Tranchina: "Non vivo con questo peso" - Live Sicilia

Tranchina: “Non vivo con questo peso”

PROCESSO DI MATTEO
di
0 Commenti Condividi

“Devo pulire la mia coscienza, ho un peso che non mi fa vivere”. Così il neopentito Fabio Tranchina, rispondendo alle domande del pm della Dda Fernando Asaro al processo per il sequestro e l’omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, ha spiegato le ragioni che l’hanno indotto a collaborare con la giustizia. “Io sono stato condannato per mafia ma ero a conoscenza, e per questo me ne sento responsabile, di fatti atroci”, ha proseguito, riferendosi evidentemente alla strage di via D’Amelio per cui ora è indagato. “Non si può vivere con questo peso – ha ripetuto tre volte con voce rotta – io non posso”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *