Sicilia, Letta: "Puntiamo su candidatura per vincere" - Live Sicilia

Sicilia, Letta: “Puntiamo su candidatura per vincere”

Il segretario del Pd parla delle prossime elezioni per eleggere il nuovo Governatore della Regione
ELEZIONI REGIONALI
di
8 Commenti Condividi

”La Sicilia è al centro della nostra attenzione, ci sono importanti momenti elettorali, e li seguiremo e cercheremo di dare una mano con il massimo impegno”.

L’intervento di Enrico Letta

A pochi giorni dalle elezioni amministrative che ha visto il centrosinistra vincere in diverse città importanti come Milano, Bologna e Napoli, il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, interviene dalla Radio ufficiale del Pd e parla dei prossimi appuntamenti elettorali. Tra le regioni che dovranno scegliere il futuro governatore c’è anche la Sicilia.

La scelta del candidato

”Dobbiamo preparare la nostra proposta politica per la Sicilia con impegno e senza arrivare all’ultimo momento”, ha aggiunto Letta: ”In Calabria abbiamo individuata una scienziata bravissima, la ringrazio, sarà capo dell’opposizione. Ma se fossimo stati più bravi a essere pronti prima a fare questa scelta, forse saremmo riusciti a convincere i calabresi e a cambiare le sorti della Regione. Amalia sarebbe stata la presidente perfetta per la regione”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    …si è montatola testa…..

    In altre parole ha escluso Orlando!

    E un altro scienziato troverete in Sicilia, ne sono certo, per perdere con classe

    Scordatela la regione siciliana, avete vinto una volta con Crocetta solamente perché Miccichè e Musumeci erano divisi, altrimenti numeri alla mano non vincevate nemmeno quella volta.

    Concordo

    Il PD non ha bisogno di candidarsi, si fanno sempre governi che durano sino all’elezione del capo dello stato che a sua volta ,ormai è prassi, da mandato di formare il.governo ad uno che nemmeno si è candidato e …quindi ci avviamo ad essere la nuova Cina ( con il presidente a vita) facendoci credere il contrario …..

    Siamo sicuri che metterete qualcuno del seguito di Crocetta, che ha lavorato nei suoi gabinetti ! Scommettiamo che già so il nome di questo crocettiano? La supponenza di tutti questi “unti dal signore”, ormai …..puzza da lontano!

    Carneade: chi è costui? Ecco è la stessa domanda che dovremmo farci tutti su letta.Sara’ stato bravo in Francia ma wua in Italia, politicamente, è nullo nonostante sia segretario di quello che una volta era un partito. Non è utile all’italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.