Vernuccio: "Sono l'uomo al posto giusto" - Live Sicilia

Vernuccio: “Sono l’uomo al posto giusto”

Il neo assessore alla Funzione Pubblica e alle Autonomie locali Nicola Vernuccio racconta la sua amicizia con Francesco Musotto e gli obiettivi da raggiungere fino alla fine del suo incarico, la cui data di scadenza è fissata tra meno di 60 giorni.

28 Commenti Condividi


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

28 Commenti Condividi

Commenti

    Che “Cul de gang” sto ragazzo si trova sempre al posto giusto al momento giusto.
    perche’ non lo si prova al momento giusto quando ci sono le regionali ? …il consenso è un’altra cosa………….

    Qualcuno ha informato il novello assessore che, nel mese di agosto, il suo ufficio è chiuso nelle ore pomeridiane a causa delle note ristrettezze finanziarie?
    Il tempo utile a lasciar traccia di sè si restringe quindi notevolmente…..

    Almeno è simpatico..

    scusa ma con l’ordionaria amministrazione che sengno deve lascire?? booooooo le cose sono due o ci credono cretino o sono cretini!

    DI VERNUCCIO BALZA SUBITO EVIDENTE LA SUA QUALITA’ MIGLIORE:
    LA MODESTIA!!!

    E’ un classico per i cosidetti tecnici essere “modesti”. Harry Potter, vorrebbe risanare il bilancio licenziando, lo zio Fester ha sanato la sanità e in fundis Verruccio ad agosto terrà aperto l’ufficio!!!!

    “le elezioni vengono organizzate dal Dipartimento alle autonomie locali”…..ah ora comprendo perchè il Vernuccio….brrrrr…brividi!!!!

    un delibato di giunta!!!! ahahahaha…..

    lavorare….riesce pure ad utilizzare un verbo di cui sconosce il senso…lol

    HahahahahahHhhahhhaah al ridicolo non c’è limite !!!!! Fra un po’ gli asini volano !!!! Hahahahahhahah indecente

    ma vai a lavorare anziche’ fare il parassita !

    Un’altro “risolutori di problemi”! Questo parassita non si rend conto che il problema è lui e che la messo li?

    Ma glielo hanno detto che e’ la Regione Siciliana e non lo stato Norvegese ? I regionali ad Agosto, quei pochi che fanno la cortesia di andare in ufficio, manco spostano le sedie per sedersi, figuriamoci se si mettono a “lavorare”.

    A Daria Romano, in effetti la simpatia e’ una sua dote: nascosta pero’ !!!!!!

    @simpatia…è talmente nascosta che quando te lo ritrovi vis à vis proprio non ti riesce di capire dove può averla nascosta!!!!
    poi ci pensi e capisci che è nello stesso posto in cui nasconde competenze ed educazione…e non le troverai mai!!!!! lol…
    rido ma c’è i chianciri a pensare che è assessore!!!!

    Poverino…un pupazzo come tanti altri….chissa’ chi e’ il “puparo”……

    ridicolo…..non ha capito che ormai non hanno più nessuna credibilità

    Che differenza c’è tra parassita e meschino di razza…mi pare la stessa cosa!

    LA NOMINA DI VERNUCCIO, NON SOLO DEVE RINCUORARE TUTTI NOI, MA COSTITUISCE UN SEGNALE DI SPERANZA PER I SICILIANI:
    COSI’ COME NEGLI STATES OGNUNO PUO’ LEGITTIMAMENTE AMBIRE A FARE IL PRESIDENTE, IN SICILIA (PER UN PELO MANCATA STELLA SULLA BANDIERA USA) OGNUNO PUO’ AMBIRE A FARE L’ASSESSORE ALLA REGIONE.

    PIUTTOSTO, IL NEO ASSESSORE POTREBBE IMPEGNARE IL FERRAGOSTO A DIRIMERE UNA QUESTIONE ESIZIALE ALL’ARS:
    SE I COMPONENTI DELL’ASSEMBLEA SI POSSONO FREGIARE DEL TITOLO DI “ONOREVOLE”, PERCHE’ MAI LUI DEVE LIMITARSI A QUELLO DI “ASSESSORE”?

    PROPOSTA DI LAVORO:
    RIBATTEZZARE L’ASSESSORE REGIONALE SICILIANO CON IL NOME DI “MINISTRO REGIONALE” E, CONSEQUENZIALMENTE, LA “GIUNTA” DIVENTA IL “CONSIGLIO DEI MINISTRI REGIONALI”.

    BOUTADE DA CALURA ESTIVA?

    EPPURE VI DICO CHE C’E’ CHI CI STA PENSANDO SERIAMENTE….VISTO CHE ALTRO CUI PENSARE NON C’E’…

    Sicuramente non è che io impazzisca per Lombardo e i suoi uomini, ma i ripetutib commenti di Antonella mi sembrano così pieni di acredine che mi viene da pensare: non è che è una vecchia “fiamma” tradita?

    i@italsiculo
    o le mie vecchie fiamme, essendo rimasti cmq pezzettini del mio cuore, me li tengo belli vicini e accoccolati ma alla giusta distanza.
    Riguardo a questo personaggio l’acredine che tu leggi riguarda la sfera lavorativa dove in occasione di una collaborazione ad un progetto (lui DG alle odierne Attività Produttive) ho avuto modo di sperimentare dal vivo “competenze, professionalità, capacità “dirigenziali”, conoscenza della parola L a v o r o e soprattutto educazione di costui!!!
    Ti auguro di conoscerlo e di fare la stessa esperienza. Ti assicuro che in pochi momenti avrai chiaro anche tu la vera natura del personaggio in questione. Però dovresti essere donna (e nulla a che vedere con avances).
    Ps non è il caso che ti dica cosa mi fa pensare la parola fiamma associata alla sua persona. LOL

    Ill.ma Antonella non posso ora per allora farle le mie più sentite scuse, anche se durante la mia reggenza del Dip. Att. Produttive (1 gennaio 2010 – 7 luglio 2010) non ho memoria di tale evento da Lei ricordato e non ho memoria di progetti che coinvolgessero personale esterno all’Amministrazione Regionale, ma ciò non esclude una mia dimenticanza del fatto, anche se di tutti i difetti che posso possedere l’arroganza non mi appartiene e di tutto quel periodo alle Att. Produttive ricordo un solo duro scontro con un funzionario che non voleva essere trasferito ad un servizio dove avrebbe lavorato di più e con la sua Dirigente ma non altri momenti di tensione. Nel pieno rispetto della sua opinione e dell’esercizio della sua libertá di critica, anche aspra, dietro un nickname curtense bello e democratico questo splendido luogo che ci mette a disposizione Livesicilia, una cosa sola mi preme precisare che chi Le scrive ha sempre lavorato negli ultimi 25 anni almeno 10 ore al giorno, ne più ne meno di tanti altri lavoratori e non negando, come ho sempre fatto, di avere avuto vie e anche fortunate ma sempre percorse con impegno e quindi l’unica cosa che non comprendo è il suo attacco ad una mia ipotetica apatia al lavoro. Ma è libera di pensarLa come vuole e Le rinnovo le mie scuse qualora avessi avuto con Lei comportamenti che ne hanno determinato le considerazioni da Lei sopra riportate. Ad italsiculo pregherei di non scadere più in battute di cattivo gusto su “fiamme varie” e approfitto per ringraziare anche gli altri intervenuti nel dibattito anche se tranne in un caso non noto grande generosità, ma ripeto questo è un luogo libero e ciò per me rappresenta la sua forza. Grazie a Livesicilia di avermi ospitato.

    gentile redazione ieri sera ho risposto a N.Vernuccio, ma non vedo il mio post pubblicato. Trattasi di dimenticanza semplice o lo avete cassato? In quest’ultima ipotesi, perchè?

    Perché lei fa delle contestazioni precise e pesanti, cara Antonella. Le pubblicheremo con nome e cognome. Affettuosi saluti.

    Che lei non abbia memoria di tale evento lo posso capire, generalmente quando urliamo, strepitiamo su qlcs e contro qlcn ci liberiamo in quel momento di una ns. difficoltà, impotenza o angoscia interiore e riponiamo poi l’accaduto nel dimenticatoio!!!

    Che io non potrò mai dimenticare tale evento la prego gentilmente di volerlo comprendere! Oltre un notevole calo nella commissione di incarichi, il mio “incontro” con lei ha significato pure un ennesimo sonoro crollo del pilastro “rispetto e fiducia nelle Istituzioni” (oggi come allora tale ruolo la sua persona riveste e rivestiva) costruito con entusiasmo e tra mille difficoltà finanziarie, negli anni giovanili di studio universitario e formazione post lauream.

    Giusto un aiutino qualora volesse ricordare e cmq per giustificare l’asperrimo giudizio:
    azione di internazionalizzazione; missioni incoming Canada ed EAU; il mio compito era organizzare tutta la parte dei servizi offerti e della logistica in loco relativa alle 2 missioni, in funzione di un contratto di collaborazione con l’azienda che se ne era aggiudicata l’appalto; solo per dare un’idea: servizi ricettivi per la delegazione (15 pax); transfers in funzione delle esigenze di missione; servizi di interpretariato (scelsi io curandone pure la contrattualizzazione ed il compenso, la bravissima interprete che tanto positivamente la impressionò!); seminario d’apertura lavori con relativa gestione documentale degli interventi dei vari relatori; workshop con incontri B2B e degustazione prodotti; agenda degli incontri buyerazienda in funzione del matchmaking; visite aziendali e C E N A di G A L A con menù organizzato in portate i cui ingredienti erano gli stessi prodotti d’eccellenza presentati durante il workshop!!!!! (LEI HA IDEA DEL QUANTITATIVO DI LAVORO???)
    Tale cena si rivolgeva soprattutto ad una platea di circa 30 operatori (tra buyers e rappresentanti di aziende locali). Avrebbero lavorato tutto il giorno e non certo stando seduti!! ergo era improponibile e sarebbe stato da parte mia da incompetenti organizzare una cena all’impiedi!!!! Ciò non ostante, avrei di sicuro ottemperato e soddisfatto i desiderata dell’Amministrazione Committente nella figura del suo DG, qualora avessi avuto tale informazione in t e m p o u t i l e per poter riorganizzare il tutto. Ma a me l’informazione sul suo desiderio di una Cena di Gala a buffet è arrivata lo stesso giorno in cui era prevista la cena.
    Lei in quanto DG poteva avere le motivazioni da lei ritenute giuste per fare gli opportuni rilievi nell’opportuna sede, di certo non può essere qualificabile come competenza dirigenziale quella di indirizzare a me una inutile piazzata, ad una portata dal fine evento (mancava soltanto il dolce al termine della cena), con urla e strepiti sulla sua difficoltà a star seduto, noncurante della figura che stava facendo lei (e con lei l’istituzione Regionale) anche a livello internazionale!!!
    Lei era il Dirigente Generale, non aveva necessità alcuna di aggredire verbalmente chicchessia dando di se un’immagine di incompetenza e cattiva educazione;

    Già quella sera guardandola in silenzio mi chiedevo il perchè di questa aggressione verbale e l’unica spiegazione plausibile che riuscii a darmi per tale suo comportamento fu di un probabile sfogo di stress da “ansia da prestazione” per aver ricevuto un incarico ed un compito superiori alle proprie competenze e capacità; sfogo verbale che chiaramente ha avuto facilità nell’esplicitarsi poichè stava interloquendo con una donna!!!!

    All’arroganza effettivamente non avevo pensato!e giustamente stando alle sue parole!!

    Anche io ringrazio Livesicilia per l’opportunità di spiegare i fatti alla base del mio giudizio e ringrazio altresì lei qualora avesse avuto la pazienza di leggermi fin qui!

    Per le scuse, mi spiace ma seguirò il consiglio del mio frigo (lo comprenda, tiene famiglia!!!) nel non volerle accettare: il mio “incontro” con lei, professionalmente parlando, non può proprio definirsi fortunato!!!!

    Antonella Madonia

    La ringrazio vivamente di avermi ricordato un episodio che avevo veramente dimenticato, e mi dispiace ho proprio dimenticato che la mia ira fu indirizzata ad una donna, mi ricordo che l’organizzatore era un uomo, ma poco importa. Le porgo le mie scuse di nuovo però sappia che io non ho chiesto nessuna cena di gala, che se non ricordo male fu tenuta in un noto ristorante al foro italico, proprio per questo e non certamente nei suoi confronti ma nei confronti die miei collaboratori del servizio internazionalizzazione andò la mia indignazione per una cena che presentava tranne per la parte ” all’impiedi” eccezionale e di qualitá dando un segnale ottimo ai nostri ospiti internazionali mentre nella parte seduta (ripeto da me non richiesta anche per un’antipatia personale alle cerimonie sedute) il menù a base di ns. Prodotti era veramente di scarso valore qualitativo (ricordo vagamente dei saraghi decongelati da allevamento) e provocò in me una reazione che non credo fosse diretta a Lei (le rinnovo le scuse che lei può giustamente non accettare) ma ai miei collaboratori che non avevano vigilato e nel pieno rispetto di tutto il suo impegno che non potevo conoscere, continuo adaffermarle che tanto mi sembrò questo inficiare il ricordo che lasciavamo ai ns. Ospiti che chiesi alla dirigente del settore internazionalizzazione di iniziare una procedura di rilievi all’organizzazione e continuo a ricordare che era un distinto signore perchè il progetto era lautamente pagato dalle casse europee, se non sbaglio. Ma può non credermi ma siccome mi alzai e me ne andai prima della fine della cena ero pesantemente risentito con i miei collaboratori e soprattutto con me stesso non certo con Lei di cui non mi ricordo, ma al limite con me stesso perchè avrei dovuto vigilare sull’esistenza di ua cena di gala da me non voluta e realmente lontana da
    Le mie abitudini di gestione della cosa pubblica. Con ciò saperi essermi spiegato, liberissima di rimanere con la sua personale pessima opinione della mia persona, lo accetto, come dovrebbe fare chiunque assume una funzione pubblica. Grazie sempre dell’ospitalità a Livesicilia

    Infine evitando di occupare gli spazi Livesicilia quasi per una diatriba personale, mi permetta di non capire cosa c’entra la mia eventuale sfuriata “sicuramente come da Lei raccontata fuori luogo”, con una mia negazione al lavoro (forse ero stanco anch’io quel giorno e quindi particolarmente giá infastidito di partecipare alla cena di “Gala” al posto dell’Assessore e quindi nervoso) o una mia incompetenza (forse culinaria o come commensale) non certo come manager. Comunque le rinnovo il mio rammarico. Cordialmente Nicola Vernuccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.