Ondata di calore record: allerta, Palermo tra città a rischio - Live Sicilia

Ondata di calore record, è allerta: Palermo tra le città a rischio

Bollino arancione giovedì e venerdì
IL BOLLETTINO
di
1 Commenti Condividi

Continua a salire l’allerta caldo in Italia: dopo le 2 città di oggi e le 4 di domani, venerdì saranno 7 le città italiane da bollino rosso, che indica il massimo livello di rischio per le alte temperature per tutta la popolazione, non solo quindi per le fasce a rischio. E’ quanto risulta dal bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute che prende in considerazione 27 centri urbani. Le 7 città da bollino rosso venerdì prossimo sono Bologna, Bolzano, Campobasso, Firenze, Perugia, Pescara e Rieti.

Le zone più colpite

Oggi l’allerta più alta riguarda Bologna e Bolzano cui si aggiungeranno, domani, Firenze e Perugia. Oltre ai bollini rossi, aumentano anche quelli arancioni (rischio salute per le fasce più fragili della popolazione): oggi sono 6 (Campobasso, Firenze, Perugia, Pescara, Rieti e Roma), domani e dopodomani 9 (tra le altre si aggiungono Milano e Palermo, mentre Roma torna in giallo, che indica una condizione di pre-allerta caldo).

Le ondate di calore, si legge sul sito del ministero, si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione. Queste condizioni climatiche possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione. Per comunicare i possibili effetti sulla salute delle ondate di calore il ministero della Salute elabora i bollettini giornalieri per 27 città con previsioni a 24, 48 e 72 ore. La pubblicazione dei bollettini giornalieri sul portale è attiva ogni anno da maggio a settembre.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Appello al Ministero della Salute e alla Protezione Civile:
    fate vivere alla gente un’estate tranquilla.
    Dopo 2 anni e mezzo di bollettini sulla pandemia, ora pure bollettini sul caldo?
    Basta!
    La gente non ne può più!
    La gente vuole godersi le vacanze senza la litania dell’allarmismo quotidiano su tutto!
    Uno legge che a Palermo sono previste minime sui 23 gradi e massime sui 32 gradi, dove sarebbe quest’allerta?
    Basta!
    Pensate a prevedere i nubifragi!
    Nessuno ha previsto l’alluvione di Palermo del 15 luglio 2019 e nessuno ha previsto il nubifragio della sicilia orientale alcuni giorni fa.
    Pensano al caldo invece che ai nubifragi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *