oggi nell’incontro di Palermo con 500 medici di base siciliani. È la loro strategia elettorale: parlare solo agli amici e rifiutare i confronti con gli altri candidati. C’è da chiedersi: perché non vogliono o perché non sanno?”. 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

33 Commenti Condividi

Commenti

    Micari sarebbe veramente un grande Presidente!
    Per la Sanità siciliana chiederebbe più soldi al Governo centrale.
    COME NON AVERCI PENSATO PRIMA!

    La Lorenzin per risparmiare vorrebbe chiudere pure il Civico ed aprire un altro cimitero e questo Micari chiede soldi . Ma dove vive? vada a insegnare filosofia dello spazio.

    E si Musumeci scappa perché ha paura, Micari vincerà facile essendo l’erede di Crocetta !!!

    C’era l’assessore alla sanità? C’erano tutti i nominati di crocetta?Micari ha detto quello che si deve fare,cose che il governo di csx non ha fatto in 5 anni e che sicuramente fara’.Micari ritornando a fare il rettore potrà suggerire al nuovo governo di cdx le cose che vanno fatte,bravo!

    IN QUESTA TERRA SI CRITICA TUTTI E TUTTO CIÒ CHE SI PROPONE O SI PROGRAMMI DI REALIZZARE.
    SEMPRE E COMUNQUE.
    INVECE, NEI CONFRONTI DI CHI APOSTROFA SOLAMENTE L’ASSENZA DI ALTRI CANDIDATI, NESSUNA CRITICA.

    No Musumeci non scappa è che ha dimenticato di puntare la sveglia.

    Micari mi fa una tenerezza incredibile.

    Povero Micari. Se Cetto La qualunque ha pronunciato la famosissima frase”chiu’ pilu per tutti, il candidato presidente , ad un incontro con i medici di famiglia, non poteva dire altro che “più medici di famiglia”. Se si fosse trattato di forestali, “più forestali”, se invece di giovani disoccupati, “più lavoro per i giovani. È scontato. Anche il buon Fava ha parlato. In effetti, lo ha sempre fatto… ma senza fare fatti o contribuire ….. Ma porca miseriaccia!!! Nessuno dei due ha toccato un tema importantissimo: l’ adeguata assistenza sanitaria per tutti. E questo significa ospedali funzionali e funzionanti, pronto soccorsi rapidi negli interventi, strutture adeguate e mi che quant’altro ancora…. Di medici di famiglia “tuttologi” , destinati a risolvere marginali problemi di salute e spesso rimandare agli specialisti, sia per la propria ridotta capacità nei singoli rami che per pigrizia, npn sappiamo che farcene. Ci bastano quelli che ci sono e che in certi casi,raramente effettuano visite domiciliari . Non so quanto potesse essere utile la presenza degli altri candidati, visto che i problemi sono altri e di altro genere.

    Ma per favore ……..se questa è la migliore critica che potete fare……perdenti

    Ci sarà tempo e modo per incontrare i Medici in Sicilia da parte di tutti i Candidati. Quanto a Nello Musumeci del Centrodestra era già in programma la sua partecipazione a CUSTONACI (TP) per la festa Tricolore Sabato 3 alle ore 10.
    Qua nessuno scappa anche perchè in questiu anni sono scappati da decenni sia Crocetta che tutti gli Assessori alla Sanità dall’affrontare seriamente le problematiche Sanitarie in Sicilia.
    Sono certo che il prossimo Governo di centrodestra affronterà in maniera radicale tutte le problematiche che investono il settore della Sanità in Sicilia dagli ospedali alla sanità del territorio soprattutto per dare risposte a tutti i Siciliani che si può e si deve fare buona Sanità in SICILIA!

    Guardi che la sanità é gestita dal partito che la sostiene ( il PD) da quasi 10 anni. Le nomine attuali sono tutte vostre.
    A proposito, chi propone come assessore alla sanità?

    @Angelo, sempre tu, che non ho capito se sei ironico o cadi dalla nuvole: ricordi cosa combinò Cuffaro nel 2002 con la Sanità?

    @ Angelo. Mi pare che il governo di centrodestra al governo c”è stato e nemneno un decennio fa. I risultati non si sono visti…. anzi… , pareva sempre di essere ai tempi della prima repubblica. Mi sa che centro-destra e centro-sinistra siano le due facce della stessa moneta . Tralascio di parlare del materiale di cui essa è fatta…..

    Bisogna vedere dove si fermerà alle urne il consenso di Micari.

    “Oggi c’era un’importante iniziativa sulla sanità: sarebbe stato utile confrontare le diverse proposte per rafforzare il ruolo dei medici di base. Chi ha snobbato questo appuntamento ha avuto una mancanza di rispetto per gli operatori della sanità e per i siciliani, che vogliono conoscere i programmi dei candidati e non si accontentano di semplici slogan”. L’ha detto Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana,”
    Sbaglio, o per cinque anni la sanità è stata in mano alla Sinistra? Ora ci dicono che è tutto sbagliato, tutto da rifare? Ma dove sono stati? Chi è che distribuisce slogan elettorali? Vogliamo parlare del Ponte sullo Stretto?
    Entrando nel merito, non so chi ha suggerito a Micari di dire le sciocchezze che ha detto. Le 17 strutture sono POCHE , non vanno ulteriormente ridotte, vanno aumentate, per migliorare la governabilità, per specializzarle e per rendere un migliore servizio ai cittadini grazie alla divisione delle competenze. Bisogna togliere alle Aziende Territoriali le strutture ospedaliere. Nelle sei province più piccole bisogna tornare a due strutture sanitarie, una Ospedaliera, che raggruppi tutti i presidi, ed una territoriale, che fornisca i servizi ai cittadini. Nelle altre tre province, bisogna rivedere la rete ospedaliera, razionalizzando le aziende ospedaliere (in certi casi accorpandole, in altri separandole) togliendo sempre alle Aziende Provinciali i presidi ospedalieri e assegnandoli alle aziende ospedaliere.
    Nella sanità la “moltiplicazione degli incarichi” , entro certi limiti, (max 28 aziende sanitarie) servirebbe a garantire una migliore governance ed il maggior costo (irrisorio rispetto al budget di una A.S.) sarebbe sicuramente recuperato da un possibile migliore controllo ed organizzazione. La demagogia porta solo sprechi.
    Le proposte organizzative di Micari , se attuate, porterebbero caos ed inefficienza.
    MICARI, torna a fare l’ingegnere, che lo sai fare molto bene, riacquista la tua dignità evitando di ripetere, a pappagallo, quello che gli incompetenti che hanno sinora governato la Sicilia ti fanno dire .

    In un solo colpo il Musumeci supererà piddini,Orlandiani,grillini,comunisti? (Sel),il 5 Novembre la risposta.

    Invece di organizzare l’incontro con i medici di base perché non lo organizza con le migliaia di operatori della formazione professionale che Saro. nella sua incompetenza li ha lasciato disoccupati.

    Mario 64, Plaudo il tuo commento…si tuona per l’assenza del confronto che ridicolmente si vuole strumentalizzare. Unica cosa che riesce a fare. La banalità di approccio del Micari (piu medici di famiglia…da vero seguace del crocettismo la qualunque..) la pochezza delle argomentazioni….e la surrealità incomprensibile delle soluzioni che lancia così… come palloncilni nell’aere..dimostrano che di sanità non capisce nulla e che i suoi “consigliori” giocano ancora con parole vuote che non rivelano alcun programma…..ma una competenza da giochi di società…. d’altronde sono gli stessi che hanno devastato il devastabile in 5 anni di barbarie in sanità cosi come in altri settori. Micari si lancia dai medici di base per un volo iperbolico di scontati rilievi e di soluzioni magiche….più soldi….piu medici…i centri direzionali…. dirà tutto a Gentiloni che sospirerà di sollievo il 6 novembre per il pericolo scampato.

    Grave errore non presentarsi , difronte ad una platea di 500 medici di famiglia . Si tratta di operatori sanitari che ogni giorno assistono migliaia di persone . Un settore quello della sanita’ tra i piu’ importanti per le politiche sociali . Molto sentito dai cittadini . Lo si sa che la campagna elettorale è un massacro per chi si candida a governare la Sicilia . Valeva la pena andarci . Occasione persa

    roberto gallo gia’ Cons. Prov.le de La Destra

    Credo che Musumeci , così come Cangellieri, sanno che Micari e Fava sono a caccia di notorietà. probabilmente ritengono che è ancora presto per fare salire Micari agli onori della cronaca politica in cui è ancora clamorosamente assente.
    Sanno che un confronto ora metterebbe questi candidati nella condizione di avere la stessa attenzione di cui godono i candidati favoriti e quindi si tratta di strategia elettorale.
    Se Micari fosse stato un candidato all’altezza della sfida Musumeci avrebbe lasciato tutto per sfidarlo, daltronte l’eloquenza non gli fa mai difetto.

    In casmpagna elettorale tutti pronti a confrontarsi per condividere decisioni. Ma la chiusura degli ospedali dei PTE la soppressione delle ambulanze del 118 sono state decise nelle segrete stanze dopo ampie rassicurazioni però.
    Vero On. Guicciardi? Ora il suo Presidente in pectore si confronta!!

    Comincia bene, vuole rettificare il percorso sbagliato di Crocetta, che per farsi bello con il Governo centrale in 5 anni ha rinunciato a 8 miliardi di euro per la sanità, e basta vedere già i pronto soccorsi per rendersi conto del disastro fatto, non hanno nemmeno le siringhe e gli utenti li devono andare a comprare, parliamo di fondi che alla Regione spettavano per numero di abitanti, i quali versano le tasse per il SSN, invece quei soldi sono finiti al nord. Bravo Micari, questo è uno dei punti importanti, ma ce ne sono anche nelle infrastrutture, acqua e rifiuti, attività produttive, formazione.

    Non c’entra la sveglia, era andato a dare lezioni private di italiano al suo sostenitore, nonché facente parte del suo gruppo politico all’ARS, Alfio Barbagallo. Rivedere il video del discorso d’insediamento è lluminante per comprendere la “qualità” della sua squadra.

    Non far dire a Micari cose che pensi tu. La riorganizzazione della rete sanitaria è un dato di fatto. Il settore adesso è attivo, si torna ad assumere personale. Per quanto riguarda le nomine, fino a quando saranno politiche, chi governa sceglie a prescindere dal credo politico.

    Musumeci non concederà mai visibilità e palcoscenico a personaggi che quando sono da soli passano inosservati.

    L’incontro poteva essere utile solo a Micari e a Fava. Comunque fosse andato.

    rispondo alla signora Daniela….veda che il suo carissimo Micari è stato quello stesso che meno di 10 giorni fa a Taormina ha detto che Crocetta ha fatto bene e ci sono stati 10 minuti di applausi….. ora da me si dice o è alto il cielo o è bassa le terra.

    @barrafranchisi
    Guarda invece Musumeci a chi sta dando visibilità: Cuffaro, Lombardo, Romano, Armao, Miccichè, …

    I voterò Micari come ringraziamento ad Orlando solo solo per tutta la munnizza che mi trovo intorno.

    In un sol colpo Musumeci supererà piddini,Orlandiani,grillini,comunisti? (Sel),il 5 Novembre la risposta.

    …che quando sono da soli passano inosservati. Ha tutte le doti e le capacità del grande leader. Grande Musumeci.

    Sbaglio, o La Via è stato assessore sia di Cuffaro che di Lombardo?

    La Via è stato assessore con Cuffaro e con Lombardo, candidato di NCD (alfano) ed ora sta con Micari. Ma essere stati lombardiani, cuffariani ecc, ecc, non vuol dire essere delinquenti. Ogni siciliano in passato è stato qualcosa o ha votato per qualcuno in assoluta buonafede e conscio di aver fatto il proprio dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *