Catania: minorenne ruba motorino, arrestato - Live Sicilia

Ruba un motorino in 40 secondi, minorenne arrestato VIDEO

L'intero furto è stato ripreso dalle videocamere di sorveglianza
A CASTELLO URSINO
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – Pochi secondi per avvicinarsi, rompere il lucchetto e scappare: un minorenne di Catania è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania con l’accusa di furto aggravato di un ciclomotore.

La chiamata e i video

Intorno alle 19:30 un catanese 60enne ha contattato il 112 perché ha scoperto che il proprio ciclomotore, che aveva poco prima parcheggiato in via Castello Ursino, era stato rubato.

L’equipaggio del Nucleo Radiomobile, attivato dalla centrale operativa, è immediatamente intervenuto sul luogo del furto ed ha provveduto ad acquisire i filmati di alcuni impianti di videosorveglianza della zona la cui disamina, effettivamente, ha consentito di verificare come due giovani, giunti alle 18:09 bordo di un ciclomotore Piaggio Liberty, si erano accostati al veicolo posteggiato ed il passeggero in pochi secondi, avvicinatosi ad esso, ne aveva manomesso il lucchetto bloccadisco e l’impianto elettrico, riuscendo così ad avviare il motore fuggendo immediatamente dopo.

L’arresto

I militari pertanto, attraverso l’elaborazione alla banca dati della targa del ciclomotore sul quale viaggiavano i due giovani, sono riusciti a risalire alla 36enne catanese proprietaria del veicolo, nonché madre di uno dei due autori del furto. Hanno così atteso fino alle 21.40 il rientro a casa del figlio che, visibilmente sorpreso della loro presenza, indossava ancora gli stessi abiti utilizzati nel corso del furto ed immortalati dalle telecamere.

Il giovane, nel tentativo di alleviare gli ormai inevitabili gravami giudiziari che sarebbero seguiti, ha condotto i militari all’interno di un condominio di via Cristoforo Colombo nel cui parcheggio aveva nascosto il ciclomotore rubato poco prima che è stato restituito alla vittima del furto, piacevolmente sorpresa per il rapido ritrovamento del veicolo.

Il minore è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di via Franchetti e l’Autorità Giudiziaria, all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, ha disposto il suo collocamento in una comunità.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    al massimo rischia arresti domiciliari con facolta’ di uscire …. viva le leggi italiane.

Leave a Reply

Your email address will not be published.