Il Trapani è duro a morire |Pagliarulo acciuffa lo Spezia - Live Sicilia

Il Trapani è duro a morire |Pagliarulo acciuffa lo Spezia

Altro 2-2 in rimonta per i granata, con una trama simile al match di Ascoli. Decisivo il capitano.

calcio - serie b
di
2 Commenti Condividi

LA SPEZIA – E’ un Trapani duro a morire quello che riesce a uscire indenne anche dal “Picco” di La Spezia, al termine di una rimonta che ricorda da vicino quella valsa il punto strappato sette giorni fa ad Ascoli. I granata vanno sotto, rischiano di sbandare ma portano a casa un preziosissimo 2-2 che vale tantissimo: granata ancora imbattuti nel girone di ritorno.

L’avvio di gara è traumatico per gli uomini di Calori: al primo affondo lo Spezia scappa. Granoche approfitta di uno scivolone di Kresic e batte Pigliacelli per il momentaneo 1-0. Ma non è finita qui, perché al 10′ i padroni di casa trovano il raddoppio: sugli sviluppi di una punizione, Pigliacelli respinge come può, Migliore tocca e Granoche non fallisce l’appuntamento con la doppietta personale. Sembra l’inizio della fine, anche perché nei successivi dieci minuti lo Spezia sembra poter controllare la gara. Gli ospiti faticano in avanti ma hanno il merito di non arrendersi e al 35′ tornano in partita: traversone di Barillà raccolto da Casasola che trafigge Chichizola. Un minuto più tardi è Manconi ad andare vicino al bersaglio grosso con una conclusione che termina fuori di non molto. Un primo tempo divertente e ricco di colpi di scena si chiude sul 2-1 per i liguri.

I ritmi calano a inizio ripresa ma il Trapani è più che mai vivo. Calori capisce che non c’è nulla da difendere e al quarto d’ora richiama in panchina Nizzetto per inserire Jallow. Poco dopo l’ex Chievo va a un passo dal 2-2 con una conclusione che viene deviata sulla traversa da Chichizola. Lo Spezia comincia ad accusare la stanchezza, il Trapani dà tutto per cercare di agguantare il pari. Dentro anche Coronado e Curiale, dopodiché un fallo di Casasola ai danni di Fabbrini scatena una rissa pagata a caro da entrambi con il rosso diretto. In dieci contro dieci il forcing granata produce una serie di corner, l’ultimo dei quali si rivela decisivo. Coronado tocca corto per Colombatto, autore di un’ottima gara, pallone in mezzo per la zampata vincente di Pagliarulo su cui nulla può Chichizola. Esplode la panchina granata, entra in campo pure Calori ad abbracciare i suoi. Un punto importante per continuare a vivere e sperare. Questo Trapani è duro a morire.

SPEZIA-TRAPANI 2-2 (1′ e 9′ Granoche, 35′ Casasola, 90′ Pagliarulo)

SPEZIA: Chichizola, Valentini, Sciaudone, Piccolo (85′ Piu), Djokovic (74′ Pulzetti), Errasti, Migliore, Terzi, Fabbrini, Vignali (68′ De Col), Granoche. A disposizione: Valentini, Ceccaroni, Baez, Datkovic, Maggiore, Mastinu. All. Domenico Di Carlo.

TRAPANI: Pigliacelli, Pagliarulo, Nizzetto (60′ Jallow), Manconi, Barillà, Citro (74′ Coronado), Maracchi, Colombatto, Rizzato (86′ Curiale), Casasola, Kresic. A disposizione: Guerrieri, Legittimo, Ciaramitaro, Visconit, Raffaello, Canotto. All. Alessandro Calori.

ARBITRO: Marco Piccinini di Forlì (Margani-Villa + Miele)

NOTEAmmoniti: Granoche (S), Pagliarulo (T), Manconi (T) – Espulsi: 81′ Casasola (T) e Fabbrini (S)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Bene, Bravi, con la Slernitana stessa grinta e volontà. Forza Trapani

    Fino ad oggi solo fiaschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *