Tsipras a Palermo: | "La Sicilia come la Grecia" - Live Sicilia

Tsipras a Palermo: | “La Sicilia come la Grecia”

Un breve tour per quella che è la seconda tappa del leader della Syriza greca. In conferenza stampa al Biotos tanti sostenitori, da Antonio Ingroia al sindaco di Messina, Renato Accorinti.

verso le europee
di
13 Commenti Condividi

PALERMO – E’ stata la seconda e ultima tappa in Italia, quella che oggi ha portato Alexis Tsipras, leader della sinistra greca Syriza, nel capoluogo siciliano. Un tour breve ma intenso che lancia, di fatto, la campagna elettorale, adesso che la lista ‘L’altra Europa con Tsipras’ ha superato le 150.000 firme necessarie per presentare le candidature.

Ad accogliere il leader greco ‘anti-austerity’ – in conferenza stampa al Biotos di Palermo – una sala stracolma. Soprattutto esponenti siciliani di Sel. Il parlamentare nazionale Erasmo Palazzotto, il componente della segreteria regionale del partito Sergio Lima. E poi, naturalmente, i candidati: Mario Cicero, Alfio Foti, Antonella Leto, Antonio Mazzeo, Olga Nassis. Anche Luca Casarini, storico leader del movimento No-Global e adesso candidato. Ma c’era anche Nicola Cipolla, europarlamentare quando ancora esisteva il Partito comunista italiano e poi fondatore del Cepes. “La mia – ha detto – è un’adesione totale ai principi, al programma e ai valori portati avanti da Tsipras”.

Con il leader greco anche Antonio Ingroia. L’ex pm e oggi commissario liquidatore di Sicilia e-Servizi, con il suo movimento ‘Azione civile’, ha aderito “da tempo – ha raccontato – al progetto di Tsipras”. E ha anche fatto dei nomi, come quello della candidata Antonella Leto, oggi in lista. “Crediamo in questo progetto per una nuova Europa – ha detto – lontana dal populismo di Grillo ma anche dalle politiche di austerità avallate da tutti gli ultimi governi, anche da quello di Matteo Renzi, che nessuno contesta perché subordinato rispetto alle scelte dell’Europa delle banche”.

E da Messina, poi, è arrivato anche il sindaco Renato Accorinti, al quale alla fine Tsipras ha voluto stringere la mano. In realtà, è stato un lungo abbraccio. Un breve discorso, poi il leader della Syriza è ‘scappato’ all’albero Falcone. “Perché la Sicilia? Come la Grecia – ha spiegato – è un luogo della periferia dell’Europa maltrattato, in questi anni, dai governi che si sono succeduti. Sprechi, poca attenzione per il lavoro, cattiva amministrazione. Ma qui in Sicilia la società civile ha dato una risposta forte al malaffare. Adesso voglio far capire ai cittadini che i temi che si discutono in Europa non sono lontani dalla nostra vita quotidiana, al contrario: ci riguardano tutti molto da vicino. La nostra vita dipende anche da quello”. E alla fine, rispondendo ai giornalisti, Tsipras si è fatto scappare anche una battuta: “Se ho qualcosa in comune con Matteo Renzi? A parte l’età – ha risposto – lui è tifoso della Fiorentina, io del Panathinaikos”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Se la sinistra si affida a un greco per portare la sua idea politica in europa allora vuol dire che in italia non esiste più nessuna sinistra…siamo in mano alla destra e alla follia politica dei movimenti politici…

    Con Nicola Cipolla sicuramente raggiungeranno il 4%…….

    IO HO VOTATO PER IL PD E MEGAFONO ULTIMAMENTE
    ERRORI CHE NON RIFARO’ DI SICURO

    DEVO DIRE CHE MI PIACE MOLTISSIMO QUESTA INIZIATIVA …
    FORSE L’UNICA VERAMENTE NUOVA E PROPOSITIVA OGGI IN EUROPA

    D’ALTRA PARTE SE DOVESSI SCEGLIERE TRA LUMIA O SUO COMPARE MICCICHE’
    ….BEH … PREFERISCO VIVERE

    Io non capisco perchè se una persona è coerente lo devono chiamare populismo. La verità è che hanno davvero paura della coerenza (parola che pd e pdl non sanno cosa significhi)

    in grecia stanno morendo tutti e viene in sicilia a fare chè???? cosa dobbiamo prendere ad esempio?? ci vogliono degli uomini con gli attributi che fanno le cose giuste altro che essere comandati dall’europa a bacchetta

    finalmente una proposta seria w la sinistra unita contro i populismi e le banche ( che poi a pensarci sono le facce della stessa medaglia stesse).

    In grecia stanno morendo di fame non certo per Tsipras informati, poi chi sono gli uomini con gli attributi?

    Sono contento che l’iniziativa politica stia procedendo. Io mi sono convinto di votare per mario cicero, ex sindaco di castelbuono, che è candidato capolista con l’altra europa.

    Beh … tra Tsipras e le farneticazioni allucinanti di Alba Dorata …
    non c’è manco una lontana possibilità di confronto …
    Tsipras tutta la vita!!!

    SYRIZA DI TSIPRAS E’ IL PRIMO PARTITO IN GRECIA. CIO’ DIMOSTRA CHE UNA SINISTRA POPOLARE E DI MASSA PUO’ VINCERE IN EUROPA PURCHE’ NON TRADISCA LE PROPRIE IDEE, PURCHE’ NON INCIUCI, PURCHE’ NON COPI I PROGRAMMI DEGLI AVVERSARI, PURCHE’ NON SI SPAVENTI DI ATTUARE UNA POLITICA RADICALMENTE ED AUTENTICAMENTE DI SINISTRA.
    PERCHE’ GLI ELETTORI TRA IL CENTRODESTRA E LA FOTOCOPIA DEL CENTRODESTRA O NON VOTANO O VOTANO L’ORIGINALE.
    IN GRECIA IL CENTROSINISTRA E’ STATA SCONFITTO PERCHE’ SI E’ ALLEATO CON IL CENTRODESTRA ED HA AVALLATO AUSTERITY TAGLI E DISTRUZIONE DELLO STATO SOCIALE.
    SYRIZA INVECE VA FORTE E NON LASCIA ALLA DESTRA BATTAGLIE STORICAMENTE DI SINISTRA!

    Tsipras è sempre stato all’opposizione in Grecia, non ha responsabilità per quello che è successo

    Ehm sbagli. Tsipras è il candidato alla Commissione Europea della Lista Altra Europa con Tsipras, come Schulz è il candidato alla Commissione Europa del PD. In Italia la sinistra c’è, ed è la lista Altra Europa con Tsipras

    Nella circoscrizione insulare (Sicilia & Sardegna) capolista è Barbara Spinelli, non Mario Cicero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.