Conte, un errore imperdonabile |Rigoni merita la convocazione - Live Sicilia

Conte, un errore imperdonabile |Rigoni merita la convocazione

Una seconda chiamata palermitana, dopo quella di Vazquez, al netto dell’elenco diramato qualche giorno fa dal commissario tecnico non sarebbe stata certo un'eresia. Per il centrocampista niente azzurro con la Bulgaria, ma se le premesse restano quelle delle ultime settimane il ct non potrà continuare a snobbarlo.

1 Commenti Condividi

PALERMO – Un po’ per il fattore ambientale, un po’ per le ottime prestazioni della passata stagione, Luca Rigoni si aspettava una chiamata dal c.t. Antonio Conte per le prossime sfide della nazionale. Due impegni contro Malta e Bulgaria, il primo a Firenze e il secondo proprio a Palermo, per i quali sarà presente solo Franco Vazquez a tenere alto il vessillo rosanero. Una seconda convocazione palermitana, però, al netto dell’elenco diramato qualche giorno fa dal commissario tecnico, non sarebbe stata certo una sorpresa.

Le nove reti della passata stagione non possono essere solo un caso. Luca Rigoni ha dimostrato di essere una delle migliori mezzale italiane in circolazione, nonché un elemento capaci di saper dire la sua sia in fase offensiva che difensiva. Non solo i gol, dunque, ma anche tanta legna in mezzo al campo, dove spesso e volentieri ha dovuto fare da schermo ad una difesa non proprio eccellente, riuscendo sempre a coniugare nel migliore dei modi le due fasi. Quello che potrebbe servire anche a Conte, che in realtà di problemi ne ha ben altri, ma che lì in mezzo è costretto a fare esperimenti.

Dal canto suo, Rigoni ha ripreso per come aveva chiuso. Una rete e una traversa all’esordio stagionale con l’Avellino, un altro legno alla prima di campionato col Genoa e il gol vittoria di Udine, con un inserimento senza palla dei suoi. Una caratteristica che Conte ha dimostrato di saper apprezzare nei suoi centrocampisti, su tutti Parolo e Bertolacci, ma proprio lo stato di forma di quest’ultimi avrebbe potuto aprire uno spiraglio al numero 27 rosanero, che sognava l’esordio in azzurro nello stadio della sua consacrazione, ovvero al Barbera. Non sarà possibile per la sfida con la Bulgaria, ma se le premesse restano quelle delle ultime settimane, Conte non potrà continuare a snobbarlo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Condivido l’articolo, quello che invece non mi spiego è l’atteggiamento contrario di parte della tifoseria palermitana ad una meritata convocazione di Luca Rigoni in nazionale, giustificata dai tanti pollici verso che mi sono preso in un precedente blog quando ho sostenuto la cosa. Quasi che vedendolo seduto in panchina, perchè difficilmente Conte lo farebbe giocare nè tantomeno lo inserirebbe in pianta stabile fra i titolari, ne venisse intaccata per sempre l’integrità fisica. Boh, mistero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *