Test alla facoltà di Medicina| Studenti riammessi dal Tar - Live Sicilia

Test alla facoltà di Medicina| Studenti riammessi dal Tar

Hanno fatto i test a Palermo e Padova.

Università
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Il Tar del Lazio ha emesso i primi due provvedimenti di accoglimento dei ricorsi degli studenti che hanno superato il test di ammissione alle facoltà di Medicina ma che non erano stati ammessi per non aver sottoscritto la scheda anagrafica.

I ricorsi erano stati promossi da due ragazzi siciliani che avevano effettuato i test a Palermo e a Padova. Sono circa mille gli studenti che saranno così riammessi. Secondo i ricorrenti era comunque possibile l’identificazione dei candidati e il Tar ha dato loro ragione.

“E’ un provvedimento monocratico che verrà nuovamente discusso all’udienza del 2 novembre in sede collegiale – riferisce Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’Unione degli universitari – Per il Tar il nostro ricorso è stato accolto in considerazione della circostanza che le esclusioni non possono intervenire per motivi formali e si ritiene la mancata sottoscrizione della scheda anagrafica una condizione inidonea a porre in dubbio l’identificazione del candidato”. “La mancata firma di una scheda nonostante un test passato – dice l’avvocato Santi Delia – avrebbe distrutto il diritto degli studenti”. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    i test i ammissione vanno aboliti. tutti hanno il diritto a scegliere la propria professione.
    i test servono solo ad arricchire tutti gli affaristi che hanno inventato i corsi di preparazione a pagamento. molti di coloro che hanno superato i test non hanno ancora fatto un esame mentre altri che sono entrati con il ricorso sono a pari con gli esami a dimostrazione che i test non servono e basterebbe la selezione naturale che esisteva ai mie tempi.

    Concordo assolutamente con Sanitario. Anche io sono medico , grazie ai sacrifici di una famiglia monoreddito che ai nostri giorni non potrebbe piu permettersi I costi degli attuali corsi di formazione o dei successivi immancabili ricorsi legali. Dove e ‘ la sinistra politica Che prometteva ai figli degli operai di un tempo pari opportunita ‘ verso Le classi piu facoltose? Che escano fuori dalle ipocrisie dei salotti intellettuali se non vogliono perdere gli ultimi scampoli di credibilita’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.