Catania: ultras e fumogeni | Tensione a Torre del Grifo - Live Sicilia

Catania: ultras e fumogeni | Tensione a Torre del Grifo

Nervi tesi sugli spalti per la prima uscita stagionale della formazione di Pancaro contro l'Equipe Sicilia. Gara sospesa per alcuni minuti. Per la cronaca, successo di misura etneo: la prima firma è del neo acquisto Calderini.

tensione rossoazzurra
di
8 Commenti Condividi

TORRE DEL GRIFO – MASCALUCIA (CATANIA) – Inizia con un clima di tensione la nuova stagione del Catania di Pippo Pancaro. Durante il primo test amichevole dei rossoazzurri contro l’Equipe Sicilia, un gruppo di ultras dagli spalti ha intonato cori contro il presidente Nino Pulvirenti, lanciando poi alcuni fumogeni che hanno costretto la terna arbitrale a sospendere il match per alcuni minuti.

Il mal contento del cuore del tifo rossoazzurro si è percepito in maniera palpabile, prima che la gara potesse riprendere per giungere a naturale conclusione. Per la cronaca, il test match disputato su tre tempi (due da 25 minuti, il terzo da 45) ha visto prevalere il Catania con il punteggio di 1-0. Ad andare a segno il neo acquisto Calderini, su assist di Davide Baiocco.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Ve l’ho detto in tutte le salse e le lingue possibili, riconvertitevi ai colori rosanero, solo così assaporerete un pò di calcio champagne….Palermo Caput Mundi…!!

    Che tenerezza, quasi quasi mi commuovo a vederli così affranti…mi ricordo quando volevano spedirci in serie B e quel gol di Ilicic gli rimase di traverso, poi il loro portiere, con spirito temerario e cavalleresco difese il loro onore sferzando una serie di mancini in stile Rochy Marciano sul nostro giocatore (che non cito per rispetto dei tifosi rosanero). Adesso invocano pietà…?? considerazione…?? Chi semina vento raccoglie tempesta cita il saggio….!!

    Paolino, un bambino di 8 anni incontra Pulvirenti x strada e coglie subito l’occasione:- se ti do 5 euro che me lo vendi il Gadania…?
    Pulvirenti si arrabbia e comincia ad urlargli:-ma come ti pemmetti?!
    sei un bambino veramende maledugato!
    Ringrazia Dio che non sono tuo padre se no a quest’ora già t’avevo menato!
    e smettila di piagniucolare!!!!
    Nel frattempo arriva il padre di Paolino, che chiede al bambino cos’è successo e lui:
    -Papà,gli ho chiesto se mi vendeva il Catania per 5 euro e lui s’è arrabbiato!
    E il padre subito riconosce Pulvirenti e furibondo, inizia a picchiare il bambino.
    Il bimbo scoppia a piangere e Pulvirenti interviene:
    -va bè, adesso basta, poverino…non mi sono mica offeso così tanto…
    e il padre del bambino:
    -ma che poverino, gli ho sempre detto che non deve buttare via i soldi!!!!!

    U Gadania in quale lega gioca………..

    Non smettete mai di fare ridere il mondo intero. E’ da quando avete inscenato quella insulsa coreografia, da provoloni, che avete cominciato a far divertire l’universo sportivo e non solo (perfino il vostro Nume sorrideva, quel Nume che poi vi ha consumato). Poi c’è stata la festa per la retrocessione di chi vi ha sempre guardato dall’alto ed è cominciato l’eterno e negativo contrappasso che vi ha fatto crescere nella vostra ridicolezza e ha dato inizio al vostro irrimediabile declino. Siete proprio dei provoloni. I fumogeni, i cori contro il vostro Nume. Sì, perché lo avete sempre considerato un Nume e ancora lo difendete, tranne forse un piccolo gruppetto di bambini scalmanati che ruba 10 euro dal portafogli di papà per fare la colletta e comprate qualche fiaccola e fare la parte dei duri e degli offesi contro chi, nel paese etneo, è considerato l’orgoglio della gente. I fumogeni portateveli sui campi della D o di calcio a 5 che ci fate più figura. I caseifici farebbero affari con voi, massa di provoloni. Vi vedo tutti uniti, un bel gruppetto di provoloni, che canta a squarciagola anatemi contro il Nume. Fate ridere, da sempre. Sta nel vostro dna. Mi ricordo quando ero ragazzino (molti di voi sono solo bimbetti cresciuti con pane e juve che sono diventati rossoazzurri per moda da qualche anno, moda ormai finita e tornati strisciati) e andai a vedere i play out per non retrocedere alla Favorita. La partita era Palermo – Battipagliese, stagione ’97-’98 (finì male purtroppo); a inizio partita un gruppo di tifosi catanesi si unì, con tanto di fiaccole e striscione ai tifosi della Battipagliese. Ho trovato pure il video su youtube, dove si vede, dal secondo 0:22 il vostro indegno striscione e 4 vostri provoloni DOP che si vennero a fare la trasferta a Palermo e festeggiarono alla fine.
    Lì, vedendo la vostra esultanza a fine gara, vedendo un vecchio in lacrime che tirava la sua radiolina in campo, fra me e me vi promisi eterno disprezzo (non odio come diranno molti provoloni, ma disprezzo). Infatti non sono stati solo i cartellini con le B o la coreografia e successiva festa a scatenare tutto ciò. Il racconto che vi ho appena fatto è per ricordarvi che non siete nuovi a queste porcherie. E’ così da sempre…alla prima occasione eccoli con i loro comportamenti e con spettacoli da far rimettere. Il contrappasso dantesco insegna. E non mi venite a dire che non abbandonerete mai i colori rossoazzurri, perché state tornando zebrati, in tantissimi. Le favolette raccontatele ai vostri simili e non a chi regna in Sicilia. E lo sapete anche voi, ma fate finta di nulla o al massimo siete ancora convinti, fuori dalla realtà, di potere vincere la ciempion ligghi in 2 giorni, vincere lo scudetto in due settimane, raggiungere i play off alla 98esima giornata (avvulanno grazie al vostro Nume), batterci nel derby. Sarà bello vedervi commentare qui le vostre vittorie sui campi della D, commenti fasulli per non darci sazio, perché in realtà e nel frattempo sarete collegati ai siti di live score per seguire le imprese della vostra juve. Fatevene una ragione. Non siete più niente. Se prima eravate una squadretta che ha conosciuto il suo anno di gloria vedendo giocare una sola stagione, in una categoria inferiore, chi vi ha sempre sottomesso e comandato, oggi siete nulla immischiato con niente. E non vi vorrà nessuno. Nessuno prende le redini di questa palla al piede. Gruppetti di tifosi ridicoli, che fanno finta di essere fedeli e poi abbandonano tutto, tornano zebrati, voltano le spalle ai loro Numi, fanno irruzioni ridicole durante gli allenamenti per fare i “faccia a faccia” con i giocatori, ballerinette viziate, per cosa? Chiedere maggiore impegno o farsi offrire una birra perché hanno speso tutta la paghetta che gli ha dato papà per comperate topolino, trombetta e bandierina? Siete ridicoli. E adesso tacete. Questa di Torre del grifo è stata l’ennesima dimostrazione di quanto siete ridicoli. Pensate di fare notizia e che cambi qualcosa? Vi aspettano trasferte (se mai le farete) sui campi in terra battuta. Le coreografie, le feste fatele contro le squadrette con cui vi potete misurare, nelle categorie che vi competono. Addio liotri, buona estate. Io vado al mare ma il giorno della vostra sentenza sarò con lo spumante al lato. Voi andate a Torre del grifo a fare un po’ di caciara, cantare assieme, attirare l’attenzione di qualche caseificio…provoloni.

    Comunque 1 a 0 contro l’Equipe sicilia, in una partita di 95 minuti di tre tempi e un goal del nuovo acquisto è un buon inizio, no cuginetti? UUUuhaha uauahaha auauhahahaa !!!!!!!

    avete così tanto tempo a disposizione per dedicarvi a scrivere cose inutili……

    Se leggi bene quello che hai scritto dei tifosi catanesi rispecchiano quelli palermitani,anime innocenti compasionevoli in passato per le nostre disgrazie,solo noi abbiamo gioito mentre voi porgevate l’altra guancia.
    p.s. lo stemma che piu’ vi si addice in questo momento non l’aquila ma l’AVVOLTOIO ROSANERO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.