'Vota Leone, firmato Caramazza' | E scoppia la guerra al Coni - Live Sicilia

‘Vota Leone, firmato Caramazza’ | E scoppia la guerra al Coni

Il vicepresidente del Coni Palermo, Eros Lodato, attacca: "Ci siamo trasformati nel comitato elettorale del candidato di turno, gradito al presidente Giovanni Caramazza, che è in chiaro conflitto d'interessi". Ma quest'ultimo cade dalle nuvole: "Non ne so nulla".

Il "consiglio" in un sms
di
26 Commenti Condividi

“Votate Gianni Leone, candidato dell’Idv. Firmato Giovanni Caramazza”. Un sms, contenente un “consiglio” in vista delle prossime Regionali, sta gettando lo scompiglio all’interno del Coni Sicilia. L’invito a votare il provveditore agli studi, candidato per un posto all’Ars tra le fila del partito di Di Pietro, porta come firma in calce, appunto, quella del presidente del Coni siciliano, Giovanni Caramazza, succeduto a Massimo Costa.

Il messaggino ieri è arrivato a centinaia di cellulari. Seguito, a stretto giro di “posta” dalla precisazione dello stesso Leone: “La segreteria ha inviato per errore sms a sostegno mia candidatura a firma G. Caramazza. Mi scuso con il dr. Caramazza e i destinatari, Rosario G Leone”.

Una precisazione assai curiosa, a dire il vero. Perché infatti la firma di Caramazza doveva trovarsi in coda a un messaggio del candidato Idv? E in effetti, a non essere convinto, per primo, dell’”errore”, è il vice presidente del Coni Palermo, Eros Lodato: “Apprendo – scrive – che il Coni Provinciale di Palermo ha organizzato una serie di manifestazioni sportive all’interno del Parco della Favorita con la presentazione di alcune iniziative presso le ex scuderie reali all’interno del parco medesimo. Senza voler negare la bontà dell’evento che è apprezzabile (ma della cui organizzazione il sottoscritto non è a conoscenza come altri) si ha, però, l’impressione che ormai il Coni palermitano sia diventato il comitato elettorale del candidato di turno, gradito al Presidente Giovanni Caramazza. Prima per il candidato sindaco Massimo Costa, adesso del candidato al Parlamento Siciliano Rosario Gianni Leone, Provveditore agli studi di Palermo. Sarebbe stato più corretto – prosegue Lodato – evitare di invitare qualsiasi candidato alle prossime elezioni a una manifestazione che vuole essere di promozione sportiva per la città di Palermo e non a favore di un candidato alle prossime elezioni regionali. Sarebbe stato anche più lineare da parte del dottor Leone evitare di sfruttare una platea sportiva che poco ha a che fare con la competizione elettorale in cui è impegnato e per cui gli facciamo gli auguri. E non mi si venga a dire che è presente perché provveditore. Può partecipare certamente come un qualsiasi cittadino, ma non intervenire in un consesso sportivo che nulla ha da spartire con la sua campagna elettorale. Capisco, inoltre, il presidente Caramazza che probabilmente ha degli obblighi morali nei confronti del Provveditore di Palermo perché il suo diretto superiore dell’ufficio in cui presta la sua normale attività lavorativa. È chiaro – affonda Lodato – il conflitto d’interessi che investe il Presidente del Coni Giovanni Caramazza perché contemporaneamente è anche responsabile dell’ufficio scolastico provinciale di Educazione Fisica del provveditorato di Palermo, appunto, diretto dal dottor Rosario Gianni Leone. Infine, oggi – ecco quindi anche il riferimento al messaggio telefonico – a moltissime persone e al sottoscritto è giunto un sms a firma Giovanni Caramazza che invita a ‘votare Gianni Rosario Leone, Provveditore agli studi di Palermo, candidato nella lista Italia dei valori’. Sarebbe bene – conclude Lodato – che il presidente Caramazza prendesse atto del conflitto d’interessi cui i suoi molteplici incarichi lo costringono, per tutelare il valore dell’indipendenza dello sport dalla politica”.

Ma Caramazza sembra cadere dalle nuvole, e in una nota ammette tutto il suo stupore: “Sono venuto a conoscenza di un sms, – ha scritto – proveniente da un numero di telefono a me sconosciuto, dal seguente testo: ‘Vi invito a votare Rosario Gianni Leone, provveditore agli Studi candidato alle regionali nella lista IDV. Giovanni Caramazza’. Sono rimasto esterrefatto, in quanto non ho mai inviato dal mio telefono, nè mai autorizzato nessuno ad inviare, un sms con questo contenuto a mio nome. Profondamente contrariato per quanto accaduto ed al fine di evitare che qualcuno strumentalizzi l’episodio che non è in alcun modo riconducibile alla mia persona, ho dato mandato ai miei legali di tutelare il buon nome mio e del Coni. Inoltre colgo l’occasione per ribadire, ancora una volta, – ha aggiunto – l’estraneità del Coni alle vicende politiche e per invitare tutte le componenti del mondo sportivo a rispettare la natura apartitica ed apolitica di tutte le organizzazioni sportive”. La partita è chiusa?


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

26 Commenti Condividi

Commenti

    Ma allora, Caramazza chi ha votato alle comunali di Palermo?
    Ha tradito anche il suo amico Massimo Costa.
    Mercenari.

    Mentre la scuola palermitana sprofonda nella melma il provveditore che fa? Sta tutti i giorni in giro a fare campagna elettorale, basta guardare il suo sito elettorale e capire quanto gli e ne freghi della scuola. Ma la Dott.ssa Maria Luisa Altomonte è a conoscenza di tutto questo? E poi il leone non era quello che votava Costa contro Orlando alle comunali? Bella coerenza a candidarsi ed essere candidato in IDV. Tanto non ti votiamo caro leone hai dimostrato ampiamente che non te ne frega nulla della scuola e come tutti gli altri sei solo interessato alla poltrona. Caramazza? Lasciamo perdere………….. forse ha ancora qualche procedura aperta con la magistratura.

    Come si fa ad accusare Caramazza per qualcosa che non ha fatto? Ha dichiarato d’essere estraneo al messaggio partito ieri dalla segreteria di Leone.
    Io citando Mario andrei contro Leone che prima votava Costa, ora fa la campagna elettorale con Orlando. E bravi sti politici!!!! Non esiste più il credo nei valori, ma bisogna solo andare verso chi ha più voti.

    Un primo commento veloce perchè devo andare alle Scuderie reali per l’incontro sulla Favorita Grande impianto sportivo all’aperto. Commento di meraviglia e di stupore perchè conosco il rigore morale di Caramazza soprattutto quando si tratta di Coni e di sport. Sono certo e mi risulta che Caramazza non ha mai mandato o autorizzato mail ne per Leone, ne per Cordaro. Volevo andare all’aperitivo organizzato dal vice presidente del Coni Lodato ma ho appreso che l’ha annullato. Stupore perchè Eros Lodato, amico mio, ha sbagliato innanzi tutto nella forma e poi anche nella sostanza nel cercare una polemica su qualcosa che non esiste. Se ci sarà un danno d’immagine al Coni questo va ricercato nel documento affrettato e astioso di Lodato

    “Colgo l’occasione per ribadire l’estraneità del Coni alle vicende politiche e per invitare tutte le componenti del mondo sportivo a rispettare la natura apartitica ed apolitica di tutte le organizzazioni sportive”

    NON TI CREDE NESSUNO!
    ahahah che caduta……!!!

    Questo sta facendo un PRESSING asfissiante a tappeto ( e assai POCO OPPORTUNO ) su tutti gli insegnanti

    Ma non ha lavoro da svolgere nel suo ufficio ?

    Sono tutti bravi a strumentalizzare qualsiasi cosa. L’sms di scusa della segreteria chiude la vicenda che è un evidente errore e autogol. Conosco il dott. Leone da anni e anche la dott.ssa Altomonte da quando è in Sicilia. La Altomonte è stata catapultata dalla Gelmini senza avere mai fatto neanche il dirigente, è costantemente assente e non esiste praticamente, ha distrutto quel poco che Leone ha fatto nei suoi mesi come reggente dell’ufficio. Leone ha fatto per lo sport dilettantistico quello che nessun provveditore aveva fato prima, dandogli quel valore educativo che si era perso nel tempo a Palermo. Questo Lodato invece sostiene Totò Cordaro uscente ARS che è del Cantiere Popolare, un partito pieno di condannati e plurindagati come Rotella, Drago e tanti altri, il peggio della Sicilia. State sbagliando bersaglio, ma tanto la Sicilia non cambierà mai.

    Sbaglio o Caramazza e’ anche consulente allo sport al Comune di Palermo?????

    Mi rendo conto sempre di più che la gente ha il pugno facile e scrive senza avere la vera conoscenza della realtà dei fatti, interessa solo attaccare. Quello su cui volevo far riflettere un po’ tutti è il perché Caramazza avrebbe prima inviato e poi smentito come se “fosse caduto dalle nuvole”. Una persona che prima manda un messaggio a firma propria significa che vuole far sapere quale sia il proprio parere e se lui nega di averlo fatto è la pura verità altrimenti perché smentire??? Il problema è che la gente vede ciò che vuole vedere. Giovanni Caramazza è una persona seria e il suo ruolo da Reggente del CONI Sicilia lo ha svolto con grande determinazione e amore per lo sport. Non avrebbe mai fatto intromettere la politica inquinando i sani valori del mondo sportivo.

    La smentita pubblicata dal Prof. Giovanni Caramazza su vari organi di stampa circa la propria totale ed assoluta estraneita’ al messaggio di sostegno a qualsiasi candidato alle prossime elezioni regionali rappresenta la più loquace risposta a quanti volevano colpire nel torbido per un fine che sicuramente niente a che fare con il mondo dello sport.
    Dott. Victor Di Maria

    Prima che Leone fosse provveditore, anni fa, le scuole erano chiuse allo sport, i ragazzi non avevano dove allenarsi se non pagando fior di quattrini. La politica affaristica e i dirigenti assenti lo stavano facendo morire. Ora tantissime scuole aprono le proprie palestre allo sport giovanile e dilettantistico togliendo un sacco di ragazzi dalla strada e dalla playstation. I bidelli non fanno più i loro comodi affittando le palestre pubbliche a chi vogliono loro. Ben venga gente come Leone in politica, speriamo ce la faccia, quelli del CONI sarebbero dei pazzi a non sostenerlo. A Palermo invece si va avanti comprando i voti allo ZEN, di questo però non parla nessuno vergogna. Tanto i soliti deputati uscenti saranno rieletti e sarà sempre peggio.

    Vorrei commentare questo articolo limitandomi a sottolineare come il VICE PRESIDENTE DEL CONI, così si firma Lodato, abbia immediatamente avuto il tempo di scrivere parole e sentenze così pesanti nei confronti del suo attuale Presidente senza aver voluto verificare di presenza, chiamandolo e chiedendogli spiegazioni in merito a quel presunto messaggio che Caramazza avrebbe fatto inviare!!!!……..Cari Signori mi sa che qui in tempi non solo di elezioni POLITICHE ma anche SPORTIVE c’è qualcuno che vuole mettersi in prima linea

    perchè meravigliarsi tanto?
    il Coni è sempre stato strumentale alla politica
    Ha costituito il trampolino (beh, si fa per dire…..) di lancio di Massimo Costa alle elezioni per Sindaco, anche per effetto di tutti quegli eventi sportivi gestiti
    cambia solo bandiera

    ma lo sanno gli alti dirigenti scolastici regionale che questo sig. leone fa il giro di molte scuole per la sua campagna elettorale, accompagnato da molti dirigenti scolastici compiacenti che obbligano i loro insegnanti a partecipare alle riunioni dove presenzia costui?
    Viva la trasparenza e la libertà di voto e soprattutto la legalità di cui costui e molte sue comari dirigenti si riempiono la bocca.

    Perfettamente concorde con il pensiero precedentemente espresso dal Dott. Victor Di Maria,mi limito ad aggiungere che, l’unico messaggio negativo è proprio quello inviato dal VICE presidente del Coni Palermo,che a parer mio si è mostrato agli occhi di tutti pieno d’invidia pura e insoddisfazione personale per il ruolo che al momento svolge.Fermamente convinto che l’attuale presidente del Coni Palermo non abbia alcun obbligo morale nei confronti del provveditore agli studi, dal omento in cui ha conquistato la sua carica di coordinatore dell’ufficio scolastico provinciale di Educazione Fisica del provveditorato di Palermo, in seguito a un concorso pubblico.Ripeto che, QUI L’UNICO COLPO BASSO E’ STATO FATTO DAL CARISSIMO VICE PRESIDENTE DEL CONI,EROS LODATO il quale sarebbe più opportuno che pensasse alle vicende sportive senza screditare INUTILMENTE un suo superiore.

    Ah ah ah….
    Io ho ricevuto l’sms incriminato e così’ pure la smentita.
    La cosa curiosa e’ che non conosco il candidato Leone, mentre, invece, conosco l’avv.Caramazza essendo lui del Coni ed io Assessorato turismo.
    Quindi mi pare lapalissiano che il candidato fosse in possesso della rubrica telefonica del ‘ Avvocato Caramazza, che ha il mio numero come io il suo.
    Se oggi l’Avv. Caramazza cade dalle nuvole, vista l’altezza, potrebbe farsi male e quindi direbbe, forse, accerterai su come possa essere successa una cosa simile, onde evitare possibili azioni dei singoli destinatari per violazione della privacy, rivolge dosi alle autorità’ competenti.

    Si apra un’inchiesta su Gianni Leone.
    Usa impropriamente il ruolo che ha al provveditorato.
    FA pressing e clientela?
    Qualcuno accerti!
    La Sicilia ha bisogno di onestà, correttezza e prospettive non condizionate.
    Vergognatevi tutti. E se chi deve indagare non prende provvedimenti, anche questi dovranno vergognarsi!

    mi chiedo ma il Sig Lodato per chi fa Politica ?? visto che suo fratello con 300 voti fa l’assessore alla Provincia e lui è notte e giorno con l’Onorevole Cordaro ?no se fa lui Politica il Coni nn centra tutti a casa Tesorucci di mamma vi siete mangiati pure il conto di una cena chiamata Italia

    è tutto vero, è molto difficile entrare in politica in Sicilia. I plurindagati/condannati per peculato vengono sempre rieletti e fanno i loro porci comodi distribuendo i soldi allo ZEN e non solo. I professionisti seri e competenti come Leone e Caramazza trovano sempre barriere enormi poste da chi vede minacciati i propri interessi personali e lo status quo. La Sicilia si merita di fallire (è già fallita), i vostri figli emigreranno tutti (sono già emigrati) o faranno lavori penosi (li fanno già) elemosinati da Cuffaro = Musumeci o Rotella o Lodato o Romano o Drago ecc. ecc. di turno. Quando vi lamenterete 50enni impiegati pubblici della sorte dei vostri figli, o 30enni disoccupati con lavori penosi, sappiate che è 100% colpa vostra e di nessun altro, con le vostre mani avrete ridotto e spremuto la Sicilia così. Le opzioni ci sono e sono davanti a voi ma vi fareste sparare pur di non votare la persona che merita piuttosto che il verme che vi ha raccomandato per avere la caramella che in realtà vi spetterebbe comunque.

    Un provveditore che fa queste cose….. VERGOGNA!!!!!!!!!! W LA SCUOLA!!!!

    Conosco poco Lodato e lo eviterei come la peste viste le sue frequentazioni penose. Conosco invece Gianni da 20 anni, una persona irreprensibile che ha dato la vita per la Scuola contro tutto e tutti quelli che l’hanno solo mortificata. Conosco anche tanta persone che lo odiano, ce ne sono tante che scrivono anche qua. Molti lo odiano perchè ha fatto carriera dal nulla senza nessun padrino politico partendo dal basso con la sua forza, la sua cultura e la sua passione li ha superati tutti. Altri lo odiano perchè gli chiedono favori continuamente e lui fa finta di niente. Gli ho visto sbattere la porta in faccia tanti onorevoli pur di tutelare la scuola. L’ho visto anche chiedere alla politica a volte mortificandosi pur di tutelare la Scuola e suoi lavoratori, perchè da noi la politica è una piovra come la mafia che gestisce tutto. Altri lo odiano, come la Palermo “bene” che non lo sopporta, perchè non fa parte di loro, è una persona come noi, famiglia semplice, macchine scassate, niente sfarzi e niente puzza sotto il naso, sostanza. L’unico motivo per entrare in politica è la sua passione, la Scuola. I provveditorati contano ormai meno di niente e lui da provveditore non può dare più nessun contributo. Mi fa ridere la gente che gli dice, perchè non continua a contribuire come provveditore a fare il suo lavoro invece di perdere tempo in campagna elettorale, la scuola ha bisogno di te visto che il direttore regionale è stato catapultato dalla gelmini solo per rottamare la scuola siciliana. La direttrice regionale (romagnola) che non smette di attaccarlo perchè lo odia e odia la sicilia e i siciliani. L’unico modo che resta a Gianni e a chiunque per dare un contributo alla scuola è la politica siciliana ma la gente non lo sa, spesso pure gli addetti ai lavori cadono dalle nuvole per la devolution. Che tristezza per la nostra povera terra, da sempre tra i Lodato e le persone come Gianni vincono i Lodato (con i Cordaro e i condannati e i corrotti del Cantiere Popolare), speriamo questa volta in un miracolo.

    X rino
    leone santo subito!!!!!! ma mi faccia il piacre diceva il buon TOTO’
    leone scritto in minuscolo per ciò che rappresenta.

    Ma di cosa si discute ancora? Dell’invio di un sms? Ma se lo stesso Leone ha spiegato che si è trattato di un errore commesso dalla segreteria e Caramazza ha dichiarato pubblicamente di non essere l’autore del msg in questione, perchè continuare ad alimentare discussioni sterili e polemiche gratuite. Mi chiedo realmente a chi possano giovare. . . . P.S. Ma Lodato era un amico di Caramazza? Se si, alla faccia dell’amico!! Con amici del genere chi ha bisogno di nemici

    Posso testimoniare che non è come riferisce il sig. Lodato che Invece ha fatto la campagna elettorale al fratello Patrizzio…. Sputare nel piatto dove ha mangiato fino a ieri non è mai bello e soprattutto poco leale nei confronti di un Presidente che l’ha chiamata a far parte della giunta. Se qualcosa si deve rimproverare al Presidente Caramazza è quello di averla tenuta accanto a se come vice presidente. I conflitti d’interesse come sostiene il sig. Lodato dovrebbero essere supportate da norme giuridiche non solo da chiacchere. Inoltre non capisco come mai lo si accusa di avere dei conflitti d’interesse solamente oggi. Il Presidente Caramazza è coordinatore regionale di Educazione Fisica da quasi 2 anni e Presidente del CONI Palermo da 4; come mai il sig. Lodato si sveglia solamente adesso sparando a zero.?……..

    Consiglio a tutti gli sportivi di guardare il profilo Facebook di Lodato dove trova solo loghi di partiti politici inviti di Totò Cordaro, filmati di Saverio Romano ecc…. Sul profilo del presidente Caramazza ci sono solo foto di eventi sportivi…..CHE DIFFERENZA! Ma non era il sig. Lodato che chiedeva al CONI di cui è vice presidente di non fare politica?

    Condivido il pensiero di Rino!Si può sperare di avere un candidato che conosca almeno la materia di cui parla e una manifesta intensione di continuare a dedicarsi all’istruzione da un ruolo politico-istituzionale!Oppure Noi siciliani possiamo continuare a dare fiducia a chi Coscienza e Scienza non ne possiede!
    Ovvio che ciascuno tirerà per il proprio candidato…augurandomi che sia sempre degno dell’appellativo di Onorevole!
    E poi questo gravissssssssimo problema… Totò lo avrebbe liquidato così “sono solo quisquilie e pinzillacchere”(cit. Antonio de Curtis)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *