Di Lello sta con Morvillo: "Sembra di essere tornati a 30 anni fa" - Live Sicilia

Di Lello sta con Morvillo: “Sembra di essere tornati a 30 anni fa”

Il magistrato che lavorò al pool antimafia interviene nel dibattito su politica e condannati per mafia
PALERMO
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – “Sembra di essere tornati a trenta anni fa”. Giuseppe Di Lello, che con Falcone e Borsellino faceva parte del pool antimafia, condivide la denuncia di Alfredo Morvillo secondo cui la Sicilia “è in mano a condannati per mafia”.

“Non aggiungerei – dice – una virgola a quella dichiarazione. In effetti, sembra che non sia accaduto nulla. Nel senso che la magistratura, e questa ne è una prova, può fare opera di contenimento e di ristabilimento della legalità ma non può fare altro. Poi tocca alla società e alla politica che esprime completare l’opera di risanamento. E questo non è accaduto. Lo abbiamo sempre detto: da sola la magistratura non poteva cambiare la società. È un problema dei partiti, della politica e della loro involuzione. Certe decisioni maturano all’interno delle coalizioni”.

Di Lello assicura che, come rivendica Totò Cuffaro, “nessuno vuole toccare i diritti costituzionali ma resta il fatto che si tratta di persone condannate per reati di mafia e non per reati comuni”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Ha parlato Stalin 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.