Akragas, Natale coi fiocchi | Blitz in casa della Vibonese - Live Sicilia

Akragas, Natale coi fiocchi | Blitz in casa della Vibonese

Decide Cochis dopo pochi minuti, ancora una vittoria esterna per il Gigante.

calcio - lega pro
di
0 Commenti Condividi

VIBO VALENTIA – L’Akragas conquista tre punti fondamentali nella sfida salvezza contro la Vibonese e guadagna posizioni in classifica grazie ad un gol di Cochis a inizio gara. Lello Di Napoli si affida a un attacco diverso rispetto all’ultima gara, cambiando ancora a causa dell’assenza importante di Zanini. Così spazio a Cochis, Gomez e Palmiero nel reparto offensivo.

Le tre sconfitte consecutive si vedono tutte nella grinta degli akragantini sin dal primo minuto mettono in campo: bastano sei primi per approfittare di un errore della difesa calabrese per segnare. Ci pensa Cochis, con una grande azione personale, smarcandosi di un avversario con una finta ed effettuando un tiro a giro che batte Russo. Gli ospiti sanno bene il valore della partita e si difendono bene, cercando il secondo gol in tutti i modi, ma chiudendo bene l’attaccante ex Akragas Saraniti, oggi mai pericoloso. La Vibonese mostra i limiti di una squadra che ha guadagnato solo un punto nelle ultime 5 gare, che ha il triste record di soli nove gol all’attivo in campionato e ventisei subiti. L’Akragas ne approfitta e va vicinissima al secondo gol con Cochis che coglie il palo esterno nel caos generale all’interno dell’area della Vibonese. Ancora l’Akragas vicina al gol poco più tardi, questa volta con Salandria che impegna in una grandissima parata il portiere di casa, Russo. La prima vero occasione per gli ospiti, a secco di gol da 5 partite, arriva alla fine del primo tempo con Cogliati che di testa impegna Pane nell’unica vera parata del match.

La Vibonese ha poche idee offensive e si vede anche nel secondo tempo, quando la squadra di casa non riesce a impensierire Pane, ottenendo numerosi calci d’angolo, mai sfruttati a dovere. La partita intanto si incattivisce e fioccano gli ammoniti (saranno 7 a fine gara). Di Napoli tira fuori Pezzella, ammonito anche lui, per Carrotta, mentre l’Akragas col passare dei minuti si chiude evitando svarioni e pensando prima a difendere l’uno a zero e poi a ripartire. In questo caso i biancazzurri dimostrano di aver acquisito maggiore esperienza, evitando di concedere occasioni agli avversari e riuscendo a difendere la palla, addormentando la gara, contro una squadra che perde nel frattempo anche la forza per provare a pareggiare. Le occasioni in porta nella seconda frazione di gioco sono rare e mai davvero pericolose per entrambi gli schieramenti in campo. A dare carica ai padroni di casa è il rosso per Riggio, che già ammonito frena con le cattive un attaccante calabrese, ottenendo gli spogliatoi anzitempo. L’Akragas però tiene palla e sfrutta quell’esperienza mancata in passato per difendere con le unghie e con i denti il prezioso gol di Cochis di inizio gara.

Al quinto minuto di recupero, il fischio dell’arbitro sancisce la vittoria dei biancazzurri di Di Napoli, che in questo periodo ottengono di più in trasferta rispetto alle prestazioni interne. La squadra arriva ai venti punti, distanziandosi di due punti dalla zona rossa dei playout.

TABELLINO

VIBONESE – AKRAGAS 0-1 (6′ Cochis)

Vibonese: Russo, Paparusso, Giuffrida, Legras (58’ Scapellato), Saraniti, Yabre (78’ Di Curzio), Manzo, Sabato, Cogliati, Usai, Favasuli. In panchina: Cetrangolo, Mengoni, Franchino, Chiavazzo, Tindo, Lettieri, Buda, Surace.

Akragas: Pane, Cazè, Carillo, Salandria, Riggio (78’ Blandina), Sepe, Coppola, Pezzella (57’ Carrotta), Gomez, Palmiero, Cochis (65’ Longo). In panchina: Addario, Leveque, Garcia, Russo, Cocuzza, Rotulo, Caternicchia, Privitera.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *