Siracusa, iscrizione in bilico| Catania su Paolo Baiocco - Live Sicilia

Siracusa, iscrizione in bilico| Catania su Paolo Baiocco

In casa Siracusa si attendono sostanziali novità in merito alla presentazione della fidejussione. Il presidente azzurro Salvoldi ed il suo vice Mauceri potrebbero, infatti, aver trovato l'aiuto necessario in un gruppo di imprenditori. Sul portiere Paolo Baiocco (nella foto) c'è l'interesse del Catania.

LEGA PRO
di
3 Commenti Condividi

I giorni dell’attesa si sono trasformati in giorni d’impazienza per il Siracusa del presidente Luigi Salvoldi. La tifoseria aretusea si chiede, infatti, se anche l’anno prossimo potrà recarsi allo stadio ‘Nicola De Simone’ per incitare i propri beniamini o se, al contrario, dovrà riporre sciarpe e stendardi salutando quella che, nelle ultime stagioni, ha rappresentato una realtà del calcio siciliano. Novità sostanziali si attendono nella giornata di oggi, definita dalla stessa dirigenza di via Montegrappa “cruciale”, in cui Salvoldi, il suo Marco Mauceri, ed il consigliere Paolo Giuliano metteranno sul tavolo le carte a loro disposizione per salvare il Siracusa.

Il nodo principale è sempre quello rappresentato dalla fidejussione. Quest’ultima, che dovrà essere presentata entro lunedì prossimo, sembra non costituire più un ostacolo insormontabile rispetto a qualche settimana fa. La speranza, come ha affermato Mauceri in questi giorni, è appesa ad un filo di lana: “Attendiamo che il gruppo di imprenditori, che ha preso l’incarico d’erogare la fidejussione, faccia le sue valutazioni e si attivi entro i termini previsti. Se ciò non dovesse accadere chiederemo alla Lega di allungare, ulteriormente, i termini per il versamento della fidejussione”. A rafforzare le dichiarazioni di Mauceri il presidente Salvoldi, nel frattempo rientrato dal suo viaggio di lavoro in Africa, ha confermato una volta di più che, in senso positivo o negativo, oggi si giungerà ad una decisione.

Chi attende buone notizie con trepidazione è sicuramente il diesse azzurro Antonello Laneri. Sul fronte mercato la società aretusea si trova, infatti, con le mani legate dalla fine dell’ultimo campionato. Situazione insostenibile per una piazza come Siracusa che in rosa ha tanti nomi appetibili. Il primo sulla lista è quello del portiere Paolo Baiocco che, secondo recenti indiscrezioni, sarebbe finito sul taccuino di Nicola Salerno, ds del Catania. “Ho sentito anch’io queste voci – ha dichiarato Baiocco a Golsicilia – ma non c’è ancora niente di definito. Io accetterò le decisioni della società”. Sirene di trasferimento sono, infine, quelle che riguardano i vari Pepe, Longoni e Fofana, accostati nelle ultime ore alla Nocerina del tecnico Auteri, e Davide Moi che continua ad avere estimatori in cadetteria e, addirittura, in serie A . Il Cagliari, infatti,  offrirebbe al centrale l’occasione di tornare nella sua regione da protagonista.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Ma”” cosa vuole questo presidente del Siracusa Calcio,
    che la questione economica per l’iscrizione della squadra cade sulle spalle degli sportivi Siracusani.
    Che continua à fare dei proclami per l’iscrizione delle squadra;
    Credo che dovrebbe passarsi una mano nelle sua coscenza,
    per il danno che abbiamo subito noi fedeli Sportivi Siracusani, alla mancata Promozione in B.
    che ci Abboniamo ogni Anno, e che come di giusto pachiamo la nostra parte.
    Ma che la finisca di fare la vittima.

    Non conosco le vicende calcistiche di Siracusa come Angelo ma concordo con lui. Il Sig. Salvoldi non l’ho mai capito bene, lo trovai presuntuoso e poco competente già alcuni anni fa quando esonerò senza validi motivi un signor allenatore come Giuliano Sonzogni che per carattere e personalità non è mai stato tipo da fare inchini a nessuno e che anni prima aveva di tasca sua pagato le trasferte alla squadra nonostante la vecchia società era pressoché fallita. Adesso, dopo uno splendido e sfortunato campionato, spera che siano altri a salvare il calcio a Siracusa col serio rischio che una città appassionata perda la sua squadra.

    da palermitano capisco il perche non è andato in B come nel film allenatore nel pallone la società dove avrebbe trovato i soldi per finanziare la serie cadetta ?
    grande tifoseria e grande città piccola società forza che prima o poi arriverà un presidente (il porticciolo è stato finito ? ) straniero che si innamora della città e spende un pò di miliardi per la squadra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.