Costa: "Vacciniamoci con le quarte dosi o rischiamo..."

Costa: “Vacciniamoci con le quarte dosi o rischiamo…”

L'allarme del commissario per l'emergenza. Vicini alla fine, ma...
5 Commenti Condividi

Commissario Costa, la vediamo un po’ arrabbiato, perché?
“Perché le quarte dosi vanno un po’ a rilento, anche se qualcosa si comincia a vedere. Se non intensifichiamo le vaccinazioni, rischiamo di perdere una battaglia che adesso possiamo vincere sul serio”.

Istantanee dal fronte Covid. L’Oms dice che siamo vicini alla fine, ma sarà necessario comportarsi bene. Le quarte dosi bivalenti sono a disposizione e ne arriveranno altre aggiornate. I vaccini ci sono, chi si vaccina ancora no. Ecco perché Renato Costa, commissario dell’area metropolitana di Palermo per l’emergenza Covid, torna a farsi sentire.

Cosa rischiamo, dunque?
“Di perdere un vantaggio enorme. Ora il Covid ci sta dando tregua, come succede in estate. Ma non sappiamo cosa accadrà in autunno. Questo è il momento di fare il richiamo, la quarta dose. Così potremo dare il colpo finale alla pandemia”.

Perché?
“Perché, davanti a un virus in ritirata, se ci vacciniamo, aumenteremo il livello di immunizzazione complessiva e non ci faremo sorprendere, anche nel caso della comparsa di una nuova variante”.

Ma qualcuno penserà: ora c’è il vaccino bivalente, però, forse, mi conviene aspettare quello ancora più aggiornato, dato per imminente…
“Non siamo in pizzeria. I prodotti sono tutti ottimi. Il primo vaccino è ancora un farmaco formidabile che salva vite umane. I vaccini, di fatto, sono sovrapponibili e offrono un’altissima protezione contro la malattia grave. Può variare il livello dello scudo davanti al contagio”.

E allora?
“E allora chi ha una terza dose non troppo vicina nel tempo deve vaccinarsi subito, per rimediare al calo della sua stessa immunità, per proteggersi e per proteggere”.

Siamo davvero in vista dell’uscita?
“Lo speriamo ardentemente, molto dipenderà da cosa farà il Covid e moltissimo dipenderà da noi, dalla nostra capacità di non sprecare quel vantaggio di cui parlavo, siamo in un passaggio decisivo”.

Quarte dosi per chi può farle, riassumiamo. Altrimenti?
“Rischiamo di mangiarci le mani”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Vacciniamoci o rischiamo…… di vivere!

    “I buffoni offrono ai prìncipi la sola cosa che questi desiderano con tutta l’anima: delizie come passatempo, scherzi, risate, divertimenti. E non dimenticate anche questa non trascurabile dote dei folli: solo loro sono schietti e veritieri.”
    Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

    sig. francesco (il secondo commentatore) ma come si permette di citare quelle frasi di Erasmo da Rotterdam nei confronti del Prof. Renato Costa che a livello locale e con limitati mezzi a disposizione ha fatto sicuramente più del gen. Figliuolo a livello nazionale. La follia di fronte ad una malattia grave come il Covid lasciamola ai folli.

    Ma costui non se ne sta andando? Ancora fino alla fine a rompere le scatole? Se la faccia lui e i suoi familiari la quarta, la quinta e anche la ventesima dose di questo intruglio, senza rompere agli altri!

    Ora mi faccio iniettare questo intruglio perché me lo dice un comunista pieno di tatuaggi!! Che ridere!!! Fattelo tu e la tua famiglia, fatevene pure venti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *