"Specchietto rotto a martellate"| Via Mozart, truffatori in azione - Live Sicilia

“Specchietto rotto a martellate”| Via Mozart, truffatori in azione

Caccia ad una vecchia Alfa 147, a bordo della quale entrerebbero in azione i truffatori.

PALERMO
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Aveva lasciato l’auto parcheggiata per pochi minuti, ma al suo ritorno ha trovato lo specchietto retrovisore esterno ridotto in frantumi. Sarebbero stati due uomini a bordo di una vecchia Alfa 147 a distruggerlo, sferrando alcuni colpi con un martello.

E’ quanto denunciato oggi da una donna alla polizia, intervenuta in via Mozart per un tentativo di truffa. Da tempo l’auto viene segnalata da chi finisce nel mirino dei truffatori dello specchietto, che dopo aver provocato un danno alla macchina del malcapitato tentano di fargli sborsare una somma di denaro.

A bordo del mezzo si troverebbero sempre due uomini, nelle ultime settimane notati anche nella zona di via Oreto, viale Strasburgo e Pallavicino. Uno degli ultimi colpi è stato emsso a segno in via Portella della Ginestra, nel quartiere Romagnolo.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Altra categoria odiosa come quella dei parcheggiatori abusivi. Non bisogna dare tregua a questi criminali. Individuarli e renderli innocui con la galera. Lo so che dopo ricomincerebbero di nuovo, intanto verrebbero eliminati per un po di tempo. Ho una speranza, dopo le elezioni in Germania già qualcosa si è mosso, la Merkel ha avuto una batosta. In Italia, dovrebbero mandare a casa definitivamente, questo governo buonista, ipocrita e amico dei delinquenti.

    be io penso che non basta, e che dire dei venditori ambulanti che occupano i marciapiedi e parte della strada costringendo gente anziana o mamme con bambini a scendere dal amrciapiede perche’ occupato da ceste di frutta e verdura ?? questi non pagano tasse e che dire delle bancarelle uno dopo l’altra a mondello di venditori di merce contraffatta sono tutti extra comunitari che non pagano un centesimo di tasse i vigili le forze dell’ordine li vedo ma restano sempre li, e se un povero disgraziato commerciante che ha una attivita’ paga le tasse e non solo quelle , se trovano un cavillo lo rovinano a vita.

    Ormai per andare in galera in Italia devi come minimo commettere un omicidio volontario o preterintenzionale, anzi per averne la certezza una strage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.