Windjet, voto sul concordato |Inviare mail entro il 9 luglio - Live Sicilia

Windjet, voto sul concordato |Inviare mail entro il 9 luglio

Il 19 luglio si svolgerà l'udienza per il concordato preventivo sulla low cost. I passeggeri, in veste di creditori,  possono esprimere la loro opinione sulla proposta di rimborso al 5%.

 

FEDERCONTRIBUENTI
di
3 Commenti Condividi

CATANIA – La vicenda Wind Jet segna una importante novità. Il Tribunale di Catania ha infatti comunicato ufficialmente ai creditori la proposta di concordato, proposta che giudichiamo irrisoria. Ai passeggeri viene offerto un misero 5% dell’importo pagato per i propri titoli di viaggio: importo che, dato il valore medio dei biglietti, rappresenta poco più che una piccola mancia per il consumatore (che tra l’altro verrà versata in diverse tranches).

Federconsumatori ritiene vergognosa tale proposta: una vera e propria beffa che si aggiunge al danno. Pertanto invitiamo tutti i passeggeri, in quanto creditori, a votare contro.

Inoltre, rinnoviamo l’invito al Governo a provvedere all’istituzione di un Fondo di garanzia, analogo a quello operante per i pacchetti turistici, tale da garantire i risarcimenti per le vittime dei fallimenti dei vettori aerei, che ormai si ripetono ogni estate in piena stagione, danneggiando le poche famiglie che ancora riescono, con molti sacrifici, a viaggiare nonostante il periodo di crisi.

Sulla proposta di concordato sono chiamati a votare tutti i creditori (tra cui rientrano, appunto, i passeggeri), che decideranno il giorno 19 luglio 2013 se approvarla o meno.

Chi, dunque, è rimasto vittima dell’insolvenza della società ed ha pagato uno o più biglietti senza poterli utilizzare può esprimere il proprio voto seguendo questa procedura:

• appena possibile e comunque entro il 9 luglio, occorre comunicare all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) CONCORDATO.WINDJET@PEC.IT l’indirizzo al quale si desidera ricevere le comunicazioni specificando di essere creditore chirografario in quanto passeggero che non ha usufruito del servizio prenotato e pagato, allegando copia del biglietto ed eventualmente della richiesta di rimborso inviata a Wind Jet;

• il 9 luglio, chi avrà comunicato un indirizzo PEC riceverà la relazione del Commissario Giudiziale. Da quel momento e fino al giorno dell’adunanza (19 luglio) può esercitare il proprio voto nei seguenti modi:

– presentandosi direttamente all’adunanza dei creditori a Catania il giorno 19 luglio;

-delegando con procura speciale senza formalità una persona di fiducia;

– inviando il proprio voto per corrispondenza.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    La Wind Jet era una compagnia aerea low cost italiana nata nel 2003 a Catania per volontà di Antonino Pulvirenti, imprenditore della grande distribuzione alimentare Fortè e da alcuni anni presidente del Catania Calcio. Ha operato con una flotta di 12 Airbus su rotte nazionali e internazionali soprattutto verso il nord ed est Europa. La sede legale è a Catania, e le basi operative sono situate presso gli aeroporti di Catania, Palermo e dal 2011 di Rimini-Miramare. Wind Jet è stata la prima compagnia low cost italiana, con oltre 2.900.000 passeggeri trasportati nel 2008. Dall’11 agosto 2012, a causa di problemi finanziari, la compagnia ha cessato le proprie operazioni(Fonte Wikipedia).Adesso vogliamo che ritorni sui nostri cieli a volare con i suoi prezzi low-cost strepitosi che ci facevano viaggiare spesso.Ecco per questo ho voluto creare questo gruppo nella speranza che la WindJet torni a volare nei ns cieli italiani. https://www.facebook.com/groups/522975021099239/?fref=ts

    E’ sempre la stessa cosa: gli amici degli amici vengono aperte corsie che per noi comuni mortali non esistono

    Seguo con apprensione le vicende di Windjet. Io, come tutti i comuni mortali, non entro nell’aspetto tecnico, che non posso conoscere nei dettagli del fallimento della compagnia.
    Dico però, con orgoglio di vero Siciliano, che la compagnia era uno dei fiori all’occhiello della Sicilia che conta. Con orgoglio, quando ero fuori dalla regione, indicavo a tutti la Windjet come un’ottima compagnia aerea, che niente lasciava al caso. Tutto funzionava bene, meglio che altre più blasonate compagnie. Sappiamo che in passato anche l’Alitalia si trovò in brutte acque, mi pare intorno al 2008 2010, ma furono operati interventi di salvataggio che la rimisero in sesto. Lo stesso non si può dire per la WindJet, che fu lasciata al suo destino. Oggi da semplice viaggiatore pago il triplo, quando va bene, di ciò che pagavo a Windjet per avere lo stesso servizio, se non peggio. Io personalmente sono stato penalizzato per aver pagato circa € 350,00 di biglietti, che poi non ho potuto utilizzare a seguito del fallimento. Dico a tutti e non con intento provocatorio: se si potesse rimettere in sesto e riavere la Windjet funzionante come ai vecchi tempi personalmente sarei disposto a rinunciare volentieri a qualunque rimborso. I disagi che come siciliano doc ho attraversato dopo il fallimento della compagnia mi hanno convinto e mi sono bastati. Pensiamoci tutti. Auguri Windjet, ritorna presto operativa, facci volare e sperare in una Sicilia migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *