Covid e zona arancione, le Regioni in bilico: c'è anche la Sicilia - Live Sicilia

Covid e zona arancione, le Regioni in bilico: c’è anche la Sicilia

Domani la cabina di regia dell'Iss che stabilisce le fasce di rischio delle singole regioni
CORONAVIRUS
di
0 Commenti Condividi

ROMA – Covid, in attesa di capire il destino del sistema di colorazione delle Regioni in caso di sforamento dei parametri sin qui stabiliti dal governo, (incidenza dei nuovi casi settimanali su centomila abitanti, posti letto occupati nelle terapie intensive e in area medica), è convocata per domani, come ogni venerdì, la cabina di regia dell’Iss che potrebbe portare qualche nuovo cambiamento di colore alle regioni. Il rischio più grande è che qualche zona passi in arancione o in rosso da lunedì 24 gennaio.

Secondo i numeri dell’ultimo monitoraggio Agenas, l ‘occupazione delle terapie intensive in Italia resta al 18%, mentre quella nelle aree mediche Covid è al 30%. Da lunedì scorso sono in zona bianca Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria. In fascia gialla, invece, ci sono Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Veneto e le Province autonome di Trento e di Bolzano. La Valle d’Aosta è in arancione. 

A lasciare la zona bianca e passare in giallo potrebbero essere Puglia, Sardegna e Umbria. Più numerose le regioni a rischio zona arancione. A rischio Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia, visto che in tutte e tre le regioni le terapie intensive sono superiori al 20% e i ricoveri negli altri reparti Covid sono almeno al 30%. Ma sono in bilico anche Calabria, Lazio, Marche, Toscana, Liguria, Lombardia e la Provincia di Trento.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.