Apetaxi, Di Marco e Orlando:| "Stop al raddoppio delle licenze" - Live Sicilia

Apetaxi, Di Marco e Orlando:| “Stop al raddoppio delle licenze”

Il sindaco e l'assessore scrivono al consiglio comunale per sospendere in autotutela la delibera del 18 dicembre. Di Marco: "Il Suap riveda il bando, ci sono spunti per eventuali contenziosi e ricorsi". Tantillo: "Difficilmente torneremo indietro".

lettera al presidente di sala delle lapidi
di
20 Commenti Condividi

PALERMO – Scoppia di nuovo il caso motocarrozzette. Dopo che il consiglio comunale lo scorso 18 dicembre ha approvato il raddoppio delle licenze, portandole da 15 a 30 e aprendo la porta a un bando pubblico per l’assegnazione dei posti residui rispetto allo scorrimento della graduatoria, oggi il nuovo colpo di scena. Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Attività produttive Marco Di Marco, infatti, hanno scritto al presidente del consiglio comunale Totò Orlando, al Segretario generale e al Suap per chiedere la sospensione della delibera.

“Nell’ultima delibera consiliare si era stabilito di dare spazio ad altre 15 licenze per motocarrozzette – spiega l’assessore a Livesicilia – e per questo abbiamo raccomandato al presidente del consiglio comunale di sospendere in autotutela la delibera perché ci sarebbero spunti per eventuali contenziosi e ricorsi. Il Suap aveva predisposto il bando per le altre 15 licenze, ma credo che su questo l’ufficio debba riflettere”.

Un duro colpo a Sala delle Lapidi, quello inferto da sindaco e assessore, che però non è nemmeno il primo. Non è un mistero infatti che Di Marco fosse contrario al raddoppio delle licenze, tanto che dopo l’approvazione della delibera diramò un comunicato congiunto col sindaco per stigmatizzare il comportamento della sua stessa maggioranza (che in quell’occasione però si spaccò col voto contrario del capogruppo Aurelio Scavone e le astensioni di Bertolino, Pullara, Scafidi e Torta). Mossa quella dell’assessore che ha poi incrinato i rapporti col consiglio comunale, come dimostrato dal caso dehors.

Nello specifico, l’amministrazione attiva punta il dito contro il numero delle nuove licenze, ben 15, che sarebbero troppe se raffrontate con l’aumento dei flussi turistici le cui percentuali sarebbero errate. A conti fatti, ci sarebbe spazio per una sola licenza in più e non certo per 15. Adesso la parola torna al consiglio comunale, che dovrà decidere se andare allo scontro col sindaco o meno.

LE REAZIONI
“E’ una vicenda nata male e continuata con atti che hanno peggiorato la delibera iniziale – dice il capogruppo di Forza Italia Giulio Tantillo – ma a questo punto il consiglio comunale ha preso una decisione e difficilmente potrà tornare indietro. Se qualcuno lo chiede, dovrà motivarlo. Questa vicenda si può chiudere solo trovando un compromesso tra chi ha già ottenuto la concessione, e può lavorare, e chi è stato escluso pur avendo diritto di restare in graduatoria, conciliando così gli interessi delle varie categorie su un tema che l’amministrazione non ha saputo affrontare”.

“In una terra in cui si parla tanto di legalità e in cui purtroppo ancora la criminalità dilaga, ci sono 15 lavoratori che vogliono regolarizzare la loro posizione, che vogliono lavorare con le carte in regola. E ci sono un assessore e un sindaco che, non si capisce bene per quali motivi, si oppongono”. Il capogruppo dell’Udc al Comune, Giulio Cusumano, interviene sul blocco delle licenze per gli apetaxi, dopo che ieri il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Attività produttive Marco Di Marco hanno chiesto al presidente del consiglio comunale Salvatore Orlando la sospensione della delibera che ampliava il numero delle licenze da 15 a 30. “Di Marco parla di possibili ricorsi e poi di un numero eccesivo di licenze – aggiunge Cusumano – senza mai spiegare chiaramente perché potrebbero innescarsi dei contenziosi e quali numeri, relativi al flusso turistico, giustificano il taglio delle licenze. I lavoratori, e io con loro, hanno già occupato una volta la sede dello Sportello unico per le attività produttive. Adesso occuperemo l’ufficio dell’assessore Di Marco, finchè non ci spiegherà perché tutto ciò, mentre quindici famiglie rischiano l’indigenza”.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

20 Commenti Condividi

Commenti

    Orlando e Di marco contro il numero delle nuove licenze? Ma non vi vergognate siete dilettanti allo stato puro, con tutti i problemi di Palermo senza lavoro sommersa dalla munnizza marciapiedi da terzo mondo,bancarelle abusive di extracomunitari asilo occupato dai rom,palchetto della musica al foro Umberto usato come covo da tossici e extracomunitari monumenti che crollano il centro storico peggio ancora,il problema sono le Apetaxi ?? ma andatevene a bellolampo.

    Che vergogna di marco è sindaco per il timore dei tassisti fate illudere padri di famiglia che speravano ha questo bando di conconcorso, ora cosa direte alla gente no! Signori cittadini l’avevamo pubblicato ma! Avevamo dimenticato che i tassisti ci bloccano la città, oppure sapete non possiamo dispiaciare sono 1000 voti scifosi che siete non conoscete cosa significa non poter sfamare i figli con milioni di turisti che scendono a Palermo dovremmo vivere solo con il turismo di mettete vi vergogna questo è pilotare i delegati del popolo ossia il consiglio comunale che dovrebbe essere sovrano

    io darei via libera al dimezzamento delle licenze! anzi all’azzeramento! sono orribili, gli autisti fanno paura solo a vederli, corrono vanno contromano non conoscono il codice della strada e chiedono 200 euro al turista mischino che se non paga lo lasciano in mutande per strada!

    A gente senza scuproli vorrei rivolgermi a te! Sicuramente è fisiologico che sarai tassista per parlare così. Ma! Volevo rammentarti che che a differenza di voi snob del cavolo che siete quasi tutti drogati quella è gente sicuramente più simpatica di voi sei sempre fusi.poi per la questione mutande quando tua sorella venne con le mutande nn era un lambrettista! Ma la moglie del suo amante che la butto fuori in mutande.

    Le APETAXI sono presenti e fanno lo stesso servizio per i turisti a Firenze a Capri a Barcellona in tutte le citta’turistiche e citta’d arte specie e Palermo con un centro storico fatto di vicoli e vicoletti sono l’ideale,e sono anche un piacevole mezzo per i turisti rispetto ai catorci bus cittadini che per entrarci ci vuole la maschera anti gas,e al traffico da terzo mondo palermitano,percio’ evita di sparare cavolate,o sei un taxista??

    Io vorrei vedere a Palermo sempre piu’ carrozzelle come a Roma ,Napoli,Barcellona,Valencia,Madrid,Capri, e anche le APETAXI sono presenti e fanno lo stesso servizio per i turisti a Firenze a Capri a Barcellona in tutte le citta’turistiche e citta’d arte specie e Palermo con un centro storico fatto di vicoli e vicoletti sono l’ideale,e sono anche un piacevole mezzo per i turisti rispetto ai catorci bus cittadini che per entrarci ci vuole la maschera anti gas,e al traffico da terzo mondo palermitano,percio’ evita di sparare cavolate,o sei un taxista??
    SI ALLE CARROZZELLE E ALLE APETAXI SONO IDEALI PER LE CITTA D’ARTE

    Solo quindici che fra l’altro dovrebbero stare in rimessa,in attesa del giudizio del TAR.L’altro giorno(giornata di crocere) ne ho contate almeno quaranta.I nostri cari vigili e le forze dell’ordine tutte cosa fanno. Sono forse cieche o come ha risposto qualcuno “non li possiamo toccare perche’ sono coperti dall’alto”.A questo punto tutti a casa, anche i signori “dell’alto”.Un vero schifo.

    Ma perchè far lavorare nel turismo gente che non sa parlare in inglese??? come fanno a spiegare i monumenti se non conoscono la storia dell’arte???

    Salve..volevo rispondere al primo commento di questo articolo… forse non hai capito che dietro queste APETAXI… che per TE e l’ultimo problema di pALERMO..(dato i numerosi disagi che ci sono nella citta’) C’E ANCHE UN PROBLEMA GRANDE.. FORSE ANCORA PIU GRANDE DEL PROBLEMA IMMONDIZIA E DEGLI EXTRACOMUNITARI.. NON SO’ SE SEI PADRE DI FAMIGLIA MA SE LO SEI….CREDIMI..NON SAI ASSOLUTAMENTE COSA SIGNIFICA NON POTERE PAGARE L’AFFITTO DI CASA O RICEVERE UNO SFRATTO PUR NON VOLENDO.. O NON POTERSI NEANCHE PERMETTERE DI STARE MALE PER NON POTER COMPRARE LE MEDICINE O FARE DELLE NEGATIVE HAI PROPRI FIGLI ANCHE PER UNA SEMPLICE COSA DI 1euro…MA CHE NE SAIIIIIII…. DIETRO ALLE APETAXI CI SONO PADRI DI FAMIGLIA CHE CHIEDONO SOLO DI POTER LAVORARE..SEMPLICI UOMINI umili e con tanta dignita’CHE COMBATTONO OGNi GIORNO PER IL LORO DIRITTO..il lavoro..(perche?? perche loro il concorso lo hanno vinto e anche con pieni voti)…. ma poi ho letto anche in altri articoli che vedono almeno 40/60 ape calesse in giro per la citta’…MA CHE CAVOLATEEE… ED E’ INUTILE CHE CON I VOSTRI COMMENTI CERCATE DI METTERCI IN CATTIVA LUCE HA NOI..PERCHE NON CI CONOSCETE !! PENSATE CHE SIAMO GENTE BASSA.. CHE NON Siamo CAPACI NEANCHE DI PARLARE.. BRAVIIIIII —GIUDICATEVI DA SOLI E PASSATEVI LA MANO NELLA COSCIENZA..AHHHH DIMENTICAVO: per questo PALERMO non cresce come citta’ sia nel lavoro che nell’economia?..SII! per gente come voi che al posto di AIUTARE IL PROSSIMO LO PUGNALA ALLE SPALLE! complimenti anche al SINDACO E ALL’ASSESSORE DI MARCO che da questa sera in poi ci daranno a mangiare loro a i nostri figli ( dato gli stipendi mensili di questi signori )!!!!!! vergogna e’ poco

    Anche io non ho lavoro. Allora voglio fare il dentista anche se non ho studiato medicina. MI DEVONO DARE UNA LICENZA PER APRIRMI LO STUDIO DENTISTICO ANCHE SE NON HO LA LAUREA PERCHE’ DEVO CAMPARE PURE IO!!!

    Che grande uomo il consigliere Tantillo ha tutta la stoffa di essere sindaco che si batte per il popolo è per i deboli indifesi Grazie piccolo grande uomo.

    Gli unici responsabili di questo problema sono i ragazzi proprietari delle motocarrozzette lasciati fuori.
    Dovevano andare subito dai magistrati per rappresentare tutto ciò che al SUAP sono stati capaci di fare sotto la guida dell’assessore Di Marco .
    Cari ragazzi sappiate che l’omertà che avete avuto ha solamente permesso a questa gente di lasciarvi fuori. MEDITATE !!!!!!!!

    Cara ” Madre di famiglia ” , conosco il problema e sono a conoscenza di tutti i retroscena.
    Stia tranquilla perché il problema si risolve perché il vero problema non è dei ragazzi ma di chi ha commesso gli errori.
    Quindi abbia pazienza che tutto si risolve……
    Auguri a lei e a tutte le famiglie disagiate di Palermo

    Tantillo abbi la cortesia di tacere su questa vicenda.
    Ti ricordo che se fossi uscito dall’aula avresti fatto mancare il numero legale della seduta e oggi Orlando e Di Marco si potrebbero attaccare al tram……..
    Quindi taci è Vergognati per come hai condotto la vicenda. Prima amico poi nemico oggi scudiero !!!!!?????? VERGOGNA……..

    Caro Spalviero se sei ironico ti apprezzo . Se invece dici sul serio comincio ad insultarti a cominciare da come ti chiami, si dice Sparviero

    Dibattito da terzo mondo. Ma che politica, che cultura, sono solo carrozzette, non metteteci alle strette…beato chi riesce ad andarsene da questo degrado e da questo far west.

    La politica?? Il governo?? Siii!! Tutto questo ci sta portando alla fame.. Ricordo che dietro ha queste situazioni ci sono personeche vogliono vivere quanto menouna vita dignitosa lavorando.. Allora meglio ladri? O delinquenti?? Mi dispiace! questo MAIIII!!ci sono dei figli che vogliono vedere il loro padre la sera tornare a casa con il sorriso in bocca n!no delle famiglie che non riescono ad andare avanti ed ogni giorno affrontano la vita con i denti… Loro i politici i soldi ce li hanno ed e’ proprio vero il detto che dice.. il SAZIO NON CREDE AL DIGIUNO! vergogna

    Secondo me questi lapini sono buoni x vendere frutta e verdura nei mercatini rionali. Come dicono loro che sono in tutte le città! L ha rispettano le regole stanno le in rimessa. Non vanno ne a montepellegrino ne a monreale e ne mondello. E non fanno addescamento come fanno loro. Disturbando i turisti.

    Caro Signor Giovanni A , la ringrazio per aver letto il mio commento ed averci consigliato di stare tranquilli e di avere pazienza… Ma micreda.. noi siamo dei Signori.. Ci siamo sempre saputi comportare e siamo andati sempre avanti nella nostra battaglia a testa alta e sopratutt armati di tantissima pazienza no nostantev le numerose prese in giro.. E voglio credere..come dice lei.. Che tutto si risolva e che possano tornare a lavorare per il bene familiare.. La ringrazio nuovamente per l’attenzione e la risposta al mio commento ma mi piacerebbe tanto che le mie parole pervenissero agli occhi e alle orecchie di coloro che ci puntano il dito contro.. Confido in Gesù

    Questi signori hanno tutte le doppie attivita’andate a scavare in ogni persona e vedete i lusso che sfoggiano poverini guarbateli bene la sera mangiano troppo bene e bevono troppo non state aiutando gente disoccupata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.