Tre deputati da "una vita" all'Ars: ecco chi sono - Live Sicilia

Tre deputati da “una vita” all’Ars: ecco chi sono

Record assoluto, sono alla sesta legislatura
REGIONALI
di
4 Commenti Condividi

Una vita all’Ars. Non è un titolo di un film ma il record assoluto nella storia del Parlamento più antico d’Europa che condividono Mimmo Turano (Lega-Prila l’Italia), Antonello Cracolici (Pd) e Roberto Di Mauro (Popolari e autonomisti) alla loro sesta legislatura consecutiva all’Assemblea regionale siciliana.

Alla fine della legislatura che sta per iniziare (la XVIII) i tre onorevoli avranno accumulato ben 30 anni di attività parlamentare. Tra i tre, Mimmo Turano vanta un record nel record: sette elezioni consecutive (sei i suoi due colleghi) e una legislatura interrotta perché intanto nel 2008 veniva eletto presidente della Provincia di Trapani.

“Sì è un record, ci tengo a dirlo”, dice all’ANSA Mimmo Turano, che nel governo Musumeci è stato assessore alle Attività produttive. A differenza degli altri due, Turano inoltre può vantare di avere vissuto dieci presidenti di Regione (Totò Cuffaro due volte e Renato Schifani compreso), tra cui quattro governatori eletti dall’Assemblea siciliana (Giuseppe Provenzano, Giuseppe Drago, Angelo Capodicasa e Vincenzo Leanza) perché la prima elezione a suffragio universale risale al 2001, vinse Cuffaro.

Turano aveva 31 anni quando fu eletto nel ’96 con il Cdu; Cracolici aveva 37 anni e nel 2001 varcava il portone di Palazzo dei Normanni quando ancora c’erano i Ds, di cui era segretario. Anche Di Mauro fu eletto per la prima volta nel 2001, aveva 45 anni e militava nel Ccd.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Si vede che oltre a lavorare bene sono così tanto amati dai loro elettori da essere sempre riconfermati ad ogni tornata elettorale, non c’è altra spiegazione. Salvo Lima diceva che chi si sa ben comportare in politica riesce come un buon contadino a raccogliere sempre i frutti di ciò che semina.

    Ne avremmo fatto volentieri a meno già da un ventennio

    Quando pensano di ritirarsi? Metterei un limite. Massimo 3 mandati e poi a casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *