Elezioni, risultati collegi uninominali Sicilia - Live Sicilia

Politiche in Sicilia: gli eletti al Senato e alla Camera

Nella maggior parte dei collegi sfida Cdx M5s, De Luca avanti a Messina
L'ITALIA AL VOTO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – La sfida nei Collegi uninominali della Sicilia consegna l’Isola al centrodestra ma non è un plebiscito. A fermare l’onda dei partiti della triade Fdi-Lega-Fi ci sono i voti del M5s, che dove non vince si attesta come miglior perdente, e delle liste di Cateno De Luca che vincono nel messinese.

Alla Camera vengono eletti Davide Aiello del M5s (Circoscrizione Sicilia occidentale – U01 Palermo Settecannoli), Francesco Gallo della lista Sud chiama Italia (Circoscrizione Sicilia orientale – U06 Messina ionica) e i candidati del centrodestra Nino Minardo (Circoscrizione Sicilia orientale – U01 Ragusa), Tommaso Calderone (Circoscrizione Sicilia orientale – U05 Messina ed Enna). Segue la notizia dell’elezione dell’esponente del centrodestra Michela Brambilla (Circoscrizione Sicilia occidentale – U04 Caltanissetta e Agrigento).

Alla Camera nei 12 collegi uninominali col sistema maggioritario in Sicilia sono stati eletti: Francesco Gallo (De Luca sindaco d’Italia), Antonino Minardo (Centrodestra), Antonino Calderone (Centrodestra), Michela Vittoria Brambilla (Centrodestra), Davide Aiello (M5s), Carolina Varchi (Centrodestra), Marta Fascina (Centrodestra), Salvatore Ciancitto (Centrodestra), Luca Cannata (Centrodestra), Valeria Sudano (Centrodestra), Saverio Romano (Centrodestra), Calogero Pisano (Centrodestra). Dieci deputati quindi vanno al Centrodestra, uno al M5s, e uno alla lista De Luca.

Alla Camera nei collegi plurinominali col sistema maggioritario in Sicilia sono stati eletti: Carmina Ida, Conte Giuseppe, D’Orso Valentina, Cantone Luciano, Raffa Angela e Scerra Filippo (Movimento 5 Stelle), Meloni Giorgia, Carolina Varchi, Mulè Giorgio, Tardino Annalisa, Cannata Giovanni Luca, Leo Maurizio, Siracusano Matilde e Minardo Antonino (centrodestra), Faraone Davide e Castiglione Giuseppe (Azione-Italia Viva), Provenzano Giuseppe, Barbagallo Anthony e Marino Maria Stefania (Pd).

Questi gli eletti nei collegi plurinominali del Senato.

TUTTI GLI ELETTI NEI 74 SEGGI UNINOMINALI AL SENATO

59 sono andati al centrodestra, 7 alla coalizione di centrosinistra, 5 al Movimento 5 stelle, due al Südtiroler Volkspartei e uno al movimento dell’ex sindaco di Messina Cateno de Luca. Ecco gli eletti secondo il sito del Viminale. –

CENTRODESTRA Alberti Casellati Maria Elisabetta, Ambrogio Paola Balboni, Alberto Bergesio Giorgio Maria, Berlusconi Silvio, Bernini Anna Maria, Berrino Giovanni, Biancofiore Micaela, Bizzotto Mara, Bongiorno Giulia, Borghesi Stefano, Centinaio Gian Marco, Ciriani Luca, Cosenza Giulia, Craxi Stefania, De Carlo Luca, De Poli Antonio, Durigon Claudio, Fallucchi Anna Maria, Farolfi Marta, Fazzone Claudio Garnero, Santanche’ Daniela, Iannone Antonio, La Pietra Patrizio Giacomo, La Russa Ignazio Benito Maria, Leonardi Elena, Liris Guido Quintino, Lotito Claudio, Marti Roberto, Melchiorre Filippo, Mennuni Lavinia, Mieli Ester, Minasi Clotilde Murelli Elena, Musumeci Nello, Nastri Gaetano, Nocco Vita Maria, Pera Marcello, Petrenga Giovanna, Petrucci Simona, Pirovano Daisy, Potenti Manfredi, Pucciarelli Stefania, Rapani Ernesto, Rauti Isabella, Romeo Massimiliano, Ronzulli Licia, Russo Raoul, Sallemi Salvatore, Silvestroni Marco, Sisto Francesco Paolo, Speranzon Raffaele, Spelgatti Nicoletta Terzi di Sant’Agata Giuliomaria, Testor Elena, Tosato Paolo, Zaffini Francesco Zangrillo, Paolo Zedda Antonella.

CENTROSINISTRA Casini Pier Ferdinando, Cucchi Ilaria, Giorgis Andrea, Misiani Antonio, Patton Pietro Rando Vincenza, Spagnolli Luigi.

MOVIMENTO 5 STELLE Bevilacqua Dolores, Castellone Maria Domenica, De Rosa Raffaele, Lopreiato Ada, Mazzella Orfeo.

DE LUCA SINDACO D’ITALIA Musolino Dafne.

SÜDTIROLER VOLKSPARTEI Unterberger Juliane Durnwalder Meinhard.

DIRETTA

18.00 L’attacco di Orlando, ex sindaco di Palermo: “Una tempesta perfetta sul PD”

17.00 Bottino magro per l’ex pm Antonio Ingroia, candidato alla Camera nell’uninominale nel collegio Sicilia 1- U06. L’ex magistrato, candidato con la lista Italia Sovrana e Popolare ha riportato un risultato piuttosto deludente: 1852 voti (pari all’1,1%) contro i 58283 di Marta Fascina (36%), fidanzata dell’ex premier Silvio Berlusconi. Ingroia, che ha lasciato la magistratura poco dopo le scorse politiche, è risultato penultimo. Peggio di lui ha fatto solo Davide Vicari di Unione Popolare con i suoi 1385 voti.

16.03 Musumeci: “Grazie per la fiducia, il mio impegno per la Sicilia sarà a Roma”

15.40 Bobo Craxi: “La mia una campagna elettorale onesta, grazie per i voti”

15.32 Musolino: “Grazie a chi mi ha votato, ora a Roma per difendere la Sicilia”

15.20 Filoramo: “Abbiamo perso, non ci sono scuse”

14.50 Randazzo: “Ottimo risultato raggiunto dal M5S a Palermo”.

13.21 Michela Brambilla è eletta nell’uninominale di Caltanissetta e Agrigento per la Camera dei deputati. Arriva prima con 43.244 voti pari al 35,1 per cento.

13.14 LEGGI ANCHE: De Luca: “Schifani in vantaggio? Exit poll sono farlocchi”

12.44 Nel collegio Palermo città e costa ovest con 728 sezioni su 728 viene eletta l’esponente pentastellata Bevilacqua Dolores con 113.509 preferenze con 34,1 per cento. Non ce la fa il candidato di destra Mario Barbuto che ottiene 105.923 voti e cioè il 31,8 per cento.

12.24 Nel collegio per la Camera U4 con 322 sezioni su 355 Michela Brambilla si attesta al 35,4 per cento. Al secondo posto il candidato M5s Dedalo Cosimo Gaetano Pignatone con il 28,5 per cento. 

11.59 – Si avvia ad essere uno dei grandi bocciati di queste elezioni: l’ex ministro Stefania Prestigiacomo, candidata al Senato nel collegio plurinominale (P02), a sorpresa esce di scena. La candidata di Forza Italia, dopo 28 anni trascorsi ininterrottamente in Parlamento, non potrà sedere tra gli scranni di Palazzo Madama. Eletta dal 1994 alla Camera, poi nel 2001 nominata ministro per le Pari opportunità, e nel 2008 ministro dell’Ambiente. Il suo partito l’aveva candidata alla presidenza della Regione, ma dopo il tweet contrario di Giorgia Meloni, il suo nome era stato abbandonato a favore del collega di partito Renato Schifani. 

11.45 Nel Collegio Messina Enna con 523 sezioni su 523 la spunta Tommaso Antonino Calderone 60.592 preferenze pari al 35,4 per cento. Si piazza al secondo posto Valentina Costantino con  34.748 voti equivalenti al 20,3 per cento.

11.34 Dato definitivo nel collegio Ragusa per la Camera dei deputati. Con 508 sezioni su 508 risulta eletto il segretario reginale della Lega Nino Minardo con 73.268 preferenze equivalenti a 41,4. Arriva secondo il candidato del M5s Eugenio Saitta con 52.817 voti pari al 29,8 per cento.

11.20 Quattro dei sei collegi uninominali al Senato in Sicilia, quando mancano alcune sezioni da scrutinare, andrebbero ai candidati del Centrodestra. Solo nel collegio Messina vince Dafne Musolino della lista “De Luca sindaco d’Italia” col 30 per cento. Nel collegio Palermo Sette Cannoli vincerebbe la candidata del M5s Dolores Bevilacqua col 34, 10% seguita da Mario Barbuto del Centrodestra col 31,22%

11.14 Il centrodestra, quando non sono state scrutinate tutte le sezioni, vincerebbe in 10 dei 12 collegi uninominali in Sicilia per la Camera dove si vota col maggioritario. Solo nel collegio Sicilia 1 Palermo quartiere Sette Cannoli vince il M5s con Davide Aiello e nel collegio Sicilia 2 Messina vince il candidato di “De Luca sindaco d’Italia” Francesco Gallo.

11.13 Dato definitivo nel collegio del Senato Messina (1001 sezioni su 1001) dove vince Musolino Dafne (Sud Chiama Nord) con 105.098 votanti equivalenti al 30,0 per cento. Non ce la fa Carmela Bucalo (centrodestra) che ha tallonato Musolino e si assesta con 103.143 preferenze pari al 29,4 per cento. Arriva seconda Barbara Floridia, esponente del M5s, 63.215 voti pari al 18,0 per cento. Arriva dopo Antonia Russo (centrosinistra) con il 14,8 per cento

11:12 Anche 478 sezioni su 478 Francesco Gallo (Sud Chiama Nord) con 58.226 preferenze pari al 32,3 per cento. Segue Matilde Siracusano  con 52.473 voti con 29,1 per cento. Arriva terza Grazia D’Angelo (M5s) con il 16,6 per cento. Quarto posto per Felice Calabrò (centrosinistra) con il 14,3 per cento

11:06 “Si apre una nuova fase per la politica italiana e siciliana, per coloro che vogliono interpretare una proposta di aggregazione di quelle famiglie politiche che hanno dato un contributo determinante a scrivere la Costituzione, a ricostruire l’Italia portandola in Europa, a combattere terrorismo e mafia”. Lo afferma il candidato alla presidenza della Regione Gaetano Armao. “Vedremo il nuovo governo al lavoro. – aggiunge -Dovrà trovare almeno 40 miliardi per contrastare la crisi energetica e l’impennata dell’inflazione e dei tassi d’interesse, affrontare i delicatissimi temi di politica internazionale, a partire dalla Russia, frenare le inevitabili tensioni finanziarie sul debito dei mercati internazionali, ma soprattutto avviare un percorso di ineludibili riforme”. 

11:04 Sarà quasi certamente eletto alla Camera, nel collegio uninominale di Agrigento, il candidato della coalizione di centrodestra Calogero Pisano, al centro di una dura polemica a pochi giorni dal voto per avere pubblicato in passato alcuni post sui social con parole di apprezzamento per Adolf Hitler, oltre che di sostegno per Vladimir Putin. Pisano, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia ad Agrigento, era stato sospeso “con effetto immediato” da tutti gli incarichi nel partito guidato da Giorgia Meloni prima di dimettersi dal partito dopo avere chiesto scusa “per quei post indegni che a distanza di anni, giudico indegni” aggiungendo di “non voler trascinare Fratelli d’Italia in situazioni imbarazzanti”. Quando mancano meno di cento seggi ancora da scrutinare Pisano è avanti di quasi dieci punti (37,8% contro il 28,4%) rispetto al candidato del M5s Filippo Perconti.

10.59 “E’ una gioia immensa, una soddisfazione incredibile e un onore grandissimo. Questa è la vittoria di un gruppo umano e politico che ci ha sempre creduto, che ha sempre fatto politica tra la gente e per la gente”. Lo afferma Salvo Sallemi, candidato all’uninominale nel collegio Sicilia U05 comprendente le province di Ragusa, Siracusa e il Calatino, commentando il risultato elettorale che vede l’affermazione della coalizione di centrodestra, che si attesta nel collegio ad oltre il 36% complessivamente.

10.36 Nel Collegio uninominale numero 4 della Circoscrizione Sicilia occidentale per la Camera con 269 sezioni scrutinate su 355 Michela Vittoria Brambilla (centrodestra) è in testa con 33.766 voti equivalenti al 35,7 per cento. Segue il candidato pentastellato Dedalo Cosimo Gaetano Pignatone con il 27,5 per cento. Dietro la candidata del centrosinistra Martina Riggi con il 17,1 per cento

10.28  La senatrice uscente di Forza Italia, Stefania Craxi, va verso la riconferma nel collegio del Senato uninominale (U03) col 37,69% dei voti quando sono state scrutinate 688 sezioni su 799. Dopo di lei Pietro Lorefice del M5s col 30,25%. Perde invece lo scontro nel collegio uninominale per la Camera il fratello Vittorio Bobo Craxi, candidato col centrosinistra che ottiene il 15,65% dei voti quando sono state scrutinate 355 sezioni su 404. Eletta in questo collegio dovrebbe essere la deputata uscente di Fratelli d’Italia Carolina Varchi che è al 35,31% tallonata da Aldo Penna del M5s col 33,54%.

10.24 “Complimenti. Abbiamo eletto Dafne Musolino al Senato (Messina Enna) e Francesco Gallo alla Camera (Messina zona Jonica)”. Lo scrive Cateno De Luca (Sicilia Vera), in corsa per la presidenza della Regione siciliana e dato al secondo posto dagli exit poll dietro a Renato Schifani (centrodestra), commentando su Fb i risultati delle politiche. La lista ‘Cateno De Luca sindaco d’Italia’ dunque sbarca in Parlamento.

10.05 Nel collegio uninominale per la Camera dei deputati U01 sono state completate le operazioni di scrutinio in tutte le 416 sezioni. È stato eletto il pentastellato Davide Aiello con 64.166 voti pari al 35,86 per cento. Arriva seconda Gabriella Giammanco.

LEGGI ANCHE: Politiche, la sfida dei collegi nel Palermitano: i verdetti

09:43 Nel collegio uninominale per la Camera dei deputati U05, il collegio di Agrigento con 327 sezioni scrutinate su 419 il candidato del centrodestra Calogero Pisano si avvicina all’elezione con 39.403 voti e il 37,7 per cento. Dietro Filippo Giuseppe Perconti del Movimento 5 Stelle con il 29,2 per cento (voti 30.512).

09.40 Nel collegio Uninominale 4, il collegio di Catana, con 815 sezioni scrutinate su 953 Nello Musumeci è primo ed entra al Senato della Repubblica con 129.833 voti pari al 36,2 per cento. Dietro Giuseppina Rannone (M5s) con 93.978 voti pari al 26,2 per e Cateno De Luca che arriva terzo con 51.751 voti equivalenti al 14,4 per cento.

09:25 Nel collegio uninominale Ragusa con 467 sezioni scrutinate su 508 si avvicina all’elezione il candidato del centrodestra Nino Minardo con 67.228 preferenze e il 41,4 per cento dei voti. Seguono Eugenio Saitta (M5s) con 48.475 preferenze e il 29,8 per cento. Infine Luigi Bellassai (centrosinistra) con 31.111 voti pari al 19,2 per cento.

09:16  Nel collegio uninominale per la Camera dei deputati “Barcellona Pozzo di Gotto” equivalente alla parte ovest della provincia di Messina e a parte della provincia di Catania e alla provincia di Enna, con 490 sezioni su 523 Tommaso Antonino Calderone 54.828 34,9 Segue Katia Baglio con 32.121 preferenze pari al 20,4 per cento in un testa a testa per il secondo posto con Valentina Costantino (31.493 voti pari al 20,0 per cento. Solo dopo il candidato del centrosinistra Giuseppe Arena con il 17,1 per cento.

8.27 Nel Collegio uninominale al Senato di Messina Dafne Musolino (907 sezioni su 1001) è avanti  con 92.216 pari al 29,8 per cento la candidata deluchiana stacca di poco la candidata del centrodestra Carmela Bucalo che con 90.327 si assesta al 29,2 per cento.

8.06  Su 319 Sezioni scrutinate su 404 nel collegio uninominale Palermo città per la Camera la spunta Carolina Varchi 51.427 voti pari al 34,6 per cento. Segue il candidato M5s Leonardo Salvatore Penna con 50.337 voti e il 33,9 per cento. È un testa a testa per il secondo posto con Bobo Craxi, candidato del Pd con 48.742 voti e il 33,9 per cento

7.49 Nel Collegio della prima circoscrizione Sicilia per la Camera dei deputati (province Agrigento e Caltanissetta) su 94 sezioni su 355 Michela Vittoria Brambilla, candidata del Centrodestra, è avanti con 9.403 voti pari al 36,8 per cento dietro c’è Dedalo Cosimo Gaetano Pignatone con 6.940 equivalenti al 27,2 per cento (Movimento 5 Stelle).

07:04 Quando sono 359 sezioni su 478 Francesco Gallo della lista Sud chiama Nord è il primo nel collegio uninominale per la Camera di Messina con 42.244 voti. A seguire la candidata del centrodestra Matilde Siracusano con 37.368 voti. Con il 40,8 per cento Saverio Romano è primo nel collegio uninominale che rappresenta i voti della parte est della provincia di Palermo. Le sezioni scrutinate sono 186 su 365. Nel collegio uninominale 3 della Sicilia orientale, il collegio che ricomprende la provincia di Catania avanti il candidato del centrodestra Francesco Maria Ciancitto con il 40,4 per cento.

02:53 Collegio uninominale Messina (139 sezioni su 1.001): Dafne Musolino Sud Chiama Nord 13.316; Carmela Bucalo centrodestra 11.382; Barbara Floridia M5S 7.164

02:50 – Collegio uninominale Senato Palermo Settecannoli (263 sezioni su 728): Dolores Bevilacqua M5S 38.970; Mario Barbuto centrodestra 32.381; Ninni Terminelli centrosinistra 21.776.

2:25 – Collegio uninominale Senato Catania, 23 sezioni su 953. Si tratta del collegio che vede in campo il governatore uscente Nello Musumeci in vantaggio con 3.357 voti, segue Giuseppina Rannone del Movimento 5 Stelle 2.251 voti, terzo Cateno De Luca 1279. Musumeci si avvia verso l’elezione al Senato.

2:20 – Nel collegio Settecannoli (58 sezione su 416) è avanti Davide Aiello M5S (8.015 voti), seguono Gabriella Giammanco centrodestra (6.251 voti) ed Erasmo Palazzotto centrosinistra (3.902 voti). Collegio Resuttana San Lorenzo (15 sezione su 404): in testa Aldo Penna del M5S con 2.479 voti, segue Carolina Varchi del centrodestra con 1.669 preferenze, terzo Bobo Craxi 671 voti. Collegio Bagheria, solo 2 sezione su 365: Saverio Romano (centrodestra) 175 voti, Ismaele La Vardera (De Luca sindaco d’Italia) 92 voti, Maria Saeli (centrosinistra) 50 voti.

2:16 – Collegio di Marsala (18 sezioni su 455): Marta Fascina centrodestra 37,36%; Vita Martinciglio M5S 30,65%; Antonio Ferrante centrosinistra 14,45%.

1:55 – Le sfide nei collegi uninominali a Palermo. Nel collegio Settecannoli (17 sezione su 416) è sfida a tre fra Davide Aiello M5S (1.569 voti), Gabriella Giammanco centrodestra (1263 voti), Erasmo Palazzotto centrosinistra (1.030 voti). Collegio Resuttana San Lrenzo (7 sezione su 404): in testa Aldo Penna del M5S con 1.051 voti, segue carolina Varchi del centrodestra con 721 preferenze). Collegio Bagheria 2 sol2 sezione su 365: Saverio Romano (centrodestra) 175 voti, Ismaele La Vardera (De Luca sindaco d’Italia) 92 voti, Maria Saeli (centrosinistra) 50 voti.

1:20 – Il primo dato sui collegi uninominali arriva da marsala e riguarda la Camera. Marta Fascina, compagna di Silvio Berlusconi, è avanti nello spoglio con 175 voti. Seguono la candidata M5s Vita Martinciglio (143) e il nome scelto dal centrosinistra, Antonio Ferrante (46).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    A Palermo ciclone cinquestelle!
    I risultati che arrivano sono impressionanti con la lista dei cinquestelle che ha il quadruplo del Pd ed ha molti più voti dell’intera coalizione di centrodestra!
    In generale i cinquestelle sono il primo partito in sicilia e al sud.
    vi sono 2 italie opposte

    Al Sud, in Campania e a Palermo hanno trionfato i cinquestelle.
    I cinquestelle sono il primo partito in sicilia e in tutto il sud.
    I commentatori siciliani sbagliano nel non evidenziare la totale diversità di voto tra Nord e Sud.
    E nel non evidenziare la disfatta della lega che è scesa sotto il 9 % e rispetto al 2019 è passata dal 33% all’8%, meno 25%!!

    Prendo atto che Palermo è bella dopo lunga militanza è passato dalla sinistra ai 5 stelle. Sono contento per lui anche perchè se avesse scelto Impegno Civico di Luigi Di Maio se la sarebbe passata decisamente male.

    On barbagallhai ragione, speriamo che sia in continuità con Crocetta. Ti devi vergognare di quello che dici

    Nel PD si possono consolare con l’elezione al senato di Pietro Patton che, è bene precisarlo, non è un discendente del grande generale USA della seconda guerra mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *